Decreto milleproroghe 2012: proroga dell'una tantum per i collaboratori a progetto

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Prorogata per tutto il 2012, l'una tantum in favore dei collaboratori a progetto.

Il decreto milleproroghe, 2012, d.lg. nr.216/2011, tra le proroghe in materia di  lavoro, ha prorogato per tutto  il 2012 l’indennità una tantum per i collaboratori a progetto che hanno perso il lavoro, ai sensi dell’art. 19, comma 2, del d.l. n. 185/2008, in presenza dei requisiti previsti dalla stessa norma.

Tale misura era stata riconosciuta inizialmente per l’anno 2009. Successivamente, l’art. 2, comma 130, della legge 23 dicembre 2009, n. 191 (legge finanziaria 2010), ha ampliato, per il biennio 2010-2011, sia i requisiti richiesti che la misura della prestazione.

Il limite di spesa per il 2012 è pari a 13 milioni di euro. I requisiti, come detto, non sono mutati; pertanto, rimane identica l’entità della somma liquidata in un’unica soluzione, pari al 30 per cento del reddito percepito l’anno precedente e comunque non superiore a 4.000 euro; è sempre necessario che i collaboratori  coordinati  e  continuativi  siano, iscritti in via esclusiva alla gestione  separata  presso  l’INPS; inoltre è necessario che:

  • operino in regime di monocommittenza;
  • abbiano conseguito l’anno precedente un reddito lordo non superiore a 20.000 euro e non inferiore a 5.000 euro;
  • con riguardo all’anno di riferimento sia accreditato, presso la predetta Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge n. 335 del 1995, un numero di mensilità non inferiore a uno;
  • risultino senza contratto di lavoro da almeno due mesi;
  • risultino accreditate nell’anno precedente almeno tre mensilità presso la predetta Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge n. 335 del 1995.

Per ogni altra informazione e per la domanda, seguite il link. Ulteriori ed eventuali aggiornamenti anche da parte dell’INPS verranno, nel caso, segnalati.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti