Lavori usuranti: modello domanda riconoscimento lavori pesanti

Disponibile sul sito inps il modulo per la domanda di prepensionamento per chi svolge lavori usuranti.



L’Inps con messaggio nr. 16762 del 25 agosto, fornisce alcune indicazioni per la compilazione della domanda per l’accesso al trattamento pensionistico anticipato per chi svolge lavori usuranti ex d.lgs nr. 67/2011.

Nel messaggio Inps si fa riferimento alla circolare n. 22/2011 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con la quale, si sono fornite le prime indicazioni  operative con particolare riguardo a coloro che, ai sensi dell’articolo 2, comma 1, lettera a) dello stesso decreto legislativo, sono tenuti a trasmettere la domanda di accesso al beneficio entro il 30 settembre 2011, in quanto abbiano “già maturato o maturino i requisiti agevolati di cui all’articolo 1 entro il 31 dicembre 2011”.

Il messaggio, riepiloga brevemente quali siano i soggetti che hanno diritto al prepensionamento nonchè, le condizioni per l’esercizio del diritto, nonchè la “domanda di accesso al beneficio”

Domanda di accesso

Anche qui, in merito ai dettagli della domanda di prepensionamento, si richiama la circolare del Ministero del lavoro nr. 22/2011.

“Il lavoratore interessato deve trasmettere alla sede territorialmente competente dell’ente previdenziale, presso il quale lo stesso è iscritto, la domanda intesa ad ottenere il riconoscimento dello svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti e la necessaria documentazione entro i termini fissati dal decreto legislativo.

Per i lavoratori che hanno già maturato o maturino i requisiti agevolati entro il 31 dicembre 2011 la data ultima entro la quale deve essere presentata la domanda è fissata al 30 settembre 2011.

I lavoratori iscritti all’INPS debbono presentare la domanda, anche tramite Patronati,  per la quale è stato predisposto il modello AP45, e disponibile sul sito internet WWW.INPS.IT nella sezione moduli.

Le domande presentate in data anteriore a quella del presente messaggio sono da ritenere utilmente presentate.

La documentazione, da produrre a corredo della domanda, deve essere consegnata alla competente Struttura territoriale a cura dell’interessato o del Patronato che lo rappresenta.

La domanda  intesa ad ottenere il riconoscimento dello svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti  può essere presentata anche da lavoratori dipendenti che abbiano svolto lavori faticosi e pesanti e che raggiungono il diritto alla pensione di anzianità con il cumulo della contribuzione versata in una delle Gestioni Speciali dei lavoratori autonomi.

In tali casi, la riduzione del requisito anagrafico e delle quote deve essere effettuata in funzione dei requisiti previsti, dalla legge n. 247 del 2007, per i lavoratori autonomi.

Così come stabilito dalla circolare ministeriale nr. 22/2011 per la procedibilità della domanda intesa ad ottenere il riconoscimento dello svolgimento di attività particolarmente faticose e pesanti è necessario:

  • la manifestazione di volontà dell’interessato;
  • la specificazione dei periodi per i quali sono state svolte le attività che danno accesso al beneficio;
  • la documentazione minima necessaria indicata nella tabella A allegata alla circolare stessa.

Con riferimento alla documentazione minima necessaria il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha chiarito nella più volte citata circolare che in assenza della documentazione minima necessaria, in alcuni casi indicata in via alternativa e cioè equipollente, la domanda non potrà essere considerata procedibile.

Peraltro il predetto Dicastero ha precisato che la documentazione, prodotta in copia, che il datore di lavoro è tenuto a rendere disponibile per il lavoratore, entro trenta giorni dalla richiesta, tenuto conto degli obblighi di conservazione della medesima, deve riportare, salvo casi di comprovata impossibilità, la dichiarazione di conformità all’originale rilasciata dal datore di lavoro o dal soggetto che detiene stabilmente la documentazione in originale. Tale dichiarazione dovrà essere accompagnata da copia di un documento valido di identità del dichiarante.

Tutta la documentazione dovrà risalire all’epoca in cui sono state svolte le attività particolarmente faticose e pesanti e  non può pertanto essere sostituita da dichiarazioni rilasciate “ora per allora”.

La domanda di accesso al beneficio deve essere considerata validamente presentata, anche ai fini dell’individuazione della priorità di cui all’articolo 3 del decreto legislativo n. 67, in presenza della sola manifestazione di volontà, con riserva di integrazione degli elementi entro il 30 settembre 2011.

Dovranno essere considerate valide le domande di accesso al beneficio presentate dal 26 maggio 2011, data di entrata in vigore del decreto legislativo n. 67, ancorché mancanti della specificazione dei periodi di svolgimento delle attività lavorative particolarmente faticose e pesanti e della documentazione rilevante ai fini della procedibilità, purché comunque tali elementi siano integrati entro il 30 settembre 2011.

Sarà compito delle strutture territoriali di contattare con sollecitudine i lavoratori iscritti affinché la domanda dagli stessi presentata venga corredata della necessaria documentazione entro il predetto termine del 30 settembre 2011, ai fini della procedibilità della domanda stessa in esito della quale può essere esercitato il diritto per accedere al trattamento pensionistico anticipato, previa presentazione di apposita domanda”.



Articoli correlati



Commenti

  • simone

    giuseppe sono nella tua stessa situazione.
    Hai news?

  • P .Giuseppe

    Mi è stata rifiutata la domanda di pensione da parte dell' INPS per lavori usuranti ,non risulta la voce sul foglio di presentazione della medesima. Ho chiesto in precedenza a persone competenti che lavorano per il ministero del lavoro se rientro in tale ambito e mi hanno risposto positivamente.
    ( il mio lavoro ,trattamenti Galvanici consiste nel maneggio di sostanze altamente tossiche e cancerogene , cianuri nichel e cromo.) Potrei avere una risposta su cosa posso fare.
    Ringrazio vivamente ,cordiali saluti P. Giuseppe

  • lucrezia

    se il lavioro di autista di camion o tir e considerato lavoro usurante e quanti contributi ci vogliono x la pensione oltre all eta

Cerca nel sito

Newsletter

RICEVI I NOSTRI ARTICOLI VIA EMAIL



A BREVE RICEVERAI UNA EMAIL PER DARE CONFERMA D'ISCRIZIONE

Google+