buoni pasto

Pubblicato in: Argomenti vari


  • Partecipante
    cinastik del #44798

    Salve,
    la mia situazione lavorativa è piuttosto atipica, lavoro per una cooperativa sociale (nella psichiatria), il mio turno lavorativa è decisamente insolito:
    inizia alle 16 e termina alle 23, in seguito parte una sorta di reperibilità notturna che mi costringe a restare sul posto di lavoro. Vengo pagato con un gettone di presenza di circa 40 euro, e vengo “attivato” solo qualora succeda qualcosa di straordinario in struttura. Alle 8 del mattino riprendo il lavoro che termina alle 11, poi smonto e riposo.
    In teoria il mio lavoro consiste in due turni da 7 ore e da 3 ore il giorno successivo, nella pratica sono costretto a restare in struttura per 19 ore di seguito.
    Alla richiesta del buono pasto mi viene risposto che da contratto nazionale cooperative sociali il buono pasto è previsto solo qualora si superino le 7 ore lavorative consecutive, io faccio presente che dalle 16 alle 11 del mattino successivo è fisiologico consumare almeno un pasto.
    Grazie per l’attenzione, attendo con ansia un vostro riscontro.
    Cinastik


    Partecipante
    novidiam del #48606

    Da quello che ho capito resti a dormire nella cooperativa dove lavori. Ma è una tua decisione rimanere li?

consulenza
Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.