ciclo continuo

Pubblicato in: Argomenti vari


  • Partecipante
    franco del #44114

    Salve a tutti!
    volevo chiedere a chi mi saprebbe risponde a questo quesito!
    io lavoro all’interno di un’ azienda orafa di 500 operai/e, a cui in questi periodi di crisi ,sta’ assumendo operai/e ed allo stesso tempo ci richiedono di fare il ciclo continuo,di tipo 4+2 con maggiorazioni del 35% nelle giornate festive e di domenica x il terzo turno ,c’e’ un gettone continuo se si lavorano le 32ore della settimana senza inerruzioni in caso ci fossero andrebbe a regredire in quella settimana e aiutati del ddl 66 del 2003 potrebbero imporcelo e dato che ai sindacati interni sono state azanzate diverse bozze e prospetti di vari tipi di cicli continui ma dato che l’rsu hanno valutato le proposte non accettabili x poterle accettare.
    dato che l’azienda ha investito tantissimi soldi in macchinari ed oltre 200 precariati per poter far fronte ai numerosi ordini ricevuti ed avere l’opportunita’ di stare a passo con il mercato.l’azienza tramite un loro delegato chiamatosi milani ci ha dato un’ ultimatum dicendo che se non accettiamo le loro condizioni mandera’ le lettere agli interessati e imporcelo ugualmente.
    noi abbiamo richiesto posti a tempo indeterminato e soldi in piu’ dato che il premio produzione e’ stato congelato.
    cosa fare
    chiedo secondo voi come reagire alla recezione di questa lettera!
    grazie


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45855

    Ciao Franco, questi sono argomenti puramente sindacali e purtroppo non sono in grado di darti una risposta.. spero che qualcun’altro possa chiarire i tuoi dubbi 😐


    Partecipante
    gabrieledagostino del #45856

    Consiglio di avviare una trattativa con le parti sociali,rivolgendovi alla Rsa e convocare immediatamente un assemblea per motivi sindacali ed organizzazione del lavoro.


    Partecipante
    carla binci del #45857

    fermo restando che i consigli che ti hanno già dato sono da seguire, ti vorrei chiarire che la legge sull’orario di lavoro (di cui è stata pubblicato un articolo) concede effettivamente maggiori spazi all’azienda in ordine all’organizzazione dell’orario di lavoro.
    Ma tutte le nuove possibilità devono essere recepite dal contratto collettivo che il settore applica e all’interno di quei limiti la trattativa si può fare. 😯

consulenza
Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.