Il contratto di apprendistato

Il contratto di apprendistato è disciplinato dal D. Lgs. 276/2003 che ha riformato la precedente normativa in materia. In pratica è un contratto di lavoro subordinato a contenuto formativo in virtù del quale, a fronte della prestazione lavorativa, il datore di lavoro si obbliga a corrispondere all’apprendista, non solo una retribuzione ma, anche gli insegnamenti necessari per il conseguimento di una qualifica professionale, di una qualifica tecnico professionale o di un titolo di studio.



Il contratto di apprendistato è disciplinato dal D. Lgs. 276/2003 che ha riformato la precedente normativa in materia. In pratica è un contratto di lavoro subordinato a contenuto formativo in virtù del quale, a fronte della prestazione lavorativa, il datore di lavoro si obbliga a corrispondere all’apprendista, non solo una retribuzione ma, anche gli insegnamenti necessari per il conseguimento di una qualifica professionale, di una qualifica tecnico professionale o di un titolo di studio.

Il 28 luglio 2011 è stato approvato definitivamente Il nuovo contratto di apprendistato

All’apprendista devono essere assicurati percorsi di formazione interna finalizzati all’apprendimento pratico delle capacità lavorative richieste per la qualifica da conseguire, nonché dei percorsi di formazione esterna all’azienda necessari per acquisire conoscenze teoriche.

Esistono tre tipi di contratto di apprendistato:

  • contratto di apprendistato per l’espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione;
  • contratto di apprendistato professionalizzante;
  • contratto di apprendistato per l’acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione.

Contratto di apprendistato per l’espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione

Questo tipo di contratto mira al conseguimento di una qualifica professionale o di un titolo di studio. E’ rivolta a giovani e adolescenti che abbiano compiuto i 15 anni di età e fino ai 18. La durata del contratto non può essere superiore ai 3 anni.

E’ richiesta la forma scritta del contratto con espressa indicazione della prestazione di lavoro, del piano formativo individuale nonché della qualifica professionale da conseguire.

Contratto di apprendistato professionalizzante

Il fine di questa tipologia di contratto è il conseguimento di una qualifica professionale attraverso la formazione sul lavoro ed è rivolta a soggetti di età compresa tra i 18(17 se già in possesso di una qualifica professionale) e i 29 anni. La durata del contratto non può essere inferiore ai 2 anni e superiore ai 6.

A differenza dell’apprendistato per l’espletamento del diritto-dovere di formazione, l’apprendistato professionalizzante non fa conseguire una qualifica o un titolo di studio ma, permette di accrescere le competenze tecniche di un giovane al fine di farlo divenire lavoratore qualificato.

E’ prevista la forma scritta del contratto, con espressa indicazione della prestazione lavorativa, del piano formativo individuale e dell’eventuale qualifica conseguita.

La formazione deve svolgersi per almeno 120 ore annue; l’addestramento pratico-teorico, può essere effettuato interamente in azienda (con la presenza di un tutor interno) o attraverso formazione a distanza. La disciplina di questi aspetti è rimessa totalmente ai CCN.

Contratto di apprendistato per l’acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione

Questa tipologia contrattuale è finalizzata al conseguimento di un titolo di studio di livello secondario, di titoli universitari e della alta formazione e per la specializzazione tecnica superiore, da parte di soggetti di età compresa tra i 18 e i 29 anni.

Non è previsto un limite di durata contrattuale. La sua effettiva regolamentazione è rimessa alle Regioni e, per gli aspetti relativi alla formazione è prevista l’intesa con le associazioni territoriali dei datori e dei lavoratori con università e istituzioni formative.

Per tutte le tipologie di apprendistato è previsto che:

  • il contratto di apprendistato può essere stipulato da qualsiasi datore di lavoro;
  • il numero di apprendisti non può superare il 100% delle maestranze specializzate e qualificate in servizio presso il datore di lavoro, a meno che non diversamente stabilito dai CCN.
  • non possono essere assunti più di 3 apprendisti se non vi sono lavoratori qualificati o specializzati o se essi sono in numero inferiore a tre;
  • l’apprendista, durante lo svolgimento dell’apprendistato può essere inquadrato in una categoria professionale inferiore ( ma per non più di due livelli) di quella spettante per la qualifica al conseguimento della quale è finalizzato il contratto;
  • gli apprendisti sono esclusi dal computo dei limiti numerici per il calcolo della dimensione aziendale;
  • per i datori che assumono apprendisti, sono previsti degli incentivi economici consistenti in una ridotta contribuzione previdenziale e assicurative.

Le agevolazioni economiche previste sono subordinate alla effettiva formazione. Nel caso in cui si accerti un grave inadempimento dell’obbligo formativo, imputabile esclusivamente al datore di lavoro, quest’ultimo è tenuto a versare agli istituti previdenziali la differenza tra la contribuzione versata  e quella dovuta.

Per le prime due tipologie di apprendistato è previsto, inoltre, il divieto di retribuire l’apprendista mediante cottimo e la facoltà del datore di lavoro di recedere liberamente dal rapporto alla scadenza (solo per giusta causa o giustificato motivo).



Articoli correlati



Commenti

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio

    Ciao Valentina, si hai diritto al pagamento di tutte le spettanze

  • Valentina

    Buonasera , volevo chiedervi un’informazione . Ho appena chiesto di sciogliere il mio contratto di apprendistato .Ero ancora nel periodo di prova . Ho svolto circa 15 giornate di lavoro . Le giornate svolte mi saranno pagate anche se ho deciso di recedere il contratto ?

  • fernando
  • maria

    Salve volevo sappere le condizioni del contratto di apprendista operaio livello 5l par time 75% ,lavoro come aiuto cuoco in un ristorante alla sera e la domenica tutto il giorno

  • micaela

    salve ho 23 anni e fin'ora ho sempre fatto la barista con contratto di operaio 5° livello. Adesso ho trovato un bar dove mi prenderebbero ma solo come apprendista, si può fare? posso tornare da operaio ad apprendista anche se conosco già il lavoro? grazie

  • jim

    salve.. volevo sapere quando mi scade il contratto de aprendistatto. sono entrato nella ditta 08.04.2008 quindi all 08 aprille facio 4 ani. lavoro in orario di notte.grz rsp per la cortesia

  • luca

    scuzatemi si non scrivo coretamente sono straniera,grazie. una domanda: cosa succede si o un contrato d apprendistato da 40 ore alla settimana e in un messe non faccio le ore ? per esempio invece di 40ore lavoro solo 30 ore? grazie mille .aspeto un arisposta

  • Gab

    Salve,
    sto per firmare un contratto o di apprendistato o di inserimento (ancora devono farmi sapere), contemporaneamente un'azienda più seria mi ha proposto il contratto di apprendistato ma da firmare fra un mese circa. Cosa posso fare? Firmo naturalmente il primo che mi si presenta, ma poi dopo un mese se dovesse presentarsi l'altra possibilità di un lavoro che mi piace di più posso sempre lasciare il primo lavoro già firmato senza alcun tipo di problema? Devo dare preavviso? La seconda azienda può assumermi lo stesso con il contratto di apprendistato anche se ne ho già firmato uno da poche settimane? Grazie mille a tutti coloro che mi aiuteranno.

  • Stephanie

    Buongiorno,ho 28anni e sono apprendista C2 ccnl grafici ed editori,voglio dare le mie dimissioni senza preavviso visto che il mio titolare non vuole cambiarmi contratto pur facendo tutto io (praticamento gestisco io l'azienda)come funziona?nel senso che vorrei dare la mia lettera dopo che mi paga lo stipendio e dopo la 13ma(il mio capo è un bastardo)se lo faccio prima con preavviso ci metterà una vita a pagarmi.Posso presentarmi l'ultimo giorno di lavoro prima delle vacanze di natale e dargli la lettera?e se lui non me la firma?Grazie mille!!!!Consigli?io non voglio lavorare + per lui non mi piace il posto di lavoro.

  • wolly

    Vi espongo il mio momento.
    15/01/2007: firmato contratto di apprendistato.
    15/01/2010: contratto trasformato a tempo indeterminato.
    01/06/2011: sospensione dal lavoro per riduzione di commesse (praticamente non avevano lavoro) fino al 30/08/2011.
    31/08/2011: Cassa integrazione straordinaria .
    01/01/2012: Licenziamento.
    Ho il diritto alla disoccupazione?

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Per quanto riguarda malattia e gravidanza si, le cose cambiano con la disoccupazione, in quanto bisogna vedere se l'azienda aderisce agli enti bilaterali…

  • Elena Di Fulvio

    Buongiorno, per i contratto di apprendistato sono previsti gli stessi diritti di un altro contratto a tempo indeterminato?
    ad esempio malattia, gravidanza, disoccupazione..?sono previsti??

  • sharon

    ciao daniela,
    io sono andata dai sindacati la disoccupazione ci aspetta per 3 mesi del 60 % della retribuzione lorda però la paga metà l inps e metà un ente bilaterale e finchè l ente non liquida la sua parte non le pagano per cui i pagamenti sono bloccati. Quando si sbloccherà la situazione la pagheranno tutta insieme se passano più di tre mesi dall'accettazione della domanda. per averla quando finisci di lavorare devi andare all'ufficio di collocamento a iscriverti e poi vai dai sindacati la cgil e fanno tutto loro.
    io sono messa come voi ho avuto una bambina durante l'apprendistato e mi è stato prolungato il contratto a scadenza di 15 mesi che recuperavano la maternità fatta ora mi lasciano a casa per prendere un altra apprendista.

  • Daniela

    Ciao, Rocco. Io sono adesso nella tua stessa situazione. Vorrei sapere cosa sei riuscito a fare.
    Ne anche a me dopo 4 anni non viene rinnovato. Come fine contratto mi dicono che non ho diritto a niente: mobilità no, disoccupazione no. vuol dire nessun vantagio per un futuro datore
    Ti lascio il mio e-mail se sei disposto a chiarirmi.
    Grazie!
    danna10051981@yahoo.ca

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Elisa, avresti tutte le carte in regola per dimetterti per giusta causa, comunque per l'apprendistato (che non è un contratto a tempo determinato) non vale la regola che hai letto tu. Quindi puoi dare le dimissioni stando attenta a dare il preavviso, che varia in base al CCNL. Se invece vuoi dimetterti in tronco e non per giusta causa ma per qualsiasi altro motivo personale al massimo ti potranno trattenere dall'ultima busta paga un importo pari alla retribuzione che avresti percepito con i gg di preavviso. Es. il preavviso è di 20 gg? La trattenuta per mancato preavviso è pari a 20 gg di retribuzione…

  • elisa

    Buongiorno! Che grande idea avete avuto! Ecco il mio tormento.
    Io sono assunta come apprendista impiegata dal maggio 2011 per 4 anni e mezzo part time 20 h settimanali. In fase di colloquio mi era stato chiesto se ero disponibile a lavorare 8 ore quando ci sarebbe stato bisogno e ovviamente avendo famiglia qualche ora in più non mi dispiaceva. Il giorno dopomi è stato chiesto di andare tutti i giorni 8 ore, e io sperando di avere a che fare con persone corrette, non mi sono posta il dubbio del pagamento. La sorpresa è arrivata con la prima busta paga: 80 h di straordinario non pagate. e così via per tutti i mesi successivi. Fosse solo quello, lo stipendio in teoria dovremmo riceverlo il 20, ma guarda caso arriva sempre il 5 o il 6 del mese dopo! E tuttte le cose che ci sono da pagare in scadenza? Fatto sta che mi son data da fare e ho trovato un altro lavoro, quindi domani vorrei presentare le mie dimissioni, ma leggevo che nei contratti a tempo determinato non ci si può licenziare se non per giusta causa. Vale come giusta causa aver trovato un altro lavoro? e il preavviso? dai sindacati mi è stato detto che ccnl edilizia rif. art. 71 il tempo di preavviso che dovrei dare è di 15 giorni, ma lavorativi? quindi 3 settimane? e se io decidessi di non lavorarli perchè inizio di la? grazie mille per le risposte!

  • http://www.facebook.com/antonio.maroscia Antonio Maroscia

    in questi casi è bene rivolgersi ad un sindacato, vedrai che con una bella letterina il datore di lavoro cambierà idea.

  • bruno pasquali

    mia figlia lavorava in una piadine ria come apprendista e il datore di lavoro gli ha detto di andare a casa senza giustificato motivo lei e andata ancora altre volte al lavoro ma lui gli ha sempre detto di andare a casa senza averli fatto nessun richiamo per giustificare il suo atteggiamento,e mia figlia gli ha potato le dimissioni che lui non ha voluto firmare,se gli e le manda per posta puo iniziare un'altro lavoro poi???
    Grazie mille spero in una risposta grazie!!!!

  • antonio

    salveee io ho un contratto di formazione di 3 anni,il mio capo nn mi vuole pagare la 13° dello scorso anno e 14° di questo anno anno,che devo fare?ora addirittura prendo i soldi di ogni mese in ogni mese e mezzo, 2.nn se ne puo' piu' che devo fare??sindaco??? la legge nn e' dalle mie' parti???

  • angelo

    ho trovato un lavoro per mio figlio in una azienda che ha 57 dipendenti ,sono a parlare con il principale che assunzione fare contratto a progetto ,tirocinio,o apprendistato mio figlio è diplomato quale è l'assunzione migliore ?

  • Rocco

    Salve,
    la mia azienda dopo un contratto di 4 anni di apprendistato professionalizzante, ha deciso di non assumermi. So che alla fine è una libera scelta del datore di lavoro e che nessuno può obbligarlo a farlo, però dal punto di vista legale mi sembra che possa essere attaccabilissimo poiché: 1) Non ha dato termine di preavviso 2) Non ha mai erogato la formazione che era prevista nel contratto (a tal proposito ho letto qualcosa nel sole24ore del 7 o 9 Maggio, circa l'equiparabilità del mio contratto con un contratto ordinario nel caso di violazione dell'obbligo formativo) 3)il mio TUTOR non è nemmeno laureato in Economia.
    Secondo me l'azienda ci sta provando. Qualcuno può darmi un indicazione anche normativa almeno per potere avere le idee chiare?

    Grazie!!!!

  • Carla_b

    monica, prima di tutto devi fare una diffida di pagamento, se il tuo datore di lavoro continua a non pagare puoi dare le dimissioni per giusta causa.

