Rubrica Cinema e Lavoro: lavorare con lentezza

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Per la rubrica Cinema e Lavoro Francesca Serrao ci propone un bel film di repertorio, Lavorare con lentezza di Guido Chiesa

Lavorare con lentezza di Guido Chiesa

con Claudia Pandolfi, Valerio Mastandrea, Tommaso Ramenghi

“Lavorare con lentezza senza fare alcuno sforzo… chi è veloce si fa male e finisce in ospedale… in ospedale non c’è posto e si può morire presto”. Con queste parole della celebre canzone contro la guerra inizia il film di Guido Chiesa, famoso regista italiano che nel 2004 propone una rappresentazione di quella che è stata la conquista di un modo nuovo di vedere il lavoro.

Durante gli anni delle brigate rosse e della polarizzazione estrema tra capitalismo e comunismo, Radio Alice 100.Mhz si pone come filtro di un modo di interpretare il mondo. Diviene soprattutto una cassa di risonanza di una modalità di pensiero alternativo alle leggi del sistema.

Presentato in concorso alla 61 mostra di Venezia, “Lavorare con lentezza” si pone come una pellicola al limite tra il documentario e la narrazione romanzata. Alcune scene sono, infatti, di repertorio, ma quello che c’è di molto reale è il clima che si respira: a partire dal conflitto generazionale tra genitori del dopo guerra e giovani trentenni assetati di avere un loro posto nel mondo. Vi è poi il confronto con le forze dell’ordine, l’idea di giustizia o ingiustizia imposta e quella percepita.

Ciò che emerge è un forte senso del gruppo. La ricerca di una propria identità sociale nella confusione del momento porta alcuni a deviare la voglia di cambiamento verso forme di criminalità. Anche in questo Radio Alice diviene portavoce di tale situazione, accompagnando lo spettatore in questo percorso di scoperta o semplicemente di ricordo di uno dei periodi più caldi della storia d’Italia.

I personaggi sono ben scritturati, soprattutto la figura di Claudia Pandolfi e la ricostruzione storica è impeccabile, anche se non si può certo parlare di una visione imparziale del periodo.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Altri articoli interessanti