Chi mi aiuta? Grazie…

Pubblicato in: Argomenti vari


  • Partecipante
    gguarino del #44081

    La società che mi ha licenziato in modo ingiustificato da circa 1 mese e mezzo non mi vuole dare i soldi della liquidazione. Hanno chiamato il mio avvocato dicendo che vogliono fare una transazione, ma io lo ritengo assurdo che sui miei soldi si debba raggiungere una accordo e pure dice che si deve per forza fare così.
    Diciamo che ho perso un pò la fiducia nel mio legale, che sta assistendo passivamente a tutto, sembra quasi che non difenda me. Prima il licenziamento, poi la liquidazione… Qualcuno può dirmi come comportarmi che sono quasi alla frutta?

    Grazie
    Giancarlo


    Partecipante
    gabrieledagostino del #45735

    Il mio consiglio è quello di avviare una procedura giudiziaria,sollevando la causa del decreto ingiuntivo come quel provvedimento sommario che può essere richiesto al Giudice per ottenere l’ordine di pagamento a carico di un soggetto inadempiente, sempreché del credito esista una prova scritta.
    Nel diritto del lavoro il decreto ingiuntivo è uno strumento che viene spesso utilizzato per richiedere il pagamento di retribuzioni maturate, ma non versate, a condizione che l’ammontare dovuto risulti con precisione e soprattutto da atto scritto.
    Tipica è la richiesta di pagamento di retribuzioni o competenze di fine rapporto non versate (TFR, preavviso, ratei 13.ma mensilità e ferie) quando sia stata emessa la busta paga e quindi il credito risulti pacificamente da atto scritto, per di più proveniente dal debitore.
    Ma anche qualunque altro documento da cui possa ricavarsi con certezza la sussistenza del credito è sufficiente per ottenere l’emissione del decreto ingiuntivo da parte del Giudice.
    Sulla base della richiesta formulata dal creditore il Giudice può ordinare al debitore di pagare quel certo importo, anche con ordine con efficacia esecutiva (cioè immediatamente).
    Il debitore potrà poi eventualmente proporre un ricorso in via ordinaria per dimostrare che quel debito non sussisteva. In tali casi si apre un procedimento vero e proprio che ha ad oggetto la sussistenza o meno del credito azionato con il decreto ingiuntivo.
    Gli dica al suo avvocato che vuole aggire fermamente in questa direzione,e che non vuole portare avanti una procedura stragiudiziale e di mediazione.


    Partecipante
    carla binci del #45736

    ti consiglio di chiedere un incontro immediato con il tuo legale e la controparte per conoscere direttamente i termini della transazione;In realtà spesso significa che il datore di lavoro chiede al lavoratore una rateizzazione delle somme dovute, per poi redigere verbale di accordo in DPL o sede sindacale (titolo esecutivo)
    tieni presente che,per ottenere il decreto ingiuntivo, devi essere in possesso della busta paga del non percepito ovvero un riconoscimento di debito del datore di lavoro con indicazione dell’importo dovuto. 💡


    Partecipante
    gguarino del #45737

    @carla binci wrote:

    ti consiglio di chiedere un incontro immediato con il tuo legale e la controparte per conoscere direttamente i termini della transazione;In realtà spesso significa che il datore di lavoro chiede al lavoratore una rateizzazione delle somme dovute, per poi redigere verbale di accordo in DPL o sede sindacale (titolo esecutivo)
    tieni presente che,per ottenere il decreto ingiuntivo, devi essere in possesso della busta paga del non percepito ovvero un riconoscimento di debito del datore di lavoro con indicazione dell’importo dovuto. 💡

    Al momento sono in possesso dell’ultima busta paga, del CUD da cui si evince il lordo del tfr, mi manca il calcolo dei 45gg di mancato preavviso, come posso fare a dimostrarlo.

    PS : Nella lettera di licenziamento c’è scritto che mi daranno il mancato preavviso.

    Grazie


    Partecipante
    carla binci del #45738

    il Cud dove viene indicato l’accantonato TFR lordo è validissimo; per l’importo del preavviso fatti fare un conteggio (semplicissimo) dal sindacato ; il riconoscimento lo hai nella lettera di licenziamento.
    Penso che al tuo legale siano sufficienti questi documenti; nel caso contario se proponi denuncia all’ispettorato del lavoro per mancata consegna delle buste paga , entro 1 mese la tua Ditta sarà chiamata alla consegna alla DpL sez.ispettiva (questa fase è seguita dal sindacato) 🙂

consulenza
Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.