contratti a tempo determinato

Pubblicato in: Presentazioni


  • Partecipante
    aricoela77 del #44036

    Sono stata assunta come cameriera ai piani a tempo determinato dal 9 al 14 agosto, ho avuto una proroga dal 15 al 22 agosto,dal 23 al 28 agosto ed un’altra dal 29 al 15 settembre compreso. Il 13 settembre purtroppo a causa di malanni causati da una caduta sul posto di lavoro, sono stata messa in malattia dal medico curante dal 13 settembre al 25 settembre, quindi con contratto che scadrà il 15. Intanto il 14 di questo mese mi è stato pagato il mese di agosto, dal 9 al 31. Ma di frontre ad un monte di 54 ore ordinarie 54 straordinarie e 9 festive, mi sono state pagate solamente le ore previste dal contratto, cioè 18 ore settimanali, cioè 3 ore al giorno per i giorni lavorati (21) e ciò con la scusa che l’impresa prevede che per pulire e sistemare una camera occorre circa 20 minuti ed il numero delle camere da me fatte corrispondeva alla cifra che mi era stata liquidata. Non tralasciando il fatto che gli orari erano tutti in linea continuativa e per circa 9 ore al giorno senza neanche un bicchiere d’acqua ed a digiuno, vi chiedo:
    E’ vero che il contratto a tempo determinato non poteva essere prorogato per più di una volta e quindi il rinnovo doveva avvenire a tempo indeterminato?
    E’ possibile fare 9 a volte 10 ore continuative senza pausa ne senza mangiare?
    E’ lecito o previsto da normative contrattuali fare delle stanze, tutte diverse una dall’altra, ed essere pagati per il numero di stanze fatte?
    E’ da ritenere responsabile l’impresa dei miei mali dovuti allo stress fisico e psichico e dei danni che dovrò patire?
    Chi dovrebbe pagarmi la malattia o gli infortuni patiti ed in fase di accertamenti con analisi mediche mirate?
    Nel ringraziarVi per la cortese ospitalità ed eventuali risposte che vorrete darmi, Vi ringrazio e saluto
    Manuela


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45615

    Ciao Manuela, risponderti così è veramente complicato, non tanto per tutta la serie di domande, ma perchè rischierei comunque di dirti qualcosa che possa illuderti o farti sbagliare. Il mio consiglio in questi casi è di rivolgersi ad un buon sindacato (ce ne sono ancora molti in giro) e portare tutte le carte con te. Loro sapranno consigliarti sul percorso da intraprendere per far valere tutti i tuoi diritti (ne abbiamo ancora) di lavoratrice.


    Partecipante
    aricoela77 del #45616

    Ti ringrazio per la cortese risposta e per il suggerimento e ti sarei grata se mi indicassi un sindacato escludendo a priori la CIGL per il fatto che la Ditta, contro la quale dovrei ricorrere, è una cooperativa è non è un mistero per nessuno che le coop di sinistra si distinguono nel e per lo sfruttamento dei loro dipendenti. Un cordiale saluto
    Manuela


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45617

    Ciao Manuela, se non ti fidi della CGIL puoi andare alla CISL oppure alla UIL che in genere sono i sindacati più presenti sul territorio… magari prova a chiedere in giro qual è il migliore della zona 😉


    Partecipante
    carla binci del #45618

    manuela, segui il consiglio di antonio;
    soprattutto ricordati di non dare ascolto a tutte le voci che senti dire sul contratto a tempo determinato; infatti, ho visto che il tuo 1° contratto era di pochi gg. e anche con la proroga arrivava a soli 9 gg. complessivi…
    hai bisogno di un buon sindacalista 😮


    Partecipante
    aricoela77 del #45619

    L’ultima scadenza del mio contratto è stata il 15 settembre ed in tutto sono 40 giorni ininterrotti di attività lavorativa. Lo stress e la continuità lavorativa giornaliera di lavoro (minime 8 ore algiorno) senza pause alcune, ne un bicchiere d’acqua, ne tantomeno alcun tipo di alimentazione, ha sballato tutti i valori del sangue ed in particolare della Bilirubina, a tal punto da far richiedere, da parte del mio medico curante, una tac al fegato ed allo stomaco.Finiti questi accertamenti ne riparleremo e certamente se vi fossero, come sembra evidente, responsabilità da parte del modo di comportarsi del datore di lavoro, saprò certamente farmi valere. Saluti Manuela

consulenza
Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.