  • monica

    ciao,una domanda,lavoro come assistente alla poltrona ho il contrato di aprendisstato di 3 anni (1/04/2010) fino al fine di marzo di 2013,il mio datore di lavoro da 3 mesi non mi paga?dice di aspetare,li ho detto di lincenziamrmi ma non vogle,cosa posso fare?se vado via io non prendo il disoccupazione vero?graziel mille

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Si Hiro, l'attuale contratto di apprendistato lo prevede, anche se l'azienda deve comunque inviare comunicazione al dipendente entro la scadenza del contratto.

  • hiro81

    Salve al termine di un contratto professionalizzante metalmeccanico industriale si puo' essere lasciati a casa solo perche' l'azienda decide di farlo?grazie ciao

  • carla

    valentina ricordati di non cedere mai a dare le dimissioni; in questo modo se il tuo capo ti licenzia (vedrai che non lo farà!) puoi subito impugnare il licenziamento e credo che faticherà a trovare una buona ragione ….

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ovviamente non può farlo, è evidentemente una elusione della legge, in questi casi il contratto sarebbe non nullo, ma annullabile e un buon avvocato o un sindacato gli farebbero capire che il lavoro non è un gioco..

  • Valentina

    Buongiorno. Il mio contratto di apprendistato termina 15 giorni prima che io compia 30 anni. Per tale cavillo, l'azienda del mio capo vorrebbe chiudere la collaborazione l'ultimo giorno utile, licenziandomi, e avendo ancora 29 anni, mi sta proponendo di fare altri 4 anni di apprendistato presso un'altra società di sua proprietà? Può farlo? non c'è alcuna tutela in questi casi??? Mi ritroverei ad aver fatto 8 anni diapprendistato, per altro con i primi 4 risultando licenziata…
    Grazie

  • nicola

    Salve a tutti. Io sono stato assunto il 19 giugno 2007 con contratto a tempo indeterminato apprendista 4 livello della durata di 48 mesi.
    A giugno di quest'anno scadono i 4 anni e a quanto ho capito possono rinnovarmi operaio o non rinnovarmi.
    Ho letto che bisognerebbe che l'azienda (supermercato) mi dia comunicazione di NON rinnovo 20 giorni prima, ma la sindacalista mi ha detto che è possibile che non mi diano i giorni di preavviso in quanto essendo scritto nel contratto che la durata èdi 48 mesi quello è gia un preavviso.
    Qualcuno sa darmi lucidazioni in merito? Grazie mille

  • carla

    matteo forse c'è un pò di confusione in ordine all'età massima per l'assunzion in un c. di apprendistato e anche sul temine di "prova".
    ricordati che un c. a termine di 6 mesi non costituisce la "prova" che, invece, si tratta di un periodo all'interno di un qualsiasi contratto di lavoro e da te sottoscritta.

  • carla

    edoardo l'obbligo alla trasformazione del c.di apprenditato a c.a tempo indeterminato non c'è, anche se la legge ritiene questo uno degli scopi principali dell'apprendistato.
    il co.co.pro. in linea di principio non potrebbero farlo presso la stessa azienda con le medesime mansioni; purtroppo attraverso il "progetto" potrebbero raggirare il limite.
    prima di firmare rivolgiti ad un sindacato.

  • carla

    marina il minimo di ferie in 1 anno di lavoro è per legge di 4 settimane; se hai 40 ore settimanali di lavoro il minimo di ferie è di 13,33 ore al mese .

  • Andrea

    Salve, come vengono gestiti gli straordinari, il tfr, i contributi e la malattia in un contratto di apprendistato professionalizzante? Valgono le stesse regole per i contratti a tempo determinato?
    Grazie

  • Elena

    Ah benissimo!! Che bella notizia mi hai dato Carla!! Grazie! Ho ancora 3 anni davanti.. vediamo un pò come si muovono!!

  • carla b.

    credo che nessuno lo possa vietare, ma la tua osservazone è + che giusta : i datori di lavoro non sarebbero contenti di rischiare una sanzione per non avere rispettato i riposi di legge , soprattutto quello settimanale 24 + 11…

    se qualcuno dell'ispettorato del lavoro ci legge potrebbe darci la sua opinione!

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Carla anche tu hai ragione, su questo blog sono nate più volte discussioni proprio su questo argomento e io non riesco ancora a chiarirmi le idee. In teoria chi potrebbe vietarmi di lavorare 40 ore in ufficio e poi 16 ore il fine settimana con un contratto a chiamata? Però credo che a questo punto sarei tenuto ad avvisare i datori di lavoro proprio per la questione dei riposi… boh, non riesco a venirne a capo, ecco perchè sconsiglio sempre di superare il limite.

  • carla b.

    sono d'accordo solo in parte con la risposta, pneso, infatti che il limite di legge riguardo all'orario massimo di lavoro è previsto nei ccnl, ma per legge si devono rispettare solamente i termini dei riposi giornalieri e settimanali.

  • carla b.

    lucia l' apprendistato è un contratto a causa mista: formazione e lavoro.
    non è corretto farti insegnare ad altri a meno che non siano mansioni esecutive.
    come ti hanno lasciato a casa?
    deve esserci una comunicazione scritta con il preavviso.

  • lucia

    Salve,
    mi è stato fatto un contratto di quattro anni di apprendistato professionalizzante ed ora che scade mi hanno detto che mi lasciano a casa. Sei mesi fa mi hanno fatto insegnare il mio laovor ad un'altra persona affiancandola. Un apprendista può insegnare oppure da quel momento li in poi devono cambiare contratto di lavoro???
    Grazie

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ma il tuo problema qual è? Per paga si intende sempre il lordo, quindi con le trattenute probabilmente arriveresti alla stessa somma di prima, che comunque con l'apprendistato sale ogni 6 mesi normalmente. Il contratto di apprendistato è stato equiparato dalla cassazione in quanto la formazione serve appunto a favorire l'inserimento del lavoratore a tempo indeterminato..

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Alina, ti hanno fatto una nuova assunzione oppure è passato tutto da una società all'altra? Nel primo caso allora potrebbe cambiarti contratto, nel secondo non è obbligato..

  • ALINA

    Buona sera!Sono Alina,io ho un contratto di apprendistato professionalizzante,il mio titolare a datto in gestione il locale.Il nuovo gestore mi ha detto che e obliggato a tenere mi lo stesso contratto,e VERO?Non ce un altra possibillitta,licenziarmi magari e poi essre assunta di nuovo ho sono obliggata a finire in contratto di apprendistato?GRAZIE!!

  • Elena

    Grazie per la tua risposta Antonio!! Io ho avuto queste informazioni proprio dal sindacato!! Loro mi dicono che senza piano formativo il mio contratto è nullo.. l'unica cosa che vorrei evitare è proprio mettere in mezzo i sindacati, ma arrivati a questo punto credo di non avere alternativa.. giusto?

  • Edo87

    Buongiorno, mi chiamo edoardo e ho 24 anni. Sono un lavoratore interinale somministrato in un'azienda del settore gomma-plastica. Il titolare ha espresso la volontà di assorbirmi direttamente in azienda facendomi un contratto di apprendistato della durata di 36 mesi. Da questo periodo verranno scalati quattro mesi essendo gia stato apprendista presso un'altra azienda del medesimo settore.
    Tuttavia alcune affermazioni del titolare mi hanno lasciato perplesso a dir poco….
    In primo luogo mi ha parlato di un contratto a tempo INdeterminato "sotto forma di apprendistato"! Il che immagino lasci supporre che una volta terminato l'apprendistato ci sia comunque la volontà di tenermi, anche se inizialmente l'app. è di per sè un TD.
    Punto secondo:ha affermato che verrei assunto con "livello i" e percepirei circa 1000/1100 euro al mese! Mi chiedo come sia possibile dal momento che nella precedente azienda ne percepivo appena 900 inclusi straordinari……
    L'assunzione è prevista per il 2 maggio dato che il contratto di somministrazione mi scade il 30 aprile. In questi giorni mi sto scervellando su internet ma non ho trovato risposte.
    Sareste in grado di darmi delucidazioni in merito?
    Vi ringazio anticipatamente e porgo cordiali saluti!
    Edoardo

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Elena, come detto più volte fra i commenti a questo articolo il contratto di apprendistato non può essere tale senza formazione. Tuttavia non è litigando con l'ufficio del personale che risolvi la cosa. Ti consiglio di rivolgerti ad un sindacato per vedere se la tua posizione è in regola…

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Simona, la legge prevede che ogni persona non possa lavorare più di 40 ore settimanali più 8 ore di straordinario. Oltre questi limiti potrebbero scattare sanzioni per il lavoratore e il datore di lavoro. Non so fino a che punto convenga…

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Elisa, non capisco quale incentivo intendi, quello che ti posso consigliare è di riveolgerti ad un sindacato e portare con te tutta la tua documentazione, perchè secondo me hai diritto a qualcosa in più di un incentivo per andare via…

  • ELISA

    Salve,
    ho 26 anni e lavoro in un'agenzia immobiliare da novembre 2008 come segretaria.
    Per un pò mi hanno fatto ricevute per prestazioni occasionali nonostante lavorassi da lunedi a venerdì dalle 14,30 alle 19,00.
    A settembre 2009 mi hanno fatto un contratto a progetto della durata di sei mesi, poi fino a luglio 2010 hanno fatto un contratto di apprendistato professionalizzante part-tima a 24 ore settimanali, che in teoria è nullo (manca scadenza, livello di entrata, intermedio e da acquisire, piano formativo). mai fatto visite mediche, mai avuto extra retributivi per le infinite ore in più, mai corsi per la sicurezza. Nonostante il mio contratto fosse partito a luglio 2010, a novembre mi hanno chiesto di lavorare full time( eppure dal 2008 sanno che sono una studentessa universitaria e non posso impegnare più di mezza giornata).ho accettato di andar via,comprendendo le esisgenze aziendali, a condizione di restare fino a quando non avrò trovato un congruo impiego. Posso chiedere un incentivo economico, visto che la durata minima del contratto di apprendistato è 18 mesi e il mio contratto scadrebbe quindi a marzo 2012? AIUTO SONO VERAMENTE IN CATTIVE ACQUE!!!

  • Simona

    Buongiorno,
    ho 24 anni e lavoro come insegnante con un contratto a tempo determinato al 31.08.2011, avrei bisogno di sapere se c'e' una possibilita' che io possa lavorare nei week-end presso una gelateria con un contratto a chiamata.
    Finora le risposte sono state sempre piu' vaghe, grazie
    Simona

  • Elena

    Io non l'ho mai visto ne firmato e leggendo sempre in internet mi accorgo che se il piano non è stato allegato il mio contratto può essere nullo!! Cosa??? Ho chiesto all'uficio paghe che gestisce il tutto se la cosa è normale, la risposta è che a me non serve il piano formativo e che non deve interessarmi e che al momento dell'assunzione è stato inviato a centro per l'impiego per la registrazione.. E' giusto che io non l'abbia firmato?? E' giusto che io non ne abbia nemmeno una copia visto e considerato che avrebbero dovuto consegnarmelo al momento dell'assunzione?? E inoltre il mio contratto è valido o meno?! E come faccio a sapere se effettivamente è stato inviato al centro per l'impiego?? Grazie mille per le risposte e mi scuso per il tono ma dopo un anno che mando giù nervoso non riesco ad accettare il fatto che probabilmente mi stanno anche prendendo in giro!!

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Caterina, in teoria non può obbligarti, poi dipende sempre dal rapporto che avete, purtroppo la tutela dei propri diritti è sempre molto labile, soprattutto se sei in una piccola azienda…

  • Caterina

    Buongiorno!
    Sono una studentessa, e dipendente di un'azienda privata, con contratto di apprendistato che prevede un part-time da 20 ore settimanali. Premettendo che negli anni già trascorsi ho più volte fatto ore in più rispetto alle mie 20 settimanali, conteggiate in banca ore e poi fruite come permessi, vorrei sapere se sono obbligata a svolgere queste ore "in aggiunta". Per impegni universitari sono infatti impossibilitata a lavorare oltre le mie 20 ore per un periodo limitato e vorrei capire se il datore di lavoro mi può obbligare a farne di più oppure no. Grazie…

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Il conto esatto non posso farlo, ma al massimo 2/3 gg

  • marina

    Buongiorno.. io volevo sapere quanti giorni di ferie ha una persona che ha un contratto di apprendistato è lavoro da un mese un mese e mezzo.. grazie

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Jennifer, se il tuo era un contratto di apprendistato professionalizzante si, proprio perchè la tua paga oraria è arrivata graduatamente ad essere quella di adesso.

  • jenniffer

    salve sono jennifer da quattro anni lavoro per una azienda come apprendista e appena scaduto il mio contratto a la fine per la crisi mi hanno ridotte le ore anzi che 6 adesso faccio solo 3 ma la paga oraria puo essere la stessa o cambiando anche di 20 centessimi se adesso il mio contratto e di impiegata IV livello e prima ero come appendista sogg/inail I 5 livello. prima paga oraria( 8,25060) adesso (8,85321).

    grazie .

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Laura, la legge non lo vieta, a meno che tu non abbia già fatto l'apprendistato per quella mansione… comunque valuta bene la scelta.

  • Laura

    Buongiorno, ho ricevuto un'offerta di lavoro e volevo sapere se l'azienda può propormi un contratto di apprendistato nonostante il mio precedente rapporto di lavoro (con un'altra azienda dello stesso settore) era normale, non di apprendistato, e considerando che sono 5 anni che lavoro nello stesso settore: è giustificato l'apprendistato sebbene io abbia già esperienza?

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Edoardo, non sei obbligato ad aprire la partita IVA come loro non sono obbligati a farti il tipo di assunzione che desideri. Dipende dalla tua forza contrattuale…

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao, loro possono farlo, ti hanno fatto la proposta, poi stà a te decidere di intraprendere un nuovo percorso di apprendistato.

