Re:Re: malattia comporto inabilità licenziamento


Partecipante
claudiochekevar del #48385

Pronto…? c’è nessuno …?
direi che me la suono me la canto e, adesso, ultimo intervento, me la ballo. 😀 😮
Il quesito, in sintesi voleva essere: conviene ad un lavoratore invalido chiedere l’aggravamento e a un lavoratore non invalido chiedere il riconoscimento dela invalidità per godere di qualche beneficio ( vedi l’andare in pensione qualche anno prima ma con meno contributi)??
L’eventualità di doversi assentare per un periodo non ben definito a causa delle stesse malattie invalidanti potrebbe essere una giusta causa di licenziamento se correlata alle malattie invalidanti e inabilitanti e se riccorrano le condizioni previste da legge? In questa giusta causa il datore dovrebbe dimostrare la riduzine della capacità lavorativa e potrebbe essere controproducente chiedere all’inps di certificare una invalidità che più alta è e meglio sembrerebbe essere. Ma per chi per il lavoratore o per il datore?
Saluti