Assegno nucleo familiare


  • Partecipante
    Maria74 del #44432

    Gentilissimi,
    ripropongo il quesito già trattato nella sezione commenti per avere maggiore chiarezza a riguardo.
    Sono stata assunta come dipendente a marzo 2012 dopo aver lavorato diversi anni come professionista in gestione separata INPS. Ho chiesto gli assegni al datore di lavoro per il periodo marzo-settembre 2012(mio marito è attualmente senza lavoro) ma mi sono stati negati in quanto il reddito dell’anno precedente risulta prevalentemente da lavoratrice autonoma e secondo lui il mio diritto scatterebbe a luglio 2013. Dal canto suo l’INPS non ne vuole sapere di pagarli perchè ovviamente non risulta contribuzione a mio carico nella gestione separata per il periodo marzo-settembre.
    Mi risponde l’utente spartacus che in realtà hanno ragione entrambi i soggetti quindi sembra esserci un buco normativo che, nel caso dei nuovi assunti dopo un passato come parasubordiati, impedisce per i primi 18 mesi di attività l’accesso alla prestazione assistenziale. C’è qualcosa che posso fare per avere una prestazione che, a questo punto sulla base della logica, mi spetterebbe visto che il mio reddito non è cambiato e i versamenti avvengono regolarmente…seppure in casse diverse?
    Grazie in anticipo!


    Partecipante
    gabrieledagostino del #47018

    http://www.inps.it/portale/default.aspx?sID=0%3b5773%3b5774%3b5863%3b5870%3b5873%3b&lastMenu=5873&iMenu=1

    Nota dell’amministratore del Forum.

    Gentile Gabriele D’Agostino, apprezzo i tuoi sforzi ma ti prego dai prossimi messaggi di argomentare correttamente le tue risposte altrimenti mi vedrò costretto a cancellarle.


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #47019

    Ciao Maria, credo anch’io che non ti spettino e non c’è nessun vuoto, questo perchè il reddito di riferimento è sempre quello dell’anno precedente; ciò significa che anche se lavoratrice dipendente non hai diritto agli ANF in quanto il tuo reddito familiare per l’anno precedente non è formato per almeno il 70% da reddito da lavoro dipendente.

    Quindi è essenziale capire che la situazione attuale importa relativamente, in quanto devono coincidere i due requisiti:

    1. nel periodo al quale si riferisce la richiesta devi essere lavoratore dipendente o assimilato (cioè ad esempio disoccupato indennizzato, cassintegrato oppure iscritto alla gestione separata ma come co.co.pro o co.co.co.)

    2. il reddito familiare inserito nella domanda deve essere formato almeno al 70% da redditi da lavoro dipendente o assimilato.

    Nel caso specifico:
    – per il periodo 01/03/2012 – 30/06/2012 si fa riferimento al reddito del 2010;
    – per il periodo 01/07/2012 – 30/06/2013 si fa riferimento al reddito 2011;
    – dal 01/07/2013 al 30/06/2014 si farà riferimento al reddito del 2012 (che sarà quindi prevalentemente da lavoro dipendente).


    Partecipante
    Maria74 del #47020

    Gentile Antonio,

    la chiave mi sembra il concetto di assimilazione. Ho omesso di spiegare che negli anni precedenti l’INPS mi ha sempre riconosciuto l’assegno in quanto versavo alla gestione parasubordinati come previsto dalla legge 335/95 in quanto professionista senza cassa (regime dei minimi). Adesso che sono stata assunta a questo punto i dati non cambiano, cambia solo il soggetto erogante (non più l’INPS ma il datore di lavoro), ma il diritto dovrebbe continuare a sussistere.


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #47021

    In questo caso cambiano le cose…

    La domanda per gli anf la compili tu o ti fai aiutare da un patronato?


    Partecipante
    ciccio1971 del #47022

    buongiorno,vorrei una piccola informazione.
    sia io che la mia compagna siamo stati per qualche anno disoccupati.abbiamo 2 bambine per il periodo che sono stato disoccupato il nonno materno,che e un operaio agricolo, puo richiedere gli assegni familiari e quindi gli arretrati per le bambine?
    se e si mi spiegate come procedere! grazie


    Partecipante
    spartacus del #47023

    Credo che per avere gli anf per le nipoti si debba chiedere l’autorizzazione all’Inp. non penso che le autorizzazioni possano essere retroattive.

consulenza
Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.