CALCOLO RETRIBUZIONE TEORICA MEDIA PER PRESTAZIONE INPS


  • Partecipante
    francesco82it del #44308

    Salve,

    Ho una domanda che mi tormenta adatta ai più temerari.

    Assunto di aver maturato, grazie ad una serie di rapporti di lavoro subordinato instaurati nell’arco di oltre due anni, i requisiti (contributivo e assicurativo) utili a richiedere l’indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali, qualora un lavoratore venisse da ultimo licenziato per “mancato superamento del periodo di prova” di un contratto a termine full-time di 4 mesi dopo appena 3 settimane dall’assunzione a monte della quale lo stato di disoccupazione (e quindi la mancanza di flussi Uniemens) si era protratto per oltre 2 mesi, mi spiegate come accidenti si calcola la retribuzione teorica media dei 3 mesi che hanno preceduto l’ultimo licenziamento in ragione anche del fatto che il divisore per la liquidazione della prestazione deve essere sempre pari a 30 giorni?

    In base a quanto dispone la Circolare INPS 215/2008, detta media aritmetica è infatti la base di calcolo per la determinazione della prestazione e, in merito agli imponibili relativi a frazioni di mese, detta circolare pare suggerire il recupero di periodi lavorati a monte del trimestre escludendo la possibilità di riparametrazione a mese intero così come avviene per il calcolo delle indennità di malattia e maternità. Nel caso specifico per il terzo mese (e anche per il qarto e il quinto) a monte dell’ultimo licenziamento non risultano flussi Uniemens, mentre invece per il penultimo (assunzione) e l’ultimo (licenziamento) mese risulta un imponibile che li compre solo parzialmente.

    Grazie in anticipo a chi possa/voglia aiutarmi a chiarire questo dubbio.

consulenza
Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.