Aspi e contratto a progetto


  • Partecipante
    Simone85 in #44441

    Buonasera,

    ho un problema e spero che qualcuno di voi mi possa aiutare….dal 17/01/2013 percepisco l’ ASPI avendo i requisiti richiesti.

    Ieri una società mi ha offerto un contratto a progetto ( parasubordinato) di 1 mese per una collaborazione a 1000 EURO LORDI. Se accettassi, dopo che termino tra un mese mi ridanno la parte mancante degli otto mesi o essendo parasubordinato perdo l’assegno di disoccupazione???

    Aspetto notizie per capire cosa fare…

    Grazie mille


    Partecipante
    spartacus in #47077

    Se si tratta di Aspi alla fine del contratto riprendi da dove hai lasciato.


    Keymaster
    Antonio Maroscia in #47078

    Ciao Simone, spero che qualcuno possa contraddirmi ma da esperienza personale con la vecchia disoccupazione ordinaria in un caso analogo non avresti più potuto ripresentare la domanda. Questo perchè dovresti interrompere la disoccupazione e poi ripresentare domanda, solo che a quel punto non avresti più il requisito del licenziamento.

    Per l’ASpI c’è un periodo di sospensione fino a 6 mesi, ma non si parla di lavoro parasubordinato http://www.lavoroediritti.com/2012/12/assicurazione-sociale-per-l-impiego-tutto-su-aspi-e-mini-aspi/2/

    Il mio consiglio è di andarci con i piedi di piombo ed informarsi direttamente presso uno sportello INPS. Purtroppo immagino già la loro risposta che sarà più o meno questa: “al termine della nuova occupazione a progetto faccia nuova domanda di ASpI e noi le risponderemo se le spetta” 🙁


    Partecipante
    Simone85 in #47079

    Vi ringrazio per le risposte.La cosa secondo me assurda é che il contact center dell inps mi ha detto come spartacus e che quando terminerò il co pro riprenderó l indennitá.Invece l’ impiegata dell inps allo sportello mi ha detto di rifare domanda al termine e la esamineranno ma essendo co pro tra le righe mi ha detto che essendo paragonato al lavoro autonomo devo dichiarare il reddito presunto e se raggiungo un certo limite perdo l ASPI….


    Partecipante
    spartacus in #47080

    Improponibile fare la domanda dopo aver finito il co. co. pro. Sarebbe come dire finisci un attività autonoma, perché di questo si tratta, e chiedere l’aspi. Per quanto ne so io, la cosa va tutto in automatico tramite unilav, te la bloccano quando inizi e te la riprendono quando finisci.


    Keymaster
    Antonio Maroscia in #47081

    Si, con la nuova ASpI so che c’è la sospensione, mentre prima avrebbe dovuto ripresentare domanda, questo te lo dico per esperienza personale. Il mio unico dubbio è che nella legge non si parla di lavoro parasubordinato ma autonomo, che non sono la stessa cosa. Ecco perchè non mi sento di dare una certezza…


    Partecipante
    spartacus in #47082

    Ecco cosa ho trovato (fonte Inps): in caso di svolgimento di lavoro autonomo o parasubordinato, dal quale derivi un reddito inferiore al limite utile alla conservazione dello stato di disoccupazione, il soggetto titolare dell’indennità di disoccupazione ASpI deve, a pena di decadenza, informare l’INPS entro un mese dall’inizio dell’attività, dichiarando altresì il reddito annuo che prevede di trarre dall’attività.
    Nel caso in cui il reddito rientri nel limite di cui sopra, l’indennità di disoccupazione è ridotta di un importo pari all’80% dei proventi preventivati.

    Da ciò possiamo dedurre che entro determinati limiti, e credo che per un lavoro di un mese i limiti presumibilmente non siano superati anche se l’inps non da somme da non superare, non ci sia nemmeno la sospensione dell’indennità aspi.
    Solo in caso non si avvisi l’Inps entro un mese dall’inizio della nuova attività si decade definitivamente.


    Keymaster
    Antonio Maroscia in #47083

    Ok, ha ragione spartacus, infatti mentre nella legge 92/2012 si parla solo di lavoro autonomo nella circolare 142/2012 l’Inps ha inserito anche il lavoro parasubordinato http://www.lavoroediritti.com/2012/12/indennita-di-disoccupazione-aspi-e-mini-aspi-circolare-esplicativa-inps/

    Però il meccanismo non è automatico e non vi è sospensione, ma funziona così:

    Nel caso in cui la nuova attività, in questo caso lavoro a progetto, non superi i limiti per perdere lo status di disoccupato (4500 €) il lavoratore è tenuto entro un mese dall’inizio, a fare una comunicazione all’INPS con la quale informa l’Istituto di questa nuova attività e dichiara quanto reddito prevede di avere. L’80% di quel reddito verrà decurtato proporzionalmente ai mesi dalla indennità percepita. Quindi più o meno nel caso di cui sopra parliamo più o meno di (900 *80%) / 12 per i mesi restanti di ASpI. Se l’Aspi è iniziata a gennaio finirà a settembre, quindi se il lavoro si svolge a aprile il conto sarà:

    (900 * 80%) / 12 * 5= 300 €

    300 € sono totali e non mensili…

    Ovviamente il mio è un calcolo approssimativo e non sono neanche sicuro che anche l’INPS ragioni così, ma spero di aver reso l’idea 😉


    Partecipante
    Simone85 in #47084

    Scusate ricapitolando…se mi tolgono l 80 percento di quello percepito nel contratto a progetto cosa succederà alla mia indennità quando termineró?
    In poche parole la pecepirò ancora? Io ho percepito di aspi 900 euro mensili…quanto sarà dopo il co co pro?


    Partecipante
    Simone85 in #47085

    Rileggendo il mio mex non so se son stato chiaro….secondo le vostre interpretazioni alla luce del mio contratto co co pro di 1 mese per 1000 euro lordi…quanto percepiró mensilmente di aspi per i 6 mesi che mi mancano che non ho ancora percito??

    Io a febbraio ho percepito 916 euro di aspi

    Vi rigrazio

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 17 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.