Re:Re: Demansionamento e maternità


Partecipante
gabrieledagostino del #45978

Il divieto di demansionamento è disciplianto dall’art.2103 del cod.civ,
se la variazione disposta dal datore di lavoro comporta l’attribuzione di mansioni inferiori,essa è illeggittima e il lavoratore può rifiutarsi di adempiere ai propri obblighi senza incorrere per questo in sanzioni disciplinari, purchè la reazione risulti proporzionata e conforme a buone fede, Cass. 8.8.2003, n.12001.
Quindi sencondo la mia tesi,e secondo il legislatore che legittimamente garantisce il diritto fondamentale della mansione,e quindi l’inappellabilità del datore di lavoro di demansionare il lavoratore a mansioni inferiori per come citato in cotratto,ciò comporterebbe l’avallare di sanzioni amministrative,e civili per quanto concerne l’inapplicabilità del mutamento delle mansioni.