  • edoardo

    Grazie mille della risposta…
    i miei titolari vogliono farmi aprire la partita iva anche se non sono abilitato, io vorrei magari un contratto a progetto o a tempo determinato ma loro dicono che non possono farmelo, è vero???
    vorrei sapere inoltre se è legale farmi aprire la partita iva dato che sono stato un loro dipendente e dato in questo studio sono tutti collaboratori con partita iva e nemmeno un dipendete con uno straccio di contratto.
    Grazie mille
    attendo una Vostra risposta!
    Saluti

  • edoardo

    Grazie mille della risposta…
    i miei titolari vogliono farmi aprire la partita iva anche se non sono abilitato, io vorrei magari un contratto a progetto possono farmelo???
    vorrei sapere inoltre se è legale farmi aprire la partita iva dato che sono stato un loro dipendente e dato in questo studio sono tutti collaboratori con partita iva e nemmeno un dipendete con uno straccio di contratto.
    Grazie mille
    attendo una Vostra risposta!
    Saluti

  • lamilzadimarla

    Buongiorno, ho un quesito.
    Sono stata assunta anni fa presso un'azienda chimica con contratto di apprendistato per 3 anni scaduti i quali sono passata al livello dimpiegata D3. Per vari motivi poi mi sono licenziata da quell'azienda. Un anno dopo sono stata assunta come impiegata per sostituzione maternità in un'altra azienda, fra pochi giorni mi scadrà la sostituzione(l'altra persona rientra) e mi hanno proposto di far figurare di facciata un contratto di apprendistato di 1 anno immettendomi in un'altra mansione ( quale ancora non so) continuando però a fare il mio lavoro mentre l'altra persona che rientra seguirà un altro settore. Ma possono farlo? Il ccnl della precedente azienda era chimica, quello di adesso è commercio, ma tutto sommato mi occupo delle stesse cose sia nella precedente azienda, sia durante la sostituzione e sia per il tempo che verrà (bollettazione, fatturazione, recupero crediti…) Ho 27 anni, dimenticavo

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Non sono obbligati a riassumerti… nel caso in cui ti volessero riassumere potrebbero farlo con un contratto a tempo indeterminato con la qualifica che hai raggiunto con l'apprendistato. Nel caso in cui ti propongano un cocopro ti conviene a mio avviso parlarne con loro e dirgli se è possibile avere il contratto normale. Se loro non vogliono saperne ti conviene comunque accettare il cocopro, poi un giorno potresti sempre fargli causa!!

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Dipende dal contratto…

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Io sinceramente credo il titolo di studi sia indifferente. Avendo un titolo di studi adeguato avresti diritto ad uno "sconto" sul periodo di apprendistato, in quanto già in parte qualificato, ma io credo che nessuno mi possa vietare di diventare elettricista anche se sono diplomato ragioniere…

  • Matteo

    Ciao Edoardo,
    alla scadenza del contratto le possibilità sono tre:
    1) viene trasformato a tempo indeterminato automaticamente
    2) con preavviso previsto dal ccnl non viene confermato e quindi si interrompe il rapporto
    3) possono riassumerti con un altro contratto di apprendistato ma in questo caso deve inevitabilmente cambiare mansione e inquadramento.

    Saluti.

  • edoardo

    Buongiorno a tutti è il terzo messaggio che lascio… potreste aiutarmi dandomi una risposta??? GRazie

    Sono un ragazzo di 27 anni, sono stato assunto ad aprile del 2007 con contratto di appendistato (App.Imp. Liv.da acquisire 003) presso uno studio di geometri, ad aprile 2011 mi scadrà il contratto di appendistato… vorrei sapere se sono obbligati ad assumermi con un contratto a tempo indeterminato oppure possono assumermi con un contratto a progetto, facendomi svolgere sempre le stesse mansioni?
    grazie

    Edoardo

  • felicia lepore

    salve volevo chiedere se col contratto apprendistato si lavora anche il sabato?

  • Francesco

    Vivo a Messina, ho 19 anni ed ho conseguto un dipoma di scuola media superiore
    "Tecnico delle industrie elettriche" presso l'istituto Professionale della mia
    città.
    Una piccola azienza che si occupa di installazione e manutenzione di
    ascensori, mi ha proposto di assumermi con un contratto apprendistato. Il
    commercialista dell'azienza ha fatto sapere che il mio titolo di studio non è
    compatibile con il lavoro che dovrei svolgere in quanto e necessario avere un
    diploma di perito meccanico o equivalente, e per questa motivazione mi è stato
    riferito ke non potrò essere assunto. Adesso vorrei sapere se tutto questo è
    vero oppure visto quanto ho letto relativamente alla
    Durata del tirocinio
    La durata del tirocinio e' fissata in:
    - 30 mesi per il primo livello di professionalita'
    - 4 anni per il secondo livello di professionalita'
    - 4 anni per il terzo livello (solo per Confapi)
    L'accordo 4 marzo 1998 ha apportato al contratto nazionale degli apprendisti,
    sottoscritto il 10.3.1997, un'importante modifica estendendo la possibilita' di
    assunzione come apprendisti anche ai giovani in possesso di diploma di scuola
    media superiore
    Per gli apprendisti in possesso di diploma di qualifica conseguito presso un
    istituto professionale, ovvero di scuola media superiore, o di attestato di
    qualifica professionale inerenti alla professionalita' da acquisire le suddette
    durate sono ridotte:
    - 24 mesi per il primo livello di professionalita'
    - 36 mesi per il secondo livello di professionalita'.

    è possibile essere assunto.

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Elena, dovresti prima parlarne col datore di lavoro.

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Si, è quello che volevo dire io.

  • Elena

    salve a tutti
    mi serve una informazione….da quasi un anno lavoro come aprendista parrucciera in preso una azienda molto conoscuta…..nell mio conrato c'e scrito che dovrei fare 40 ore setimanali e io invece ne facio molte in piu….poi facio tutte le sere chisura e rimango quasi tutte le sere per 1-2 ore da sola in negozio….poi c'e da dire che facio tutto quello che fanno le altre e anche se per 5 anni avevo un mio negozio (nell mio paese-sono di Macedonia) mi pagano molto meno…prendo 580e al mese……secondo voi e giusto????posso fare chiusura da sola???cosa poso fare???? mi posono licenziare se dico che non voglio fare i straordinari??? GRAZIE

  • Marco

    quindi il fatto che sono stato qualificato impiegato nel precedente CCNL non mi preclude l'opportunità di venire assunto come apprendista in qualsiasi altro lavoro che abbia un CCNL diverso,è corretto?

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Per il nuovo lavoro potresti avere bisogno di un altro periodo di formazione, quindi potrebbero riproporti l'apprendistato..

  • MASSIMO

    Ho visto che la cassazione ti ha dato ragione, infatti è proprio come dicevi tu. E inoltre il datore in tale caso perde l'agevolazione contributiva prevista per la'nno successivo alla conclusione dell'apprenditato

  • MASSIMO

    Scusa antonio, ma a me risulta che in caso di recesso il datore sia tenuto entro il periodo di preavviso a comunicarlo al lavoratore. In caso di assenza di comunicazione l'apprendista passa a tempo indeterminato dal giorno successivo. Sul punto esemplificativa mi pare una sentenza sul diritto di proroga nell'apprendistato a seguito del quale la cassazione decideva che in assenza di comunicazione i due lavoratori erano legittimati a considerarsi a tempo indeterminato. Il Ministero d'altronde è intervenuto affermando che il termine è unicamente riferito alla formazione e pertanto in assenza di recesso ad nutum del datore entro il periodo di preavviso il lavoratore si presume assunto.

  • Marco

    Buongiorno!Sono Marco e ho 21 anni,ho lavorato presso un'agenzia di pratiche auto(CCNL Autoscuole e Pratiche auto) inquadrato come apprendista impiegato,poi dopo un anno e mezzo sono stato passato impiegato, se adesso avessi l'opportunità di essere assunto da un commercialista(CCNL studi professionali) potrei essere assunto come apprendista per 3 anni oppure essendo stato qualificato impiegato mi è stata preclusa l'opportunità di venire assunto come apprendista in qualsiasi altro lavoro che abbia un CCNL diverso da quello della mia precedente categoria?

  • Trutaz

    Buonasera… sono un ragazzo di 20 anni con un contratto di apprendista aiuto cuoco 5 livello e vorrei sapere per legge quanto dovrebbe serre mediamente il mio stipendio netto… al netto anche di eventuali straordinari e quanto è il minimo sindacale che mi spetta. Grazie per le eventuali risposte

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Fatina, con "qualificare"? Trasformare a T. Indeterminato? Se è così purtroppo loro non sono obbligati dalla legge e quindi il tuo contratto di apprendistato decade automaticamente al termine nonostante la gravidanza. Comunque puoi sempre vedere con un patronato se almeno puoi avere diritto alla maternità obbligatoria da parte dell'INPS o all'assegno dello Stato.

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    No Massimo, l'apprendistato non è tale senza formazione…

  • fatina

    Salve a tutti, ho una domanda da fare riguardo la gravidanza durante l'apprendistato:
    se una apprendista dovesse rimanere incinta poco tempo prima (tipo uno o due mesi) dello scadere, l'azienda può comunque decidere di non qualificare la lavoratrice? ho cercato in vari siti ma non ho trovato nulla di chiaro in proposito.
    mi sono informata leggendo il d.lgs 151/01 e all'art.54 recita:
    3. Il divieto di licenziamento non si applica nel caso:
    a) di colpa grave da parte della lavoratrice, costituente giusta causa per la risoluzione del rapporto di lavoro;
    b) di cessazione dell'attivita' dell'azienda cui essa e' addetta;
    c) di ultimazione della prestazione per la quale la lavoratrice e' stata assunta o di risoluzione del rapporto di lavoro per la scadenza del termine;
    in quest'ultimo caso, l'apprendistato è considerato come contratto a termine? ho trovato fonti discordanti in proposito. inoltre, può essere considerata discriminazione il fatto che un'azienda non qualifichi un'apprendista poichè in attesa di un figlio? grazie fin da ora per la risposta!

  • Massimo

    Salve a tutti,
    lavoro da due anni come apprendista part-time con ccnl turismo. Volevo sapere se l'azienda è obbligata a farmi fare il corso di apprendistato, in quanto questo viene fatto frequentare solo ad alcuni dei miei colleghi che hanno lo stesso contratto, e sono anche stati assunti dopo di me. C'è un criterio stabilito dalla legge che consente all'azienda di far frequentare il corso di apprendistato solo ad alcuni dipendenti piuttosto che ad altri?

    Vi ringrazio,
    Massimo

  • Claudia

    Ciao Antonio, grazie della risposta e dei consigli.
    Proprio oggi mi sono fatta dare il contratto da indeterminato che non mi hanno fatto avere nel 2009 (hanno sbagliato, dovevo firmare come dicevi anche tu). Ho scoperto di essere Livello D1 con retribuzione da livello C1 (anche se in busta paga c'è scritto C1). La consulente del lavoro dice che nella trasformazione del contratto a indeterminato per i primi 2 anni si è D1, successivamente c1. Quindi questo ottobre diventerò livello C1….fatto sta che sto lavorando da 4 anni come "mansioni da segreteria" quando in realtà sono anche responsabile…spero di poterlo fare scrivere nel mio contratto.

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Claudia, molte volte le buste paga non dicono tutto, soprattutto se si fanno accordi "verbali" sul netto da percepire. Infatti il netto dipende da fattori che variano da persona a persona, in quanto ci potrebbero detrazioni differenti per familiari a carico che variano appunto il netto in busta. Per il livello e le mansioni devi far riferimento al tuo contratto nazionale di riferimento, prova a cercarlo in rete non dovresti avere problemi a reperirlo. Invece per la trasformazione del contratto a tempo indeterminato più che un contratto nuovo, al massimo avresti dovuto avere una lettera da firmare per accettazione. Comunque se vuoi accertarti della tua posizione puoi vedere direttamente in busta paga, oppure recarti ad un centro per l'impiego per vedere da loro cosa risulta.

  • Claudia

    Salve, ho bisogno di una consulenza perché sto impazzendo! Racconto il più brevemente possibile la mia storia:
    - ottobre 2006 vengo assunta come apprendista professionalizzante (contratto grafici-editoria) all'interno di un'azienda con meno di 15 dipendenti con mansioni di segreteria e data entry (livello c1). A fare il mio lavoro siamo in 4, compresa una persona che ha in più mansioni di Responsabile e Organizzazione del lavoro;
    - marzo 2007: dato che la responsabile del mio settore si dimette, e la persona che l'avrebbe potuta sostituire va in maternità, mi viene offerta la possibilità di aggiungere alle mie mansioni base quelle di Responsabile (che comprende l'organizzazione del lavoro e quindi supervisione rispetto alle mie colleghe). In base a questo tramite accordo VERBALE il mio stipendio viene alzato da 900 euro nette a 1.000.
    - novembre 2007: chiedo un aumento in quanto nell'apprendistato la malattia viene pagata al 50% e non mi sembra giusto dato che sono la responsabile. Mi viene accordato verbalmente un aumento e il mio stipendio sale a 1.050.
    - ottobre 2009: il contratto di apprendistato viene trasformato in contratto indeterminato senza alcun aumento dello stipendio. Dato che l'azienda versa in cattivi acque (ad agosto non viene confermato un contratto) ed è in crisi, non chiedo l'aumento che mi aspetterebbe. Il datore mi conferma il contratto dicendomi "qualunque altra persona non l'avrei confermata".
    - novembre 2010: i contributi per la pensione mi vengono alzati di 50 euro, senza che la paga base subisca lo stesso aumento. Mi ritrovo quindi con 50 euro in meno in busta. Accordo con l'azienda che il mio stipendio di 1.050 sia rispettato, ma la busta di dicembre non contiene tale aumento: l'azienda mi fa sapere che sarà attivo dalla busta paga successiva (gennaio, la sto aspettando).
    Sono molto apprezzata dal mio datore di lavoro e ho anche molte e-mail di ringraziamenti e complimenti. Il fatto però è che pur essendo responsabile, ed avendo di fatto delle mansioni in più, la mia busta paga è di circa 100 euro inferiore a quello della mia collega che era andata in maternità quando accettai il nuovo ruolo e che è in azienda da 2 anni più di me. Rispetto ad un altro settore con il quale siamo "legati" prendo meno di tutti e la responsabile di quel settore ha una busta paga di ALMENO 300 euro in più.
    Vorrei sapere se potete aiutarmi:
    1. Euro 1.050 sono adeguati per la mia posizione? Considerando che ho maggiori mansioni rispetto alle mie colleghe?
    2. Non ho ricevuto nessun foglio al passaggio da apprendistato a indeterminato, è nei miei diritti richiederlo?
    3. Dovrei richiedere che nel contratto fosse riportato tra le mansioni quello di "responsabile"?
    4. Il livello C1 (ho sempre avuto questo) è adeguato? E la paga minima sindacale di quanto è?
    5. E' nei miei diritti richiedere un aumento ad almeno Euro 1.300 come la collega dell'altro settore a me affine?
    GRAZIE GRAZIE E ANCORA GRAZIE!

