Contratto indeterminato dopo tempo determinato


  • Partecipante
    Andrew Compton del #56349

    Salve a tutti,
    vorrei qualche opinione su questa esperienza lavorativa.
    Dopo due anni esatti di lavoro come commesso a tempo determinato presso un negozio, con 5 proroghe, quando sarebbe dovuta scattare l’assunzione a tempo indeterminato, non mi è stata proposta spiegandomi che “l’azienda madre non assume più a tempo indeterminato”, mi dicono anche era stato fatto tutto il possibile nel mio caso perché ero risultato proprio un bravo dipendente, ma purtroppo era impossibile.
    Questo succedeva a metà Agosto 2016. Vengo ora a scoprire che a fine gennaio invece un’assunzione l’hanno fatta, a un altro dipendente a tempo determinato entrato un anno dopo di me.
    Leggo in giro di un discorso di “corsia preferenziale” per le assunzioni in questi casi… ho capito male o si sarebbe dovuta applicare nel mio caso?


    Partecipante
    andrea68 del #56363

    Avendo prestato attività lavorativa per più di sei mesi ,puoi esercitare il diritto di precedenza sulle future assunzioni a Tempo Indeterminato nei dodici mesi successivi la scadenza del contratto.
    fatte salve diverse disposizioni di contratti collettivi stipulati a livello nazionale, territoriale o aziendale con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale,
    inoltre “con riferimento alle mansioni già espletate in esecuzione dei rapporti a termine


    Partecipante
    Andrew Compton del #56364

    Grazie per la risposta, ma mi rimangono ancora dei dubbi…
    Questo diritto mi spetta automaticamente o no?
    Cercando quello che hai citato tra virgolette, leggo che ci sarebbe da “dichiarare” la volontà di avere questa precedenza, che il datore di lavoro è tenuto a informare il dipendente di questa cosa. Io non ne sono stato informato in nessun modo, e non ho mai dichiarato per scritto nessuna mia intenzione in tal senso.
    Se effettivamente ho questo diritto, mi è stato quindi negato, essendoci stata l’assunzione di un dipendente molto più “recente” di me? Si apre la strada di una vertenza, anche nel caso di mancata comunicazione da parte dei datori nei miei confronti? Cosa ci potrei teoricamente ricavare, un posto di lavoro?
    Sono molte domande, ma non riesco a trovare queste informazioni da nessuna parte e al momento sono cruciali per me…


    Partecipante
    andrea68 del #56366

    Con la nuova disciplina sui contratti a termine è chiaramente stabilito l’obbligo di scrivere sul contratto il diritto di precedenza e comunque c’è l’obbligo di informazione da parte del datore. La non applicazione di tale norma non da diritto all’automatica trasformazione del rapporto e non credo sia neanche sanzionata.
    Comunque tu puoi per iscritto esercitare il diritto anche se non era previsto nel contratto stipulato. Non sono sicuro se la nuova norma ha escluso il termine di sei mesi per poter esercitare il diritto oppure no . Conviene consultare un sindacato portando la documentazione : contratto proroghe ecc… e spiegare cosa è avvenuto .

consulenza
Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.