Progress: programma comunitario per occupazione e solidarietà sociale

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Linee di azione generali del Piano di lavoro annuale 2013 ed i bandi in corso del progetto Comunitario Progress

Il programma PROGRESS, si propone di contribuire al conseguimento degli obiettivi della strategia Europa 2020. E’ uno strumento finanziario che sostiene lo sviluppo e il coordinamento delle politiche dell’UE nei seguenti settori:

  • occupazione
  • integrazione e protezione sociale
  • condizioni di lavoro
  • lotta alle discriminazioni
  • parità uomo-donna

In qualità di rappresentante del Programma PROGRESS in Italia, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali rende note le linee di azione generali del Piano di lavoro annuale 2013 ed i bandi in corso. 

Piano di lavoro annuale 2013

Fra le attività pianificate per quest’anno, la Commissione europea prevede il conseguimento di cinque priorità trasversali ai settori del PROGRESS, nello specifico:

  • favorire la modernizzazione del mercato del lavoro al fine di accrescere i tassi di occupazione, soprattutto dei giovani e dei disoccupati di lungo periodo;
  • combattere la povertà, promuovendo l’inclusione sociale e la giustizia e aggiornando i sistemi di protezione sociale;
  • contribuire all’adeguamento del quadro normativo all’evoluzione dei modelli di lavoro e ai nuovi rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro;
  • combattere la discriminazione e promuovere le pari opportunità per tutti e i diritti delle persone disabili;
  • promuovere la parità di genere nell’occupazione e nelle politiche sociali.

Bandi in corso
Sono tre i bandi di PROGRESS attualmente in corso:

  1. l’invito ristretto a presentare proposte in tema di parità di genere pubblicato dalla DG Giustizia della Commissione dal titolo ‘Sostegno alle azioni nazionali per la parità tra donne e uomini, in particolare nei ruoli decisionali relativi all’economia’.  Le risorse indicativamente disponibili per il presente invito sono pari a € 2.600.000 euro.
    Ogni Paese partecipante al PROGRESS può presentare una sola proposta progettuale da parte del  beneficiario principale come sopra descritto.

Il contributo richiesto non può eccedere la somma di € 260.000. Sarà data priorità alle richieste che superano la cifra di €100.000 pur non escludendo la possibiltà di finanziare progetti di importo inferiore qualora il loro impatto sia significativo.
Il contributo della Commissione non può superare l’80% dei costi elegibili dell’azione. La scadenza per la presentazione delle domande è il 31 gennaio 2013.

2. l’invito a presentare proposte ‘Call for proposals for social policy experimentations’ dedicato al miglioramento della qualità e dell’efficacia delle politiche sociali e a facilitare il loro adeguamento ai nuovi bisogni sociali e alle sfide della società umana (VP/2012/007), scadenza 15 febbraio 2013.

I temi proposti dalla Commissione per il seguente bando sono:

  • la  promozione di misure di attivazione dei giovani al fine di contrastare e  prevenire la disoccupazione giovanile, soprattutto di coloro che si trovano a fronteggiare più ostacoli nell’ingresso nel mercato del lavoro (es. residenti in aree rurali, aree urbane svantaggiate, aree remote o periferiche, ecc.), in linea con quanto previsto dall’ “Iniziativa opportunità per i giovani” (COM (2011) 933 final) relativamente all’abbandono scolastico, al sostegno allo sviluppo di
    competenze, alla facilitazione della transizione scuola-lavoro e all’accesso al mercato del lavoro europeo;
  •  l’offerta di servizi di qualità per l’infanzia dal punto di vista dell’accessibilità, della convenienza economica, delle competenze del personale e della presenza di meccanismi controllo della qualità, che impattano anche sulla parità di genere, sulla povertà, sulla partecipazione delle donne al
    mercato del lavoro, sui tassi di natalità e sullo sviluppo del potenziale umano;
  • la  promozione dell’invecchiamento attivo e in salute attraverso azioni traversali ai settori sanitario e sociale, al fine di garantire l’offerta di servizi sanitari e sociali sostenibili in grado di migliorare le condizioni di salute e la qualità della vita delle persone anziane, compresi il prolungamento della vita lavorativa e la garanzia di condizioni di lavoro dignitose.

Il budget a disposizione del presente invito è pari a € 4.200.000 euro, di cui € 1.000.000 destinati ai progetti dedicati alle misure di attivazione per i giovani. Il finanziamento richiesto dovrà oscillare tra un minimo di € 700.000 e un massimo di € 1.000.000. Il contributo della Commissione non può superare l’80% dei costi elegibili dell’azione.

3.l’invito a presentare proposte dal titolo ‘PARES (PARtnerships between Employment Services). Iniziativa Faro Un’Agenda per nuove competenze e per l’occupazione – Europa 2020’ (VP/2012/013), scadenza 1 marzo 2013.

Concretamente i progetti dovrebbero focalizzarsi su come migliorare, adeguare e riorientare le competenze dei disoccupati e di coloro che cercano di cambiare lavoro al fine di assicurare una transizione progressiva verso l’economia verde e i lavori emergenti in questo settore.

I progetti dovranno dimostrare che le competenze sviluppate e la formazione erogata rispondono alle caratteristiche dell’offerta di lavoro al fine di migliorare la ricollocazione e le possibilità di assunzione dei lavoratori

Per approfondimenti leggi l’informativa sui bandi in corso e vai al sito della commissione europea dedicato a PROGRESS

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti