Ferie, R.o.l. ed ex festività nel Commercio

Oggi la dott.ssa Monica Romano va ad analizzare Ferie, R.o.l. ed ex Festività nel CCNL Commercio e Terziario


Ferie, R.o.l. ed ex festività nel Commercio

Negli articoli precedenti abbiamo approfondito temi importanti come malattia e maternità ed ora, dopo la pausa estiva, proseguiamo nell’analisi del CCNL Commercio e Terziario, concentrando la nostra attenzione su un argomento che spesso suscita interrogativi fra i lavoratori: le ferie ed i permessi retribuiti.

Ferie

I dipendenti, sia quelli a tempo pieno che a part-time orizzontale o verticale, hanno diritto a 26 giorni di ferie nell’anno. Questo significa che il dipendente matura 2,16 giorni per ogni mese di lavoro (2,16 x 12 mesi di lavoro è uguale a 25,92 arrotondato a 26).

Leggi anche: La maternità nel contratto del commercio e terziario

Ai fini del computo delle giornate di ferie, il contratto prevede che la settimana sia di sei giorni lavorativi, indipendentemente dalla distribuzione dell’orario di lavoro nella settimana. Pertanto al dipendente che lavora cinque giorni alla settimana (è il caso di chi non lavora il sabato e la domenica) saranno scalati sei giorni per ogni settimana di ferie, non cinque.

Lo stesso vale per il dipendente con un orario part-time verticale, ovvero che lavora solo in alcuni giorni della settimana: anche se l’orario prevede, supponiamo, tre giorni lavorativi, i giorni di ferie scalati saranno comunque sei. I giorni festivi, così come quelli di sopraggiunta malattia, non vengono considerati ai fini del computo delle ferie.

Esempio

Mese di agosto 2012, dipendente che lavora dal lunedì al venerdì, in ferie tutto il mese.

I giorni trattenuti saranno 26, poiché:

  • nella prima settimana (1/4 agosto) saranno trattenuti quattro giorni poichè la settimana è “spezzata”(i primi due giorni cadevano in luglio);
  • nella seconda (5/11 agosto) 6 giorni;
  • nella terza (12/18 agosto) 5 giorni, essendo il 15/8 festivo;
  • nella quarta (19/25 agosto) 6 giorni;
  • nella quinta (26/31 agosto) 5 giorni, poiché la sesta giornata (il sabato che cade il 1 settembre) sarà computata sullo stipendio del mese successivo.

Ipotizziamo un residuo di ferie di 30,2 giorni al 31/07/2012. Per verificare la correttezza del computo delle ferie residue sul cedolino di agosto, il dipendente dovrà fare la seguente operazione:

  • 30,20 + 2,16 – 26 = 6,36



Articoli correlati


Cerca nel sito

Se vuoi rimanere aggiornato su tutti i nostri articoli inserisci la tua email nel box qui sotto



A BREVE RICEVERAI UNA EMAIL PER DARE CONFERMA D'ISCRIZIONE

Google+