  • edoardo

    Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 27 anni, sono stato assunto ad aprile del 2007 con contratto di appendistato (App.Imp. Liv.da acquisire 003) presso uno studio di geometri, ad aprile 2011 mi scadrà il contratto di appendistato… vorrei sapere se sono obbligati ad assumermi con un contratto a tempo indeterminato oppure possono assumermi con un contratto a progetto, facendomi svolgere sempre le stesse mansioni?
    grazie

    Edoardo

  • http://www.facebook.com/antonio.maroscia Antonio Maroscia

    Ciao Alessio, non ha l'obbligo in quanto il tuo contratto prevede una scadenza..

  • http://www.facebook.com/antonio.maroscia Antonio Maroscia

    Ciao Daniela, se sei stata assunta in un'area "svantaggiata" l'azienda avrà uno sgravio del 100% sui contributi a suo carico, al nord del 50% (a parte alcuni tipi di aziende), ma a te saranno non cambierà nulla, in quanto la tua contribuzione risulterà versata al 100%.

  • Alessio

    Salve lavoro in un supermercato e a novembre 2011 scadrà il mio contratto da apprendista e volevo sapere se il mio datore di lavoro ha l'obbligo di avvisarmi se ha intenzione di confermarmi o meno e con che preavviso. Grazie e saluti

  • Daniela De Antoniis

    Salve, avrei bisogno di un'informazione. Sono stata assunta con le agevolazioni della legge 407/90. Vorrei sapere chi è che versa i contributi?
    Grazie in anticipo

  • francesca

    la ringrazio per avermi risposto ,mi correggo il mio contratto di 4 anni di apprendistato è scaduto ed io ho firmato il tfr spettante per il tempo lavorato cosa mi consiglia di fare ? e cosa sono gli enti bilaterali?grazie mille arrisentirla

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Francesca la disoccupazione spetta agli apprendisti solo in determinati casi (vedasi versamento agli enti bilaterali), ma in caso di dimissioni ti sei preclusa anche questa possibilità.

  • francesca

    buonasera sono una ragazza di 29 anni fino alla scorsa settimana lavoravo come commessa presso un negozio con contratto di apprendistato di 4 anni .il mio capo mi ha riferito che non può continuare a tenermi perchè l azienda sta attraversando un momento di crisi , cosi ho firmato le dimissioni . ora mi chiedo se posso usufruire dell indennità di disoccupazione avendo lavorato in passato con contratto a tempo indeterminato presso un altro datore di lavoro per circa tre anni,e ancora se ha rilevanza il fatto che anche in quest ultimo caso sono stata io a dare le dimissioni…… ringrazio vivamente e attendo notizie buonasera.

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Jessica, la nuova azienda può offrirti un nuovo contratto di apprendistato, se le mansioni, il livello, il CCNL sono uguali allora puoi far valere il periodo di apprendistato già effettuato, altrimenti potresti ricominciare da 0.

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao, la ditta non è obbligata a trasformare il contratto di apprendistato in contratto a tempo indeterminato purtroppo. L'unico consiglio che posso darti è rivedere bene tutta la tua formazione insieme ad un sindacato per capire se ci sono gli estremi di una vertenza.

  • jessica

    Salve a tutti.. una cortesia mi servirebbe un informazione.. Oggi ho dato le mie dimissioni perchè ho intenzione di trasferirmi in un altra regione e in un altra città. Ero assusta con un contratto di apprendistato 48 mesi (4 anni) al VI livello (apprendista contabile.. anche se poi facevo tutt'altro)… ho fatto praticamente 1 anno e mezzo avrei fatto 2 anni a fine marzo.. ma se un azienda nella nuova città mi ofrisse un contratto di apprendistato io potrei ancora essere assunta con quel tipo di contratto? per altri 4 anni? (ho 21 anni)

    grazie mille in anticipo

  • alessandra

    Ciao,ho avuto un contratto di apprendistato professionalizzante della durata di 48 mesi,terminato 20 giorni fa : quello che mi chiedo è,se l'azienda per la quale lavoravo doveva assumermi a tempo indeterminato oppure no. GRAZIE

  • edoardo

    Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 27 anni, sono stato assunto ad aprile del 2007 con contratto di appendistato (App.Imp. Liv.da acquisire 003) presso uno studio di geometri, ad aprile 2011 mi scadrà il contratto di appendistato… vorrei sapere se sono obbligati ad assumermi con un contratto a tempo indeterminato oppure possono assumermi con un contratto a progetto, facendomi svolgere sempre le stesse mansioni?
    grazie

    Edoardo

  • marco

    SALVE!HO 23 ANNI E MEZZO.HO FATTO L'APPRENDISTATO PER UN ANNO NEL MIO PRIMO LAVORO COME ARTIGIANO POI MI SN LICENZIATO E PER ALTRI LAVORI HO AVUTO CONTRATTI DI OPERAIO 5 LIVELLO.LA MIA DOMANDA è QUESTA….IL MIO NUOVO DATORE DI LAVORO PUò ASSUMERMI CON IL CONTRATTO DI APPRENDISTATO CONTINUANDO IL MIO VECCHIO ANCHE AVENDO QUASI 24 ANNI???(nuovo lavoro impianti di telefonia ed elettricista)E QUANTO SAREBBE LA RETRIBUZIONE MENSILE ALL'INCIRCA???QUANTO PUò DURARE????VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE CORDIALI SALUTI.

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Linda, se l'azienda è diversa o le mansioni sono diverse si. Altrimenti potresti far valere la tua precedente esperienza…

  • Linda

    Salve, un'azienda vuole farmi un contratto di apprendistato metalmeccanica. Possono farlo anche se ho già lavorato precedentemente sotto contratto 2 livello metalmeccanica per 3 mesi come impiegata ufficio marketing? Grazie

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Secondo me sarebbe lecito nel caso in cui le mansioni e il livello del nuovo contratto fossero diverse da quelle previste dal contratto di apprendistato, proprio per quello che dicevamo prima.

  • massimo

    Ciò che ho compreso è che: la disciplina è quella prevista per il contratto a tempo indetermianto con facoltà di recesso ad nutum al termine del contratto. In assenza di tale recesso, la naturale destinazione è il contratto a tempo indeterminato, ma la mia domanda è: è illegittimo o meno l'assunzione da parte del datore – con opportuno preavviso – non con un "naturale" contratto a tempo indeterminato ma con un contratto diverso (d'inserimento o a termine ad esempio)?La mia personale risposta è no, in quanto in tale evenienza ci sarebbe la deriva dei presupposti stessi del contratto di apprendistato ( cioè naturale "conversione" in rapporto a tempo indeterminato a fronte dei benefici contributivi e retributivi), per cui ogni altro e successivo contratto precario per la stessa qualifica ottenuta non sarebbe lecito. Attendo con interesse la sua risposta e la ringrazio. Massimo

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    La cassazione ha stabilito tempo fa che il contratto di apprendistato è già di per se paragonabile a un contratto a tempo indeterminato. Quindi la sua naturale evoluzione è la trasformazione del contratto a T. Ind. con la qualifica acquisita durante l'apprendistato. Nulla vieta che il lavoratore cambi mansioni, qualifica e contratto però.

  • massimo

    Ciao e complimenti sia per il sito e sia per la prontezza nel rispondere. Qui in piemonte – come nel resto di italia – la normativa sull'apprendistato è ancora nebuolosa, ma pongo un paio di questioni per il sentire il tuo parere, Antonio, o quello di chi vorrà. Alla lettera dell'ordinamento – leggi e giudici – un contratto di apprendistato può essere, una volta dedotta la sua scadenza, susseguito non da un contratto a tempo indeterminato ma un contratto diverso (a termine, d'inserimento, per esempio), semprechè intervenga il consenso del lavoratore? Seconda questione: un contratto di apprendistato full time una volta "scaduto" può essere susseguito un contratto part time per la stessa mansione? Sana in entrambe la questioni il semplice consenso oppure si incorre a vizi di legge con conseguenze sanzionatorie?
    Grazie molte
    Max

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Si Elisa, quello che conta è l'età all'inizio del contratto. Per la retribuzione è a scalare, fino a raggiungere la paga del livello per il quale ti stai qualificando.

  • Elisa

    Grazie Sax!

  • Sax

    Ciao elisa anch'io sono un'apprendista..allora lo stipendio è lo stesso e l'età conta solo per quanto riguarda l'assunzione ovvero entro i 30 anni..poi la durata sarà quella stipulata! Buona fortuna

  • Elisa

    Grazie per la risposta Antonio!
    Ma il contratto in teoria può essere anche di 4 anni? Quindi potrei essere apprendista fino a 32 anni??? :(
    So che non dovrei lamentarmi, ma mi era stato promessa un'altra cosa…

    Quanto alla retribuzione è possibile che sia inferiore per lo stesso tipo di contratto?

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Elisa, il contratto può durare anche oltre i 29 anni, quello che conta è la data di assunzione.

  • Elisa

    Ciao a tutti,

    ho 27 anni (28 a gennaio) e il mio contratto di stage sta scadendo (il 6 dicembre). La mia azienda mi ha proposto un contratto di apprendistato (credo professionalizzante da quanto leggo qua sopra).

    Vorrei sapere se qualcuno gentilmente può rispondere ai miei dubbi:
    1) La retribuzione è diversa per lo stesso tipo di contratto a tempo indeterminato?

    2)Quanto lungo può essere un contratto da apprendista per me che, tra poco più di 1 anno avrò 29 anni? E' vero che quando avrò 29 anni il contratto scadrà? Ma se così fosse non potrebbe durare 2 anni come indicato su questo sito come durata minima .

    Grazie mille!

  • Matteo

    Salve, ho 23 anni e a gennaio ne compio 24. un'azienda nel settore commercio potrebbe assumermi in questo momento con un contratto di apprendistato di 4 anni? se invece iniziassi con un periodo di prova di 6 mesi, superando così i 24 anni, non potrebbero più farmi un contratto da apprendista o ho capito male?

    Grazie della disponibilità
    Matteo

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Fede, prova a cercarlo qui: http://www.portalecnel.it

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Credo di si, ma dipende anche da altri fattori, hai provato a consultare un sindacato?

  • Fede

    Salve mi chiamo Federico e volevo chiedere una cortesia,mi può dare un link che fa riferimento al mio conttratto nazionale grfici editoriali?

  • giusi

    grazie della tua pronta risposta , ma mi sono dimenticata di specificare che i in 2 anni e 9 mesi ho solo seguito un corso di circa sessanta ore l'anno scorso, non sono venuti meno al contratto ? grazie ancora

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Giusi, se hai un contratto di 48 mesi, hai fatto un corso di formazione e al centro per l'impiego risulti essere apprendista, probabilmente è questo il tuo contratto… in alcuni casi anche l'apprendista ha diritto alla disoccupazione; per rispondere invece alla tua ultima domanda, non è possibile versare contributi volontari per prendere la disoccupazione. Se posso, ti consiglio di recarti da un patronato portando con te tutta la documentazione in tuo possesso e vedere con loro cosa puoi fare.

  • giusi

    Per favore è urgente!!!!!!!!!!!Salve ho un contratto come operaia/magazziniera 4 livello durata 48 mesi e allo scadere dei 48 mesi diventa indeterminato, questo è quanto risulta dal contratto che ho firmato (l'anno scorso ho svolto un corso di circa 60 ore , invece quest'anno nulla) ma all'inps risulto apprendista di 5 livello e adesso che i rapporti si sono deteriorati e quindi da li me ne andro' mi sono informata se ho diritto alla disoccupazione se lui mi licenzia ma all'inps mi hanno detto che dai loro dati risulto apprendista e quindi non dovrei averne diritto ma invece basandosi sul contratto si. Cosa posso fare? mi puo' integrare i contributi non versati in modo da avere diritto alla disoccupazione?grazie mille

  • marian

    sono stato assunto come apprendista,per 4 anni anni presso un agriturismo, con contratto a tempo indeterminato, dove poi per tre mesi l’anno mi lasciavano a casa perchè chiudevano per l’inverno.ho frequentato dei corsi e ho l’attestato hccp e altri, ora l’ultima assunzione è avvenuta ad aprile 2010 sempre come apprendista,non c’era nessuno sopra di me a mostrarmi il lavoro,perchè ormai sapevo fare tutto da solo, la persona che avrebbe dovuto lavorare sopra di me era assunto ma a casa in malattia. il 13 ottobre mi hanno licenziato per mancanza di lavoro, io vorrei capire se è il caso di rivolgermi ai sindacati per capire se l’ultima assunzione poteva sempre essere come appprendista, sottolineo che ho 25 anni.
    grazie

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Stephanie, la legge non è molto chiara a riguardo, anche se qualcuno in discussioni precedenti ha detto che è vietato, ma io ti consiglierei di farlo comunque se te la senti e hai bisogno, magari con contratti a chiamata o con collaborazioni occasionali.

  • Viviana

    Ciao.
    Volevo sapere un’ informazione. L’ apprendista può andare in commissione (ovvimanete per motivi di lavoro) durante l’ orario di lavoro? Potete citarmi delle leggi al riguardo? Il mio ragazzo è apprendista magazziniere con contratto di apprendistato professionalizzante settore metalmeccanico. Lo mandano in giro da solo con le auto aziendali…è legale?
    Grazie mille
    Saluti

  • Stephanie

    buona sera Antonio, la ringrazio inanzitutto per le sue risposte e volevo chiederLe se avendo un contratto full time di apprendistato posso fare qualche altro lavoro nei weekend (usando contratti a progetto o a chiamata?)io ho a carico mamma e sorella, sono nella legge se cerco altri lavori?o posso avere dei problemi?mille grazie.

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Fede, non è che le detrazioni non si pagano, effettivamente forse hai pagato più irpef e lo stipendio netto è diminuito. Comunque questi soldi verranno recuperati, se ti spetta, con il conguaglio di dicembre o in fase di dichiarazione dei redditi (730)

  • FeDe_09

    salve…da poco ho firmato un contratto come apprendista grafico editoriale liv. d2 e per i primi 3mesi mi sono accorto di avere una paga molto bassa,motivo detrazioni (lavoratore dipendente) non pagate,adesso la paga si è alzata di un bel pò, adesso mi chiedo ma quei tre mesi in cui non ho ricevuto detrazioni sono persi? sono tranquillo che li recupero ,devo fare qualcosa per recuperarli?…..grazie!!

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Nana, l'apprendistato è un contratto agevolato per il datore di lavoro e l'agevolazione consiste proprio in questo, cioè poterti assumere con 2 livelli inferiori fino al raggiungimento della qualifica. Nel frattempo però dovrà farti frequentare dei corsi retribuiti per la formazione professionale.

  • nana

    Ciao Antonio, questo il mio quesito.
    Dipendente assunto a giugno con ccnl grafica editoria piccola industria, apprendistato con qualifica finale 5 livello, durata 48 mesi, la retribuzione risulta per tutti i 48 mesi di 2 livelli inferiore (e quindi al 7 livello fino ad avvenuta qualifica, € 1405,00 lordi) senza mai nessuno scatto per 4 anni? È possibile ?

  • Matteo

    Gent.ma Maurizia,
    il problema non si pone perchè avendo più di 30 anni non rientra nei limiti di età (max 29 anni e 364 giorni) per poter essere assunta come apprendista.

  • JC

    HO UN CONTRATTO DI APPREDENDISTATO (SETTORE TRASPORTI/LOGISTICA) IL MIO DATORE DI LAVORO PUO CAMBIARMI L’ORARIO DI LAVORO SENZA IL MIO CONSENSO?

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Cristina, si tratta della stessa azienda? Potresti essere assunta come apprendista ma con mansioni e livello differenti. Ma l'apprendista è di un anno? A che qualifica è riferito?

  • Cristina

    avrei gentilmente bisogno di un'informazione, posso essere assunta come apprendista per un anno dopo esser stata impiegata di livello C1 per 4 mesi? grazie molte

  • maurizia

    Vi ringrazio molto per la celerità della risposta, si "aggiunge un ulteriore complicazione": considerando che la normativa prevede che "il periodo di apprendistato effettuato presso altri studi e per la stessa tipologia possa essere computato presso il nuovo studio al fine del completamento del periodo prescritto, purchè l'addestramento si riferisca alle stesse mansioni e non sia intercorsa, tra un periodo e l'altro, una interruzione superiore ad 1 anno" come mi devo comportare se mi si presenta un'occasione lavorativa? Le faccio presente che ho 31 anni e il periodo di apprendistato per un 2° liv. è di 48 mesi.
    Grazie

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    In mancanza di contratto di lavoro redatto in forma scritta e sottoscritto dalle parti questo si intende a tempo pieno e indeterminato dal primo giorno di lavoro. Per chiarimenti rivolgiti ad un sindacato o un avvocato, magari specializzato in lavoro e porta tutta la documentazione in tuo possesso. Loro sapranno consigliarti al meglio sul da farsi.

  • Maurizia

    Buongiorno,
    ho accettato pur di lavorare (le mansioni assegnate nella realtà erano più elevate) di venir assunta in uno studio profes. nel 2008 come apprendista impiegata livello da acquisire secondo, il tutto senza la sottoscrizione (almeno da parte mia) di alcuna lettera di assunzione, alcun piano formativo ecc.
    Il cedolino mi veniva rilasciato regolarmente e risulto all'INPS quindi le comunicazioni sono state effettuate ma…che diritti ho ora che per esasperazione ho presentato le dimissioni?

  • christian

    Ciao Matteo, sono stato assunto, dopo 4 anni di apprendistato sono stato assunto a tempo indeterminato, non mi hanno fatto nessuna storia… e sono felice…

  • christian

    Ciao Antonio, mi permetto di darti del Tu, sono stato assunto alla fine sono stato assunto a tempo indeterminato…

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Matteo, grazie per le precisazioni sempre utilissime come al solito.

  • Matteo

    Ciao Teresa,
    le ore di formazione da svolgere sono 120 ore minimo entro ogni anno di contratto. Ciò vale per la maggior parte dei ccnl, fanno eccezione il metalmeccanico:artigianato (di meno in base al titolo di studio) e industria (di più 160 primo anno e 140 dal secondo in poi), le cooperative sociali (di meno in base al titolo di studio) e altri due molto particolari che non credo sia il tuo caso. Non avendo chiari i particolari del caso mi fermo soltanto al fatto che non avendo firmato un piano formativo (che andava allegato al contratto) e non avendo ad oggi svolto il monte ore predetto (120 ore annue minimo) sei sicuramente nelle condizioni di agire per vie legali.
    Ciao

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Sabrina, in teoria no, in pratica sareste tu e il nuovo datore di lavoro a decidere eventualmente, quindi potresti farlo, a meno che tu abbia un attestato di qualifica per quella mansione…

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Teresa, la formazione varia in baso al contratto e il livello da raggiungere. Posso suggerirti di rivolgerti ad un sindacato e verificare con loro, oppure se conosci qualche persona che lavora nell'ambito della formazione, di solito in questi enti sono molto informati in materia.

  • teresa

    Buongiorno,
    sono una studentessa lavoratrice di 23 anni assunta con contratto di apprendistato dal luglio del 2009. Non mi è stato sottoposto nessun piano formativo da firmare,ma dal momento che l'azienda per la quale lavoro è un centro di formazione professionale, spingendo e chiedendo bocconi bocconi sono riuscita ad ottenere in un anno 64h di formazion. Dal momento che però sono stufa di elemosinare e di subire ricatti per questa formazione che sembra mi "regalino" ogni volta, volevo sapere se c'è un minimo di ore da fare entro un anno, se posso a mio favore impugnare qualcosa e come posso farmi valere.
    D'altronde la stipula di questo contratto e l'accettazione da parte mia di determinate condizioni economiche sfavorevoli è avvenuta solo ed esclusivamente perchè potessi seguire i corsi di formazione che vengono svolti nella mia azienda…insomma diversamente non avrei accettato questo lavoro che si discosta molto dalle mie aspirazioni.
    attendo fiduciosa una risposta, grazie mille!!

  • Sabrina

    Buongiorno, gentilmente volevo avere un'informazione. da quasi un anno sono assunta come operaia barista 5° livello con CCNL Pubblici esercizi…ho deciso di cambiare posto di lavoro e avrei trovato un bel bar e mi piacerebbe poterci lavorare, l'unico problema è che cercano un'apprendista….io posso regradire come mansione?! Grazie!

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Ciao Gianluca, forse con la somministrazione ti sei impegnato a rimanere disponibile con l'agenzia interinale. Dovresti dimetterti da li per non avere più obblighi…

  • Gianluca

    Salve, mi chiamo Gianluca e ho un contratto di somministrazione lavoro a tempo determinato di durata 3 mesi. Ho fatto richiesta di assunzione in un'azienda che propone il contratto di apprendistato professionalizzante e mi hanno risposto che avendo la somminstrazione non posso ricevere questo tipo di contratto. Qualcuno può spiegarmi perche?grazie mille a tutti.

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Ciao Mattia, scusa se non ti ho risposto prima, ultimamente sono stato un po' impegnato, secondo me se pensi che ci sia qualcosa di irreogolare nel rapporto di lavoro ti conviene andare direttamente da un sindacato, li potranno darti ogni genere di informazione, anche perchè carte alla mano è più semplice vedere come stanno le cose.

  • Mattia

    Salve, mi chiamo Mattia e ho 31 anni –> cercherò di essere breve.

    Premessa:

    - contratto di apprendistato professionalizzante decorrenza ottobre 2008 durata 36 mesi – qualifica AC4 per raggiungimento AC5

    - CCNL legno e sughero – industrie

    - azienda in CIG da settembre 2008 – non richiesta per gli apprendisti

    L’azienda mi ha presentato un piano di formazione per acquisire competenze in ambito industriale, e dopo due mesi di job rotating mi ha affidato ad un ente con un tutor (il capo dell’ente). Fin dalla mia assegnazione, però, é stato fatto sì che il mio tutor mi mandasse i piani presenza come gli altri dipendenti in CIG, e le mancate presenza venissero indicate come ferie. Questo ha comportato che ora mi ritrovi un debito ferie di oltre 200 ore.

    Da metà 2009 sono presente in organigramma aziendale con ruoli di peso per l’ente cui sono assegnato, e mi é stato indicato di recarmi al lavoro sempre, ma i periodi di ferie estivi e natalizi sono stati comunque ingenti, e non hanno permesso di recuperare granché dal debito ferie. A gennaio 2010, al rientro dal periodo natalizio, sono spuntati in busta paga due giorni di permessi non retribuiti, e un altro permesso non retribuito é stato contato il giorno dopo pasquetta: si tratta di giorni per i quali il mio tutor mi aveva indicato di non presentarmi al lavoro. Ho lasciato correre…

    A partire da giugno 2010, il mio tutor mi ha indicato, e continuerà ad indicarmi, 4-5 giorni al mese in cui non é previsto il mio servizio presso l’ente cui sono assegnato. I riferimenti di risorse umane non rispondono alla mia richiesta scritta di ricevere formazione alternativa.

    Domande:

    - può l’azienda chiedermi di non prestare servizio lavorativo senza indicarmi in quale modo sarà conteggiata la mia assenza (ferie, permesso retribuito o non retribuito)?

    - l’ufficio risorse umane non dovrebbe essere obbligato a indicarmi un’attività alternativa, se proprio il mio tutor ha deciso che non debba prestare servizio per il suo ente (in quanto contano la mia prestazione nel piano CIG del suo ente sebbene per gli apprendisti l’azienda non abbia chiesto la CIG –> di conseguenza le mie presenze vanno a detrimento di quelle dei miei colleghi)?

    - dopo aver chiesto a mezzo mail aziendale all’ufficio risorse umane di indicarmi un’attività alternativa, e non avendo ricevuto risposta, faccio bene a recarmi ugualmente in azienda, avendo specificato di dedicarmi ad attività non inerente alla mia assegnazione nel progetto di formazione me riservato, e restando comunque sempre in attesa di attività alternativa (mi dedico ad approfondire argomenti inerenti ai diversi enti aziendali, come fatto durante il periodo di job rotating)

    - può l’azienda non riconoscermi più giornate di ferie e indicare i giorni estivi prossimi come permessi non retribuiti?

    Scusate la lunghezza.

    Grazie in anticipo.

  • Glennascaul

    Mi sono recato presso la CGIL per una consulenza, ed effettivamente ci sono tutti i presupposti per una vertenza (mancata formazione).

    Purtroppo attualmente siamo in procinto di sottoscrivere un contratto di solidarietà, quindi ho deciso che me ne starò buonino fino a quando non si vedrà la luce…

    Nel frattempo vorrei rivolgerLe una domanda alla quale, pare, nessun sindacato sappia esaustivamente rispondere:

    “Il contratto di solidarietà vale anche per gli apprendisti? Quale legge introduce questa possibilità? Insomma quali sono i riferimenti normativi da poter consultare autonomamente per capire?”

    A queste domande la CGIL (da me personalmente interpellata) risponde che “no, gli apprendisti, al pari dei dirigenti, non rientrano nell’applicazione di tale forma di contratto.”; la CISL (interpellata dall’azienda per richiedere il cds risponde che “sì, gli apprendisti rientrano nel cds, sono soltanto i dirigenti a rimanerne fuori.”.

    Ma quando gli ho chiesto i riferimenti normativi nessuno dei due sindacalisti ha saputo rispondermi…

    Potreste aiutarmi Voi?

    Scusate se mi sono dilungato.

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Ciao Michele, non mi è possibile darti una risposta perchè avrei bisogno di più informazioni per farmi una idea precisa del caso.

  • michele

    buongiorno….sono aprendista…volevo una risposta alla mia domanda…

    la mia ditta cela la cassa integrationi…siamo quasi rimasti senza lavoro a me mi h'a detto di stare acasa fino quando ce lavoro…..saro pagato??

  • Emanuele

    Salve, ho 26 anni e mezzo e ho lavorato per circa 2 anni per una società, poi mi hanno fatto licenziare e mi hanno assunto nuovamente (il datore di lavoro è lo stesso). Per questioni di loro comodo tutte e 2 l volte mi hanno fatto firmare un contratto di apprendistato della durata di 4 anni, il primo come apprendista impiegato amministrativo e il secondo come apprendista programmatore, il tutor in tutti e 2 i casi era il datore di lavoro; non ho mai seguito un percorso formativo perché non esiste e il ruolo che svolgo praticamente da 4 anni è sistemista + elettrotecnico sia interno che per i clienti.
    Lo stipendio è stato tra 850 e 1000 (netto) nel corso del tempo, nell'ultimo mese è lievitato a circa 1200.
    Quello che volevo sapere è questo:
    gli anni di appendistato si sommano pur essendo su carta 2 lavori differenti?
    visto che ho passato i 26 anni devo ancora seguire questo finto apprendistato che ormai va avanti da circa 4 anni (cumulativi) o posso chiedere un contratto "ufficiale" a tempo determinato/indeterminato?
    grazie

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Firmando la lettera di dimissioni hai dichiarato effettivamente che eri tu a volertene andare. Tuttavia c'è qualcosa che non è stata rispettata nel tuo rapporto di lavoro, ovvero la formazione. Ti consiglio di rivolgerti ad un sindacato se hai intenzione di rivendicare qualcosa nei confronti dell'azienda. Per quanto riguarda i 21 mesi già svolti in teoria nel caso venissi assunta con un nuovo contratto di apprendistato per le stesse mansioni e stessa qualifica finale dovresti ripartire da quel punto. Ti puoi iscrivere comunque al collocamento, ma non potrai fare domanda di disoccupazione.

  • kahvi

    Salve,ho 27 anni e nel settembre 2008 ho stipulato un contratto di apprendistato di 2 anni (commis da bar).L'attività per cui lavoro chiude nei mesi di luglio e agosto e il titolare mi ha fatto firmare una lettera di dimissioni la scorsa settimana.Premetto che da subito mi è stato detto che il contratto da apprendistato sarebbe diventato stagionale se al termine dei due anni avessi voluto continuare a lavorare lì (insomma,non sarei stata assunta a tempo indeterminato comunque).Non mi è stato fatto fare alcun corso di formazione esterno.Dal momento che non mi hanno licenziata ma mi "sono dimessa" (oltretutto prima della scadenza dei due anni),l'apprendistato che ho svolto è andato perso o se vengo assunta altrove devo tenere conto di questi 21 mesi già svolti?Se io non avessi accettato di dimettermi loro come si sarebbero comportati considerando che non vogliono assumere a tempo indeterminato,mi avrebbero licenziato senza lettere e senza giusta causa?Questa cosa delle dimissioni mi ha lasciata perplessa…anche perchè ho paura di non potermi iscrivere alle liste di disoccupazione visto che mi sono dimessa e non sono stata licenziata.Grazie anticipatamente per la disponibilità.

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Ciao, in questi casi consiglio sempre di rivolgersi ad un sindacato oppure ad un buon avvocato specializzato in lavoro, perchè a quanto pare ci sono molte irregolarità nel rapporto di apprendistato, quindi si potrebbe procedere con una vertenza…

  • Glennascaul

    Sarò molto sintetico – sono al lavoro – 32 anni, apprendista dal gennaio 2008 con 4 mesi di apprendistato precedentemente svolti presso un altro posto di lavoro (ho cominciato a fare l’apprendista – non per mia scelta – a metà del 2007)

    1) Ora qui in azienda si parla di ctr di solidarietà e cassa integrazione ordinaria: cosa comportano tali provvedimenti nei miei confronti?

    2) Finora non ho mai fatto alcun corso di formazione professionale, né interno all’azienda, né esterno. Non ho mai firmato un piano formativo, né contestualmente alla firma del ctr né successivamente: cosa posso fare per sollecitare tali corsi o una certificazione? Può figurarsi un provvedimento nei miei confronti o nei confronti del datore di lavoro?

    3) Potrei “sfruttare” questa mancanza per chiedere, magari al momento della scadenza del ctr, l’assunzione a tempo indeterminato?

    4) Da 2 anni a questa parte non c’è stato nessun aumento progressivo dello stipendio fino ai livelli medi aziendali (percepisco 1000€ netti – lo stipendio medio aziendale è di 1200€).

    Attendo Vostre info in merito.

    Grazie

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Ciao Simona, dipende dalla qualifica che raggiungeresti con l'apprendistato; se è la stessa che avevi già prima allora è evidente che non possono farlo, mentre potrebbero assumerti come apprendista "insegnandoti" una nuova qualifica.

  • simona

    Salve. Dopo 3 anni di lavoro in una cooperativa come operaia livello 6 con contratto fisso, pero mi sonno licentiata per giustificato motivo, poi sono ritornata lavorare e mi hanno assunata con un contratto di 6 messe e rinnovo 5 messi. Il mio datore di lavoro mi ha detto di farmi un contratto come apprendista per 2 anni. Ma come mi puo fare un contratto come apprendista se io fra 3 settimane ne faccio 30 anni. Ma come mi puo fare un contratto di apprendista se io ho gia maturata esperienza necessaria in 3 anni, perche dovro fare lo stesso lavoro come prima. Prima percepivo 6,93 ora di lavoro adesso mi danno 5 euro al ora. Come faccio a vivere con questi soldi. Sono divorziata e ho una figlia da mantenere. Per favore, non ho ancora firmato il contratto. Se qualcuno mi puo informare. Grazie

  • simona

    Salve. Vorrei fare una domanda, se qualcuno mi puo aiutare?
    Lavoro da 3 anni in una cooperativa come operaia 6 livello, lavoro che prima e stata fisso ma ho dovuto licenziarmi per motivo personale, sono tornata mi hanno assunta di nuovo con un contratto di 6 messi poi di 5 messi. Scaduti questi contrati mi hanno detto che mi fanno un contratto di appredista. Posso farmi un contratto di apprendista se io in 3 anni da quando lavoro in questa azienda ho gia maturato esperienza neccessaria?

  • Sandro

    Salve, stavo cercando una risposta a questo quesito.
    Al termine del contratto di apprendistato decadono gli sgravi fiscali, vorrei sapere a quanto ammontano.
    In particolare mi piacerebbe dare una risposta semplice alla domanda: se oggi il mio RAL annuo è di, ipotizziamo 24000 euro annui, al decadere degli sgravi qual'è il RAL che mi permetterebbe di mantenere lo stesso netto in busta?

    Grazie,

    Sandro

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Purtroppo la consulente ha ragione in quanto essendo stata assunta come impiegata qualificata per quella mansione non puoi ricominciare un percorso di formazione per riottenere la stessa qualifica. Tuttavia potresti iniziare un nuovo percorso per una nuova qualifica. Ciao

  • Francesca

    Salve, ho 24 anni e da tre lavoro come segretaria nella stessa società sempre contratti a tempo determinato. Io quindi non ho mai fatto l’apprendistato ma la consulente del lavoro mi ha detto che non possono farmi un contratto di apprendistato per la stessa mansione in quanto ho già maturato un’esperienza di tre anni è vero? Ci sarebbe una possibilità in una ditta ma solo come apprendista non c’è proprio soluzione?

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Ciao Stephanie, l'apprendistato come ho detto più volte in precedenza prevede una retribuzione inferiore a quella del livello che andrà a raggiungere a fine formazione. La retribuzione ha di solito un aumento semestrale e alla fine dell'apprendistato fino a raggiungere il 100% a fine apprendistato.

  • stephanie

    Buon giorno Antonio.
    da marzo di quest'anno mi hanno assunta come apprendista Grafica ed Editoria con livello C2, nella lettera di assunzione risulta un lorda di 1.400,56…come è gisuto mi ero già fatta dei calcoli quindi sui 1200 all'incirca, invece l'altra settimana
    mi arriva la busta con 1.175,00 lordi quindi 1000 netti.Ho chiamata a chi se ne occupa delle paghe e mi ha detto che così va bene che nessun apprendista prende 1200 euro.
    io avendo cominciato solo ora sono ancora in prova cosa devo fare?
    ho 2 mesi di prova ma questa cosa non mi va vermanente giù.

    La ringrazio anticipatamente per la risposta.

    p.s: se qualcun'altro mi sa aiutare aspetto risposte.

    GRAZIE MILLE

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    ciao Fede, la tua formazione avrà una durata di 48 mesi, al termine della quale raggiungerai la qualifica e il livello D2. Avrai 12 mensilità + 200 ore di retribuzione da corrispondersi a Natale. Per la retribuzione partirai dal 60% della retribuzione lorda di un operaio di liv D2 (1256,2 lordi) e ogni 6 mesi aumenterà di un 5% fino a raggiungere il 100%

  • FeDe_09

    grazie per aver deciso di togliermi ancora i miei dubbi….nel momento ci siano altre cose le chiederò^^ e complimenti per il vostro aiutoce ne sn poche di persone che aiutano a noi ragazzi a darci delle delucidazioni

  • http://www.facebook.com/antonio.maroscia Antonio Maroscia

    Ciao Fede, non ti preoccupare, non devi scusarti, però internet è pieno di disturbatori e molte volte non si sa chi si ha di fronte. Ho ripsosto ad altri e non a te perchè non avevo a portata di mano il libroi dei contratti, domani ti prometto che ci do un'occhiata e vedo di darti qualche risposta. Se ti va continua a seguirci e non esitare a farci altre domande per qualsiasi altro dubbio.

  • FeDe_09

    mi scusi però ,vedere che lei risponde a tutti scrupolosamente…e che risponde ad un messaggio dopo il mio mi ha fatto reagire così…mi dispiace per quello che ho detto se l’ho offesa…e cmq quel siete proprio non si riferiva a nulla di offensivo ma è stato scritto per suscitare una risposta…scusi ancora e arrivederci

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Siete proprio cosa? Se non ti ho risposto è perchè ho avuto degli impegni in questi giorni e non mi sono potuto dedicare appieno agli utenti del blog, copme faccio da un anno a questa parte…. ma a questo punto sono contento di non averti risposto, pensa un po' stavo col libro in mano per iniziare a scriverti!

  • FeDe_09

    volevo delle risposte o almeno un non so che dirti e incece nemmeno prendete in cosiderazione ciò che dico…siete proprio ….

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Nel caso tu decidessi di impugnare il contratto il giudice potrebbe decidere di trasformare il tuo contratto a tempo indetrminato dal primo giorno con il livello e la qualifica che avresti raggiunto a fine contratto di apprendistato, costringendo il datore di lavoro a versare la restante parte di contribuzione più tutte le differenze di retribuzione. Questo nel caso in cui l'azienda non fosse in regola con la formazione.

  • Riccardo

    Ho 22 anni ed un contratto di apprendistato da quasi 2, della durata totale di 4 anni. In sostanza lavoro esattamente come un contratto normale, 8 ore al giorno per 5 giorni (e anche straordinari), non ho mai fatto formazione e percepisco circa 1.000 euro netti al mese.

    - Cosa rischia l'azienda in caso di controlli?
    - Dai numeri, sono "sfruttato"?
    - Nel caso che volessi licenziarmi, potrei in qualche modo "recuperare" la mancata formazione?

  • FeDe_09

    Salve sono un ragazzo di 21 anni che ha appena firmato un contratto di apprendi stato con qualifica di operaio inquadrato al livello D2 del C.C.N.L. settore Grafica industria. Vorrei sapere se gli scatti sono semstrali e come si calcolano ? cioè lo scatto del 60% cosa vuol dire? come si quantifica? rispetto a cosa?(scusate la mia ignoranza ma il mondo del lavoro è ancora nuovo per me) poi vorrei sapere la mia paga base quanto dovrebbe essere lorda e netta?! perchè il mio datore di lavore mi ha detto che prenderò 1.100,00 € circa netti ma su internet cercando ho trovato le tabelle paga e ci sn cifre cm 1.266,53€ in vigore dal 2009 e non riesco a capire…e poi come e quanto tempo deve passare per salire di livello? grazie in anticipo per le future risposte…cordiali saluti

  • http://www.facebook.com/antonio.maroscia Antonio Maroscia

    Ciao Jane, grazie per il contributo; per curiosità la malattia a cui ti riferisci era inferiore o uguale a 3 giorni?

  • Jane

    Ciao.
    Sono un'apprendista programmatore e il mio contratto prevede che la malattia e l'infortunio siano pagati solo al 60%. Non so se è così per tutti i settori, nel mio ne sono sicura perchè quando mi è capitato di stare a casa per malattia in busta paga avevo proprio l'indicazione "carenza malattia 60%" e il relativo importo costituito dal 60% del normale.

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    I vincoli di solito ci sono per i liberi professionisti e i dipendenti della P.A., non so che tipo di attività tu svolga e quindi non posso essere più preciso, magari prova a chiedere ad un'associazione di categoria, loro sapranno chiarire ogni tuo dubbio.

  • sharon

    salve…volevo sapere se essendo titolare di un'attività posso comunque avere un altro lavoro stipulando un altro tipo di contratto non lavorando internamente nella mia attività…

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ora non il contratto a portata di mano, a memoria ti dico di si, ma più tardi ti risponderò con più precisione

  • Alex

    Grazie Mille Antonio…Ma il datore,nel caso decida di recedere ha un preavviso da darmi o può dirmelo all'ultimo momento?
    Grazie ancora!Ciao!

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Alex, al termine del contratto di apprendistato Il datore di lavoro può recedere dal contratto. Tieni presente che se lavori da quattro anni per lui non credo che ormai voglia fare a meno di te, comunque ti conviene parlarci con largo anticipo.

  • Alex

    Ciao sono Alessandro.Sono Apprendista da 42 mesi e tra 6 mesi finisce il mio periodo di apprendista.
    Finito il periodo dunque il mio datore di lavoro può decidere di lasciarmi a casa?O automaticamente dovrei diventare a tempo indeterminato?
    Non ho capito bene…Ciao Grazie

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Così è un po' difficile da dire, a occhio direi che il CCNL è "Commercio e Terziario Confcommercio", però dovresti farti dire a che liv. vogliono inquadrarti, cioè per project manager intendono Quadro? Se si allora lo stip. è adeguato in quanto l'apprendistato prevede per il lato economico per i primi 2 anni 2 liv. inferiori (=impiegati di concetto) e gli ultimi 2 anni 1 liv. inferiore (=Impiegati direttivi) al livello da raggiungere con la formazione (=Quadro). Poi tieni presente che a settembre ci sarà un minimo aumento, circa 30 € lordi.

  • Valentina

    salve,
    sono Valentina.lavoro da 3 anni presso una piccola azienda, con contratto di apprendistato nella categoria grafica/editoria. sono partita da un livello c1, attualmente mi trovo al livello b3, e tra qualche mese dovrei concludere l'apprendistato raggiungendo la categoria b2.
    nel frattempo ho fatto un colloquio presso un'alttra società nella quale mi viene offerto un nuovo contratto di apprendistato di 4 anni come project manager nel settore commercio.
    loro valutano un mio lorodo mensile nell'ufficio attuale di 1800 e mi propongono una base lorda mensile di 1762 + 100 euro netti
    vorrei capire quanto può convenirmi il cambiamento, e sopratutto se la proposta che mi fanno lo stipendio può essere adeguato (vista anche l'esperienza)
    grazie

  • Valentina

    inoltre a quanto ammontano le trattenute per questo tipo di contratto in questa categoria???

  • http://intensedebate.com/people/butred77 butred77

    Ciao Giovanna, grazie per la segnalazione, era proprio quello a cui mi riferivo io. In sostanza ha ragione Francesco dicendo che il datore di lavoro può recedere dal contratto al termine del periodo di apprendistato, ma prima può farlo solo per giusta causa o giustificato motivo, quindi il legislatore ha di fatto equiparato il periodo di apprendistato ad un contratto di lavoro a tempo indeterminato e l'ha blindato quindi nei confronti di coloro che vorrebbero usarlo solo come manodopera a basso costo.

  • giovanna

    ciao antonio,oggi mi sono inbattuta su un sito del ministero del lavoro ..
    link: http://www.lavoro.gov.it/NR/rdonlyres/A506586D-37… .riguardo a cio' che mi avevi detto ieri, spero che possa essere di aiuto a chi come me aspetta il rinnovo del contratto!!!

  • francesco

    al termine del contratto di apprendistato, il datore di lavoro può risolvere il rapporto di lavoro a norma dell'art.2118 del codice civile:
    "Ciascuno dei contraenti può recedere dal contratto di lavoro a tempo indeterminato, dando il preavviso nel termine e nei modi stabiliti (dalle norme corporative), dagli usi o secondo equità (att. 98).
    In mancanza di preavviso, il recedente è tenuto verso l'altra parte a un'indennità equivalente all'importo della retribuzione che sarebbe spettata per il periodo di preavviso.
    La stessa indennità è dovuta dal datore di lavoro nel caso di cessazione del rapporto per morte del prestatore di lavoro."
    in mancanza di recesso l'apprendista è mantenuto in servizio con la qualifica conseguita al termine dell'apprendistato, invece durante il periodo di apprendistato il datore di lavoro può recedere o per giusta causa o per giustificato motivo.
    ciao

  • francesco

    non c'è problema.
    però il Ministero del lavoro con nota dell'11/2/2008 ha specificato che è possibile il cumulo di due periodi di apprendistato purchè il nuovo rapporto di lavoro sia caratterizzato da contenuti formativi diversi ed aggiuntivi rispetto al precedente contratto di apprendistato.
    Ti saluto

  • francesco

    agli apprendisti si applicano come a tutte la altre categorie di lavoratori:l'assicurazione infortuni e malattie professionali, l'assicurazione malattia (con relativa indennità), l'assicurazione contro la tubercolosi, i contributi sono ridotti rispetto agli operai normali, se la azienda poi ha meno di nove dipendenti, la quota azienda è 1,50% per il primo anno,3% per il secondo anno, 10% oltre il secondo anno, questo è ovvio si traduce in una pensione più bassa, almeno fino al termine dell'apprendistato,dato da un montante contributivo più basso, dopodichè trascorso ancora un anno (per il quale la azienda ha diritto alla agevolazione contributiva del 10%), la contribuzione diventa uguale a quella di tutti gli altri lavoratori

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Ciao Giovanna, poco tempo fa la legge ha stabilito che il contratto di apprendistato è un contratto a tempo indeterminato. Sulla base di questa sentenza il tuo datore di lavoro non dovrebbe lasciarti a casa… tieni presente che al termine dell'apprendistato l'azienda ha diritto ad un ulteriore anno di di sgravi contributivi, cioè continuerà a pagare i tuoi contributi come se fossi un'apprendista, anche se il tuo contratto sarà di impiagata qualificata e poi secondo me dopo che l'azienda ti ha tenuta per tutto questo tempo non penso che ti sostituirà con qualcuno che dovrà imparare il lavoro da 0.

  • giovanna

    save a tutti,
    vorrei innanzitutto congratularmi per questo sito di informazione.ciao antonio vorrei farti una domanda,lavoro per una grossa azienda di surpermercati ,ho un contratto di apprendistato di 4 ,sono andata in maternità e’ l’azienda mi ha prolungato il contratto per altri 10 mesi.purtroppo nell’arco di questi anni lavorativi ho mandato un po troppe volte malattia per dei problemi personali,secondo te antonio mi possono lasciare a casa alla scadenza? da premettere che non ho mai avuto lettere di richiamo e di quello che so’ l’azienda difficilmente lascia a casa del personale valide.mi hanno fatto fare corsi di addestramento ma da quasi 1 anno ancora no.grazie ancora!!!

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Ciao Alessio, se non so il CCNl a cui ti riferisci non posso aiutarti in nessun modo…

  • Alessio Umbria

    Ciao a tutti.
    Ho la possibilità di essere assunto ed avendo 29 anni (ad agosto) il mio datore di lavoro sta valutando la possibilità di farmi un contratto di apprendistato. Volevo sapere quali sono le retribuzioni cui far riferimento dal CNNL (se ci sono), e cosa devo aspettarmi: da un primo colloquio si parlava di 4 euro e qualcosa l'ora (per un massimo di 7 ore giornaliere), ma io lavorerei 9 ore al giorno (per 5 giorni) più la mattina del sabato: c'è la flessibilità di adeguare la busta paga alle ore effettive? dove posso verificare quanto mi spetterebbe da CNNL? non vorrei che se ne approfittassero….. inoltre io avevo già fatto 2 anni di apprendistato (più di 2 anni fa, e quadagnavo più di 5 euro l'ora, circa 1000 al mese)….questo cambia qualcosa???
    Grazie mille e scusate le troppe domande!
    Alessio

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Ciao Massimo, il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro come altri; quindi ti da le stesse garanzie di un contratto di lavoro (ad esempio a tempo indeterminato). La differenza sta solo nell'entità dello stipendio che ovviamente non è dall'inizio uno pieno, ma lo raggiungerai pian piano.
    Un consiglio: cerca di sfruttare al massimo questa tipologia di contratto per imparare bene il mestiere e farlo tuo; in fondo questa è la vera essenza dell'apprendistato. Buona Fortuna.

  • Massimo

    Ciao mi chiamo Massimo e ho 21 anni mi è stato proposto un otttocom apprendista ella durata di 2 anni volevo sapere se i contributi (per la pensione) valgonocome quelli di un operaio normale e se in caso di malattia soo coperto come un operaio assuntoregolarnte grazie in anticipo

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Ciao Claudia, se hai la volontà di ricominciare un nuovo corso di apprendistato penso che non ci siano problemi. In base alla legge dovresti ricominciare dal punto in cui hai terminato l'altro percorso di formazione, ma penso che se c'è la tua volontà di ricominciare da zero non dovrebbero esserci problemi. Tieni presente i limiti di età comunque. Però se sono 2 anni che non lavori puoi avere diritto alle agevolazioni di cui alla 407/90 che per il datore di lavoro sono molto importanti, quindi ti consiglio di recarti in un centro per l'impiego e vedere se hai questi requisiti, in tal caso mettilo ben in evidenza nel tuo curriculum e vedrai che le possibilità di trovare un nuovo lavoro aumenteranno.

  • Claudia

    Vorrei sapere una cosa.
    Ho fatto l'apprendista per quasi tutta la durata del contratto che mi era stato propinato dal mio datore di lavoro, ma mi sono licenziata pochi mesi prima poiché avevo trovato un impiego a tempo indeterminato, nel quale però non ho superato il periodo di prova. Oggi, dopo + di 2 anni dalle mie dimissioni da apprendista commessa, posso ricominciare nuovamente l'apprendistato presso un nuovo datore di lavoro? Io spero di si poiché il fatto di aver già lavorato come apprendista commessa in un negozio mi potrebbe negare la possibilità di trovare lavoro presso altri negozi che assumono apprendiste commesse.

    Saluti

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    No Paolo, lui non può cacciarti da un momento all'altro, se non per giusta causa (assenze ingiustificate, furti o cose simili) o per giustificato motivo (riduzione di personale). All'inizio del contratto hai avuto un periodo di prova ed è li che il tuo datore di lavoro doveva giudicare le tue doti personali e professionali. Quindi il mio consiglio è di parlarci chiaramente e chiedergli di darti una ulteriore possibilità, anche se ritieni che non hai avuto cali di attenzione. L'apprendistato serve ad imparare il lavoro, quindi anche questo è un lato dell'apprendimento. Poi dipende anche da te, se ritieni che puoi andare avanti oppure non è più il caso di proseguire. Valuta bene e vedrai che non ci saranno altri problemi.

  • paolo

    salve mi chiamo paolo ho un contratto di apprendistato professionalizzante durata 36 mesi e tutto assieme i mio titolare dice di trovarmi un altro posto di lavoro perchè non gli piace più come lavoro anche che io so che e per la crisi allora la mia domanda è lui mi può cacciare prima che finisce il contratto__

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Ciao Giada, il tuo datore di lavoro non può farti un altro tipo di contratto senza il tuo consenso. Tutti i contratti di lavoro vanno comunicati per iscritto e devono necessariamente essere sottoscritti da entrambe le parti

  • giada

    Buonasera sono giada,ho 26 anni a luglio mi scade il contratto di apprendistato,per quanto ho capito,se non ci sono gravi motivazioni passerei operaia,se al momento del rinnovo mi accorgessi che mi hanno solo cambiato mansione es.da addetta alle vendita a cassiera..avrei altri anni di apprendistato? cosa dovrò fare?ma dopo i 29 mi dovrebbero passare operaia in tutti i modi..o possono trovare altre escamotage?grazie

  • Veronica

    si ho fatto l'anno scorso il corso di formazione per apprendisti e un'altro corso di marketing, ho fatto vedere qualche busta paga alla CGIL..sembrerebbe tutto ok..ci hanno assunte tutte nel solito anno,speriamo di diventare operaie tutte il prossimo anno..

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Secondo me in azienda così piccola non possono essere assunte 3 apprendiste, magari ti conviene chiedere assistenza ad un sindacato di categoria, o ad un avvocato perchè secondo me c'è qualcosa che non quadra… facci sapere cosa dicono.

    Ma la formazione l'hai fatta?

  • Veronica

    Siamo in tre apprendiste e due o tre soci..approposito,in caso di crisi dell'azienda se avvenisse un licenziamento e siamo tre ragazze con il solito contratto,c'è una "gerarchia"nel senso che è più a rischio l'ultima arrivata?? come funziona? grazie ancora

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Ciao Veronica, ultimamente la Cassazione ha di fatto indicato che il contratto di apprendistato è a tutti gli effetti un contratto a tempo indeterminato. Quindi in teoria il tuo contratto dovrebbe automaticamente essere trasformato al termine del periodo di apprendistato, quindi al raggiungimento della qualifica. Per quanto riguarda il preavviso non ci sono regole per i tempi, però la trasformazione dev'essere anticipata da un nuovo contratto di lavoro, che dev'essere accettato dal dipendente, ma stiamo parlando di pochi giorni prima della scadenza del contratto di apprendistato.
    Una domanda: ma quant dipendenti ha la tua azienda?

  • Veronica

    Buongiorno,ho 23 anni vorrei porle un quesito riguardante il mio contratto di apprendistato part time.. stipulato nell'ottobre 2006 ho la qualifica di apprendista commessa di 4° livello con durata di apprendistato di 48 mesi, altre mie due colleghe hanno questo tipo di contatto ma io sono stata assunta 7 mesi prima delle altre,sarei la più "anziana".La mia domanda è, alla fine del contratto la mia titolare può interrrompere il rapporto lavorativo anche se non ci sono mai stati problemi,o passo di diritto automaticamente operaia a tempo indeterminato? Nell'eventualità il titolare è tenuto,sotto mia richiesta a darmi il preavviso di rinnovo o non rinnovo del contratto qualche settimana prima? Grazie

  • http://www.facebook.com/antonio.maroscia Antonio Maroscia

    Guarda, questo è un caso talmente lampante che merita solo indignazione. Se la tua è una piccola azienda, senza sindacati interni, devi tener presente che dovrai, in un modo o nell'altro, far valere i tuoi diritti direttamente col datore di lavoro. Quindi puoi semplicemente parlarci, facendo presente che le cose non vanno bene e cercando un accordo. Se lui non vuol capire dovrai iniziare una vertenza tramite sindacati di categoria o avvocato di lavoro. Quindi valuta bene il da farsi e prima di agire rivolgiti a qualcuno.

  • Antonio

    Salve, sono un ragazzo di 25 anni compiuti adesso, volevo porvi il mio problema. Lavoro da cira 3 anni per la stessa ditta, con contratto a termine, rinnovati sempre di seguito, alla scadenza dell ultimo contratto, prima di compiere 25 anni, mi hanno fatto un contratto apprendistato(art. 16L 196/97, inquadrato al 2 livello), con i tempi che corrono ho dovuto firmarlo visto che é difficile trovare lavoro, ora mi chiedo come può accadere che ti mettono in condizioni di accettare le loro condizioni? la retibuzione è minima, non arrivo a fine mese! lavoro nello stesso settore di prima, anche se nel contratto dovrebbe essere un altro, non faccio nessun tipo di corso, formazione e cose varie, lavoro 40 ore settimanali, se capita lo straordinario e a breve devo iniziare a lavorare anche di notte. Sono apprendista, e sono io a insegnare il lavoro ai nuovi dipendenti assunti con contratto a termine che guadagnano piu’ di me. quello che è peggio è che alla fine dei 24 mesi sarà come prima, con contratti a termine o peggio ancora neanche quello! cosa posso fare? come far valere i miei diritti? NON SI PUò CHIAMARE APPRENDISTATO, MA SFRUTTAMENTO!

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Le ferie rimangono accumulate, a meno che tu e il datore di lavoro vi mettiate d'accordo diversamente, ma non possono andare perse.

  • Veronica

    buona sera,
    vorrei sapere , quando si passa da un contratto di apprendista ad un contratto a tempo indeterminato, le ferie accumulate, vengono perse oppure vengono pagate?
    grazie

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Ciao Wendi e scusami per il ritardo…

    Visto il livello penso che stiamo parlando del CCNL Grafici Editoriali Industria;

    l'apprendistato per il liv D2 ha una durata di 36 mesi e gli scatti sono semestrali:
    1. 60% 2. 65% 3. 70% 4. 75% 5. 80% 6. 90%

    La paga lorda di riferimento è 1256,2 per 13 mensilità e gratifica natalizia.

    Penso sia un buon contratto, soprattutto se sei alle prime armi e hai intenzione di imparare questo lavoro.

  • Wendy

    Buona sera Antonio!!!!grazie per i suoi consigli e risposte a noi care…volevo chiedere quando prende un apprendista con contratto Grafico al livello D2? e se è vero che gli scatti sono semestrali…a me vorrebbero farlo per 3 anni.grazie mille!

  • Matteo I.

    Il datore, come a detto bene Antonio, può "qualificare" l'apprendista assumendolo a tempo ind. anche prima della scadenza naturale. Se però cio' non accade, come mi pare sia il caso, il problema ricade nella certificazione e documentazione che si doveva produrre nei 3 anni e 6 mesi di apprendistato. La legge infatti dispone che sia dovere del datore formare l'apprendista almeno per 120 ore annue, parliamo quindi di annualità formative. L'apprendista può richiedere la certificazione delle competenze acquisite,al datore o all'ente formativo che ha gestito la formazione, in maniera tale da scontare i tre anni fatti nell'eventuale prossimo contratto di apprendistato.
    Saluti

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Spero che qualcuno mi corregga se sbaglio, ma secondo me raggiungere la qualifica in anticipo, il tuo datore di lavoro dovrebbe trasformare il tuo contratto a tempo indeterminato con la qualifica raggiunta. In quel modo avresti sicuramente l'attestato di qualifica.

