Licenziamento e legge 407

Condividi con:

FacebookTwitterGoogle


Postato in: Argomenti vari


  • Partecipante
    Lucky65 in #44685

    Salve, sono stato assunto come impiegato amministrativo livello C del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i lavoratori della piccola e media industria chimica e settori accorpati: “CHIMICA – Piccola e Media lndustria”.
    Mi hanno fatto un contratto a tempo indeterminato part-time 20 ore settimanali il 16 aprile di quest’anno, l’azienda ha goduto delle agevolazioni per la Legge 407.

    Il 31 agosto 2013 ho ricevuto lettera di licenziamento con la seguente motivazione:

    a causa della non operatività della ns. società.

    Volevo sapere, se dopo l’iscrizione alle liste di collocamento posso “riprendere” i requisiti della Legge 407 e se posso ottenere una mini ASPI.

    L’azienda licenziataria è una spa, secondo voi ha dato una motivazione valida? Può licenziare e riassumere altri lavoratori con la 407/90?

    Grazie per le eventuali risposte.


    Partecipante
    spartacus in #48052

    Puoi riprendere i requisiti della 407 se nel 2013 non hai superato un reddito imponibile irpef di 8000 €. Potrai certamente fare domanda di mini aspi se il tuo imponibile Inps supera i 2576,21 (l’imponibile va riferito al periodo settembre 2012/agosto 2013 e non solo quello dell’ultimo rapporto di lavoro). la giustificazione mi sembra più che valida, in pratica non c’è lavoro ed è costretta al licenziamento giustificato motivo oggettivo. Per quanto ne so, licenziando uno con la 407 non può assumerne altri per un periodo di 6 mesi o addirittura un anno, non ricordo bene. Ovvio che se dovesse aver bisogno di mano d’opera tu sei privilegiato. Dovesse assumere altri puoi anche fare ricorso al giudice.


    Partecipante
    Lucky65 in #48053

    Grazie Spartacus, la tua risposta mi è molto utile.


    Partecipante
    Lucky65 in #48054

    A luglio avevo chiesto all’azienda che ora mi ha licenziato il rimborso del mio 730, erano circa 300 euro. L’azienda non me lo ha pagato perché non pagava l’irpef. Ora il mio rimborso che fine fa, considerando che l’azienda mi ha anche licenziato?

    Grazie come sempre per l’eventuale risposta.


    Partecipante
    spartacus in #48055

    L’azienda segnalerà sul cud che ti rilascerà per l’anno d’imposta 2013, la somma che non ha potuto erogarti. Potrai fare 2 cose: o fare da subito l’unico integrativo e chiedere il rimborbo o portare il credito in detrazione oppure non fare niente per quest’anno e mettere il credito del 730 nella dichiarazione dell’anno prossimo. C’è una nuova legge che permette di avere il rimborso tramite il 730 per chi ha perso il lavoro e non ha il sostituto d’imposta chiedendolo direttamente allo stato. A tale proposito ti invito a leggere l’articolo pubblicato nei giorni scorsi su Lavoro e Diritti http://www.lavoroediritti.com/2013/08/730-rimborsi-veloci-anche-per-i-disoccupati/

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 7 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.

Condividi con:

FacebookTwitterGoogle


Iscriviti GRATIS alla nostra Newsletter