Rispondi a: Contratto in sostituzione


Partecipante
Rosa Rotunno del #55673

Salve,
Giacché si parla di contratti a tempo determinato stipulati per sostituzione di una malattia, vi pongo il mio quesito. Sono stata assunta da una pubblica amministrazione con regolare contratto sul quale non c’è scritta la durata complessiva del mio incarico perché, per quanto riferitomi dalla responsabile delle risorse umane al momento della firma dello stesso, il titolare del posto aveva una grave e invalidante patologia che mi avrebbe quasi assicurato un posto vacante nella struttura. È passato qualche mese e adesso il mio titolare sta per rientrare in servizio ma con gravi limitazioni fisiche per la patologia avuta certificate dal medico competente, in pratica non farà né notti né festivi, causando disservizio alla struttura. Il mio quesito è, possono prorogarmi l’incarico anche se il mio titolare rientra viste le limitazioni e i turni che inevitabilmente resteranno scoperti a causa del suo rientro??!! Lavoro in un servizio di emergenza/urgenza in cui la presenza della mia figura è indispensabile per garantire il servizio. Esistono normative su cui posso avvalermi??!!
Grazie a chi risolverà questo mio dubbio