Contratti a termine e proroghe


  • Partecipante
    Laura del #43971

    Salve,sono piu di sei anni ke lavoro a intermittenza,con contratti a tempo determinato presso una azienda.L’ultimo mio contratto scadeva il 23 gennaio,ma poi mi è stato prorogato fino al 10 marzo!!!Adesso sono stata rikiamata per un contratto di un mese,volevo sapere se dopo aver avuto gia una proroga in quest’anno 2011,se era possibile averne un altra e della durata di quanto tempo.Grazie….


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45469

    Ciao Laura, per intermittenza intendi lavori a chiamata, oppure contratti a tempo determinato ripetuti e successivi nel tempo?

    Nel secondo caso il tuo contratto potrebbe essere impugnato per chiederne la trasformazione a tempo indeterminato, ti consiglio quindi di consultare un avvocato di lavoro oppure un buon sindacato. 😉


    Partecipante
    Laura del #45470

    SALVE ANTONIO I MIEI SONO CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO.ERO INTERESSATA A SAPERE SE AVENDO AVUTO GIA UNA PROROGA NELL’ANNO 2011,SE è POSSIBILE AVERNE UN ALTRA ANKE PERKè SO KE LA PROROGA DEVE ESSERE UNA SOLA.MA PER CONTRATTO?QUINDI SI INTENDE KE IO AVENDO TERMINATO L’ULTIMO CONTRATTO A MARZO,NEL CASO IN CUI MI FACESSERO UNA PROROGA DI QUESTO CONTRATTO DI UN SOLO MESE KE MI E STATO PROPOSTO ADESSO,SAREBBE TUTTO LEGALE OPPURE NO?IN PRATICA LE PROROGHE NN POSSONO ESSERE CONSECUTIVE….MA POSSONO ESSERE FATTE PER OGNI CONTRATTO,ANKE DI BREVE DURATA, STIPULATO IN UN ANNO?GRAZIE E MI SCUSO PER LA CONFUSIONE!


    Partecipante
    gabrieledagostino del #45471

    Se il contratto a termine ha una durata inferiore a tre anni può essere prorogato una sola volta a patto che la proroga sia riferibile a ragioni oggettive e alla stessa attività lavorativa per la quale il contratto a termine è stato inizialmente stipulato.
    La questione è disciplinata dall’art. 4 del D.Lgs. 368/2001. Più precisamente, la norma subordina la possibilità di prorogare il contratto a termine alla presenza di numerose condizioni. Preliminarmente, è necessario che il lavoratore presti il suo consenso alla proroga; inoltre, si afferma che è prorogabile solamente il contratto a termine che, originariamente, fosse destinato a durare per non più di tre anni. Se ricorrono le condizioni sopra indicate, la proroga è ammessa una sola volta, sempre che la stessa sia richiesta da ragioni oggettive e si riferisca alla stessa attività lavorativa per la quale il contratto era stato stipulato a tempo determinato.
    Tenga presente anche la legge 247/2007 relativa alla trasformazione a tempo indeterminato del contratto a termine superiore a 36 mesi. 😀


    Partecipante
    massiss del #45472

    Attenzione solo a non confondere la proroga (che è parte integrante del precedente contratto ed è proponibile per una volta sola) con un nuovo contratto a tempo determinato (proponibile senza limiti a patto che ne ricorrano le condizioni di legge e che la somma dei periodi non sia superiore a 36 mesi per la stessa mansione come già detto)

consulenza
Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.