Rispondi a: Da chi arrivano i sodi per la Naspi?


Partecipante
andrea68 del #55528

Ogni qualvolta un lavoratore accede alle prestazioni della naspi
il datore di lavoro che licenzia deve versare un contributo
che si aggira all’incirca sui 1500 euro,il cosidetto contributo
per il licenziamento ( ma non è cifra fissa ..)
Non è che il datore finanzia la tua naspi o per lo meno lo fa in minima parte.
E’ ovvio che se la decisione proviene da te lui non ha alcun interesse a licenziarti in quanto dovrebbe pagare .
La risoluzione consensuale per dare diritto deve rientrare nell’ambito della procedura conciliativa presso la Direzione Territoriale del Lavoro .
Attento … i 700 euro ,ammesso che sia quello l’importo dell assegno a te spettante,
viene ridotto del 3% a partire dal quarto mese in poi fino alla fine del diritto cioè
il 3% in meno ogni mese.