Contratto non rinnovato (motivazione non credibile)


  • Partecipante
    alessiococchi del #64576

    Buongiorno a tutto il forum! Io ho avuto un rapporto di lavoro di 4 mesi (giugno – settembre 2018) presso una azienda che si occupa di documentazione tecnica e ho sempre svolto il lavoro da seduto davanti al pc. Ero in somministrazione tramite agenzia interinale e mi hanno fatto le prime 2 settimane di giugno, poi le altre 2 di fine mese, poi hanno rinnovato tutto luglio e poi 2 mesi cioe agosto e settembre. Ad agosto poco prima di 10 giorni di ferie mi è venuta una tendinite ai piedi e non riuscivo piu a camminare e guidare. Di conseguenza ho fatto 10 giorni di ferie e in piu una settimana che mi ha dato l’azienda (totale 19 giorni). Dopo questo periodo di riposo sono rientrato a lavorare in stampelle e mi facevo accompagnare in macchina. Le stampelle le ho tenute per 3 settimane e sono tornato a camminare senza. Ho fatto una visita specialistica da un ortopedico che mi ha fatto fare la tecarterapia e ultrasuoni e un nuovo plantare. In piu l’azienda e l’agenzia interinale mi hanno chiesto il referto che io gli ho dato in buona fede. Il 26 settembre l’azienda mi ha comunicato che il contratto non sarà rinnovato perche non sono una persona autonoma nel lavoro (inteso a capire cosa mi spiegano, ma io chiedo piu volte perche capire e non voglio sbagliare, è un lavoro complesso oltretutto e che non hanno tempo per starmi dietro) e mi hanno lasciato a casa il 27 e 28 come ferie ed è finito tutto. L’agenzia interinale invece ha detto che non hanno lavoro e non mi hanno rinnovato.
    1) Di lavoro ne hanno a volontà (visto e confermato dai colleghi)
    2) L’ultimo giorno hanno assunto un nuovo ragazzo
    3) La causa del non rinnovo potrebbe essere dovuta a questa tendinite? Riesco a camminare ma non a guidare e quindi mi hanno sempre accompagnato.
    4) Ho fatto male a dare il referto in azienda e in agenzia? Sono andato a lavorare in stampelle anziche stare in malattia e questo sembra non essere stato apprezzato. C’è chi dice che ho sbagliato da ingenuo agendo in buona fede.
    Da quando sono tornato dalle ferie mi hanno guardato come se avessi combinato chissa che danno.
    5) A fine anno l’azienda si trasferisce. Di conseguenza si spostano da 20 km da casa mia a 40 km.
    Date un vostro parere e cosa posso fare per evitare una cosa del genere in futuro. Grazie.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.