  • FRANCESCA

    Buongiorno, un informazione: se un apprendista impiegato tecnico settore edilizia si dimette prima della scadenza del contratto di apprendistato ( 4 anni ), il datore di lavoro può comunque rilasciare una qualifica per evitare la riassunzione in un altro posto di lavoro come apprendista? Il lavoro effettuato come apprendista è di 3 anni e 6 mesi. Grazie

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Grazie Matteo, penso sia più o meno la spiegazione che ho dato io pochi commenti più sotto, solo in maniera più spiccia. Ben vengano comunque le integrazioni come le tue. La mia esperienza è a livello aziendale e quindi ti dico che di escamotage per aggirare in qualche modo la legge ce ne sono molti, anzi troppi. Si dovrebbe mettere qualche pezza a questa norma, anche perchè se è vero che da ora in poi si potrà fare l'apprendista da 15 anni, si corre il rischio di fare gli apprendi da 15 a 29 anni… mi sembra un po' troppo, anche in tempi di crisi!!

  • Matteo I.

    Salve Antonio,
    se posso volevo lasciare un contributo sulla riassunzione per più volte con contratto di apprendistato. Premetto che l'apprendistato è stato giuridicamente riconosciuto come un contratto a tempo indeterminato, ossia l'aspetto a causa mista (formazione/lavoro) vige solo in ragione di una formazione erogata dal datore e tale da portare alla qualifica il dipendente. Per cui una volta che la formazione viene erogata e certificata un apprendista, per esempio barista, finito il contratto non può nella stessa azienda essere riassunto come apprend.barista, ma soltanto qualificato a T.Ind. A meno che…non voglia fare il cuoco o qualsiasi altra qualifica che non sia barista. Se poi cambia lavoro e azienda è normale che potrà tornare apprendista. Il concetto è: se la formazione viene svolta e certificata (attenzione qui è il punto, perchè se non risulta niente rimanete apprendisti) al termine del contratto si può tornare a fare l'apprendista nella stessa azienda solo se è cambiata la qualifica contrattuale e per esperienza vi consiglio nel caso vi succedesse di stare attenti alle qualifiche, perchè questo è l'escamotage più usato dalle aziende per riassumere la stessa persona come apprendista.
    Saluti

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Cia Stephanie,

    da quello che vedo non hai mai terminato il tuo percorso di formazione, quindi l'azienda è legittimata a farti un altro contratto di apprendistato. L'unico appiglio sarebbe se l'azienda che ti assume è sempre la stessa oppure il contratto di apprendistato riguardasse sempre le stesse mansioni. Però cambiando CCNL devi ricominciare il percorso di formazione per arrivare alla qualifica indicata.

  • STEPHANIE

    Buon giorno Antonio,
    volevo chiedere una cosa, io nel 2005 ho fatto l'apprendista impiegata di V livello per un azienda che è durato un anno. poi nel 2007 un altro uguale di un anno (contratto di commercio) ora vogliono farmi un contratto di apprendista con contratto di grafici posso farlo ancora?…io ho 26 anni?

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Ciao Piero, l'unico modo per dimostrare che effettivamente presti delle ore di lavoro in più presso la tua azienda sono i testimoni. Questi potrebbero essere chiamati a testimoniare in una eventuale causa di lavoro, però devi valutare bene la situazione.

    Per il sindacato io ti consiglierei la CGIL, ma ce ne sono altri altrettanto validi e poi non servono i soldi per rivolgersi ad un sindacato, basta che fai la tessera!

  • piero

    ANTONIO buona sera .e grazie per aver risposto!
    si il mio datore a propio queste intenzioni ,dovrei cercare di nn cascare nel tranello diciamo, pero' io le ore in piu' che faccio nn le posso dimostrare come potrei fare?
    mi sono anche informato che su le nostre buste paga c'e una clausola delle ore godute….ipotesi 8 ore (che dovrebero essere un giorno al mese di permesso ) giusto?ma che io nn ho mai fatto !!come potrei fare a dimostrare tutte queste cose !
    un sindacato dove lo trovo !!??!! nn ho soldi da dargli !!
    grazie di tutto!!!

  • http://intensedebate.com/people/butred77 Antonio Maroscia

    Ciao Piero, fai attenzione alle lettere di richiamo, di solito arrivano perchè il datore di lavoro ha in mente brutte cose! Con questo non voglio spaventarti, però stai attento a rispondere e contestare il loro contenuto, magari fatti aiutare da un sindacato…

    Le ore in più dovrebbero essere retribuite, magari di anche questo nella lettera, cioè che hai fatto ritardo, ma compensi le ore che fai in più la sera, cerca un modo prudente per dirlo ;-)

    Per quanto riguarda l'apprendistato la legge prevede espressamente che l'apprendistato non può assolutamente superare i 6 anni, l'ho scritto anche nella guida; molte volte i datori di lavoro usano un escamotage per aggirare la legge, cioè fanno fare all'apprendista due percorsi di formazione differente, però penso che un giudice non approverebbe tale azione.

    Ti consiglio quindi di rivolgerti ad un sindacato per tutelare i tuoi diritti, porta con te tutte le carte relative al rapporto di lavoro e magari facci sapere come va a finire.

  • piero

    ciao mi chiamo piero e faccio il cuoco ho 28 anni
    egreggi signori io vorrei chiedervi una cosa ..
    il fatto e' che ho preso 2 lettere di richiamo per la stessa motivazione ( il ritardo) volevo sapere se azieda puo' mandarti 2 richiami nel arco di una settimana ?
    punto secondo .
    il mio datore di lavoro assoldato il magaziniere per prendere gli arrivi di tutti i dipendenti ma nn le uscite (con un foglio e una penna volanti ..usa e getta)
    il punto e', tutte queste ore in piu' che ho fatto vorre che mi fossero retribuite giustamente visto che mi sta mettendo alle strette e sotto pressione
    punto terzo .
    ma se io ho fatto gia' 6 anni di aprendistato in un altra azienda, ma e' possibile che ne debba fare altri tre? anche se la legge prevede fino ai 29 anni
    grazie di tutto a presto

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Michela, la tua domanda è più che legittima, in quanto dopo aver lavorato tanto per raggiungere una qualifica professionale tornare “indietro” non è facile per nessuno.

    L’unico dubbio che ho al riguardo è che la tua assunzione pregressa come impiegata qualifica di quarto livello sia avvenuta in settore diverso ossia con un contratto collettivo Turismo, mentre oggi hai ricevuto un contratto di apprendistato professionalizzante in un altro settore e quindi con un CCNL diverso dal precedente in cui eri già qualificata.

    In pratica stai imparando un nuovo lavoro e quindi è legittimo da parte del nuovo datore di lavoro reinquadrarti come apprendista.

  • michela

    Scusate… la mia domanda vi potrà sembrare ingenua e pretenziosa ma ho un forte dubbio. Ho 24 anni, e durante gli studi ho sempre lavorato come segretaria in hotel. Il primo datore di lavoro mi ha inquadrato come apprendista (4 liv), poi ho cambiato hotel e ho lavorato per 5 stagioni come impiegata qualificata (sempre 4 liv). ora mi sono laureata e ho cercato un impiego fisso… sono stata assunta come apprendista al 4 liv, quindi inquadrata al sesto per i primi due anni, e al quinto per altri due. Ma mi chiedo… nella mia “storia professionale” ero già stata inquadrata come NON apprendista per quel livello, posso “regredire”??
    Grazie mille….

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Sabrina, un po’ di pazienza!!

    Il datore di lavoro risparmia sulla parte di contributi a suo carico, l’apprendista invece arriva gradualmente a prendere la paga che prenderebbe un operaio o impigato assunto con la qualifica che l’apprendista dovrà raggiungere al termine del suo percorso di formazione. Vedi qui http://digilander.libero.it/rsuxerox/rsuxerox/contratti/conmetal/ccnl.htm alla pagina apprendisti c’è la progressione di cui ti parlo…

  • sabrina

    dw

  • sabrina

    Ma allora qualcuno mi sa dire in 1 anno quanto risparmia un datore di lavoro sull’apprendista?
    E l’apprendista quanto ci perde di euro annualmente?
    Grazie

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao, si esiste una tabella da cui puoi prendere i dati retributivi per la tua qualifica e rapportarli al periodo di apprendistato. Come avrai capito, l’apprendista prende uno stipendio ridotto che aumenta semestralmente fino ad arrivare allo stipendio dell’operaio o impiagato qualificato.

  • Ilaria

    Ciao, ho un contratto di apprendistato (Metalmeccanici) come Apprendista operatore al pc della durata di 3 anni. Ho trovato informazioni per quanto riguarda le ore di permesso studio etc, ma non sulla retribuzione. Esiste un minimo retributivo?
    Grazie,
    Ilaria

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Sabrina, quanti anni di formazione prevedeva il contratto iniziale? Se sono 3 anni sei arrivata quasi alla fine e il mio consiglio è di pazientare ancora un po’… comunque se proprio non ce la fai puoi chiedere, ma non pretendere dal tuo datore di lavoro di convertirti il contratto a T. Ind., a lui spetterebbero le agevolazioni per un altro anno e quindi potrebbe andar bene a tutti e due.

  • sabrina

    Salve io ho 28 anni e 2 anni fa ho cambiato completamente lavoro, sono stata assunta come apprendista e ho gia fatto il cfp di 40 ore a settembre 2009 . visto che dopo 2 anni ho imparato il mestiere al 100% potrei dire al mio datore di lavoro di farmi passare operaia?? Capisco che lui ci guadagni e paghi meno tasse, ma io che guadagno meno e lavoro come le altre????
    E poi a quasi 30 anni ed essere apprendista mi sembra una presa per i fondelli…..al corso cfp c’erano solo ragazzine e ragazzini dai 16 ai 20 anni……
    RISP: GRAZIE

  • Matteo Iavicoli

    Salve a tutti,
    vorrei rassicurare Cristian (visto che per lavoro mi occupo anche di apprendistato) sul fatto che se un datore non possiede alla fine di ogni anno di contratto, determinati documenti che attestino lo svolgimento di un percorso formativo, ossia come minino di legge:
    1) un Piano formativo individuale (controfirmato dal lavoratore)
    2) un Registro formativo, o Libretto formativo (con le date, l’orario e le firme dell’apprendista, del docente e del tutor aziendale)

    Sicuramente quel datore è venuto meno ai suoi obblighi contrattuali per cui, a prescindere dalla sanzione amministrativa che puo’ essergli commisurata, il lavoratore a diritto ad essere assunto a tempo indeterminato con la qualifica che avrebbe raggiunto alla fine del contratto di apprendistato.

    Saluti.

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Gianni, io sono un lavoratore come voi, anche se mi occupo nello specifico di Lavoro, e quindi per me è un piacere rispondere ai vostri quesiti nel limite del possibile.

    Per la disoccupazione per gli apprendisti mi ero ripromesso di fare un articolo apposta, ma non ho ancora vuto tempo come vedi… ho comunque parlato di questo argomento qui:
    http://www.lavoroediritti.com/2009/07/la-disoccupazione-ordinaria/

    Prova a vedere in fondo all’articolo, nel quale sono indicate molto chiaramente le risposte alle tue domande. Per ulteriori chiarimenti io consiglio sempre di rivolgersi direttamente agli sportelli INPS di zona, chi meglio di loro possono rispondere a queste domande? In più loro possono vagliare caso per caso, proprio perchè a video hanno tutti i dati dei lavoratori…

  • gianni

    carissimo antonio ,
    grazie per i consigli che giornalmente dai per togliere dubbi che angosciano noi lavoratori- ti domando-
    e’ vero che anche gli apprendisti possono fare domanda di disoccupazione e come fare? e i requisiti?
    ti saluto cordialmente

  • christian

    Grazie Antonio per il suggerimento, in questa settimana, appena mi sarà possibile avrò un colloquio con il sindacato per chiarire la mia posizione. Grazie immensamente

  • http://www.lavoroediritti.com Antonio Maroscia

    Ciao Christian, anche se la legge prevede la formazione, molte volte le regioni, che avrebbero dovuto recepire la normativa nazionale, hanno avuto ritardi nell’emanazione delle leggi specifiche. Il mio consiglio è di rivolgerti ad un avvocato esperto in lavoro della tua zona, oppure ad un sindacato di categoria. Comunque a primo impatto mi verrebbe da dirti che gli estremi ci sono tutti. Facci sapere

  • christian

    Ho una domanda. in questi ultimi 4 anni sto lavorando con contratto di apprendistato, non ho mai seguito corsi di formazione esterni. mi è giunta voce che quindi l’azienda ha l’obbligo di assunzione obbligatoria, è vero oppure no?

    – christian -

  • Antonio Maroscia

    Ciao Matteo, ti rispondo al posto di Massima,

    in effetti è da un po’ che ho in programma di ampliare questa guida proprio per inserire le norme relative alla formazione dell’apprendista contenute nel decreto cd “Sacconi”; lavorando in Molise non ho ancora dovuto prenderle in considerazione in quanto la mia Regione non le ha ancora recepite formalmente, quindi siamo ancora in una fase transitoria. Comunque se vuoi il nostro invito a scrivere per Lavoro e Diritti è sempre valido… a presto Antonio

  • Matteo Iavicoli

    Ciao Massima,
    complimenti per l’articolo. Mi permetto di integrare alcune informazioni.
    La durata minima di due anni dell’apprendistato professionalizzante dopo il decreto “Sacconi” 112/2008 è stata eliminata, cosi come il monte ore annuale, che in caso in cui il ccnl lo preveda può essere anche inferiore. La certificazione delle competenze, nel caso in cui il lavoratore desideri acquisire una qualifica professionale, è rimessa alle Regioni attraverso gli enti formativi accreditati. La sanzione prevista nel caso in cui l’azienda sia l’unica responsabile della mancata formazione del lavoratore è pari alla differenza tra la contribuzione dovuta e quella versata, maggiorata del 100%.
    Un abbraccio.

Cerca nel sito

Newsletter

RICEVI I NOSTRI ARTICOLI VIA EMAIL



A BREVE RICEVERAI UNA EMAIL PER DARE CONFERMA D'ISCRIZIONE

Google+