AIUTO..PASSARE DA CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO A PROGETTO

Pubblicato in: Argomenti vari


  • Partecipante
    Tatina del #44025

    Ciao a tutti!
    Non so più dove sbattere la testa e ho visto questo sito che credo sicuramente mi potrà aiutare!
    Io lavoro in pubblicità da 6 anni contratto a tempo indeterminato.
    Ora pero’, dato che vorrei essere un po’ più flessibile ed avere più tempo per me e altre attività ne ho parlato con il mio capo che mi proporrebbe un contratto a progetto giorni lavorativi 4 anzichè 5 con una retribuzione che equivale a mille Euro in più del mio normale stipendio attuale. Chiaramente il tutto mi attira molto ma prima vorrei informarmi perché comunque a parte dovrei fare un’assicurazione pensionistica, se dovessi fare un mutuo in futuro dovrei chiaramente tenerne anche conto e da quanto ho capito ci sono altri costi a progetto che invece fin’ora non ho avuto………e non nego che voglio essere sicura e non pentirmi in futuro.
    La cosa che più interessa devo dire la verità, sono i 4 giorni lavorativi…nel giorno libero potrei occuparmi ad attività laterali….e qui la mia domanda: posso fare ad esempio servizi di interpretariato (lavoro che non centra nulla con la mia mansione attuale) se sono a progetto? come funziona? non e’ una partita iva e non ho capito se potrei fare dei lavoretti extra rispettando chiaramente sempre la riservatezza di dove lavoro.
    Grazie mille per i vostri consigli e suggerimenti!!!


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45591

    Ciao Tatina, il contratto a progetto non è neanche paragonabile al contratto a tempo indeterminato, per tutta una serie di motivi. Se proprio vuoi ridurre le ore o i giorni di lavoro ti conviene il contratto a tempo parziale.. può essere orizzontale, es. 4 ore al giorno o verticale, es. lunedì, mercoledì e venerdì. Però in questo modo il contratto precedente è salvo e con esso le ferie, i permessi, 13a, 14a, TFR e poi la malattia, la maternità ecc. diritti che con il cocopro non avresti se non in parte!!


    Partecipante
    gabrieledagostino del #45592

    Indubbiamente sarebbe cosa sconsigliatissima,convertire un rapporto di lavoro da temp.indeterminato a progetto come Co.co.co,ritengo che il suggerimento di Antonio è quello più adeguato ad una scelta saggia e praticamente che vada nella direzione giusta per tutelare la tua posizione lavorativa,scambieresti la stabilità lavorativa,con un contratto precario che non offre chiaramente garanzie,sia sotto il profilo di garanzia,che di durata.
    Tenendo anche bene in considerazione le prestazioni che andresti a perdere con un contratto a progetto,ti consiglio di ponderare la scelta prima,ma nel caso in cui ti decidessi,scegli il rapporto di lavoro a tempo parziale,sicuramente è quello che ti offre maggiori garanzie.


    Partecipante
    Tatina del #45593

    GRAZIE MILLE!!!! Valutero’ questa opzione 🙂


    Partecipante
    kikka74 del #45594

    Buongiorno a tutti sono nuova,
    è possibile che il datore di lavoro possa passare da un contratto a tempo indeterminato a un contrato a progetto senza informare la persona interessata?
    Sono stata assunta nel 2010 con contratto a tempo indeterminato e il tipo di contratto non è stato nè firmato da me nè controfirmato da lui poichè era un tipo di contratto di quelli della Provincia di Roma, ieri per caso sono venuta a sapere che ho un contratto a progetto che scade nel 2015, inoltre dalle buste paga non riesco a carpire nulla. Dove posso avere ulteriori informazioni?
    Grazie per l’aiuto
    Kikka74

consulenza
Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.