CONTRATTO T.D. AGRICOLO AVVENTIZIO


  • Partecipante
    Anonymous del #44435

    Salve lavoro con contratti a t.d. operaio agricolo avventizio da circa 2 anni e 3 mesi con continue proproghe che variano.
    Ciò che mi preme sapere è se possono continuare a fare contratti a t.d. senza usufruire di una trasformazione a t.i.
    Premetto che la retribuzione,il livello sono ben al di sotto di quello che effettivamente mi spetterebbe.
    Contratto applicato ccnl-ccpl agricoltura operai
    Cercherò di descrivere in maniera chiara e dettagliata la mia situazione.
    1° contratto: inizio 01/02/2011 scadenza 12.02.2011 con impegno da parte del datore di lavoro di almeno 5 gg lavorati.
    2° contratto: inizio 14/02/2011 scadenza 30/04/2011 con impegno del datore di lavoro di almeno 5gg lavorati.
    3° contratto: inizio 01/05/2011 scadenza 31/08/2011 con impegno del datore di lavoro di almeno 20gg lavorati.
    4° contratto: inizio 01/09/2011 scadenza 31/12/2011 con impegno del datore di lavoro di almeno 20gg lavorati.
    5° contratto: inizio 01/12/2011 scadenza 31/03/2012 con impegno del datore di lavoro di almeno 10gg lavorati
    6° contratto: inizio 01/04/2012 scadenza 31/07/2012 con impegno del datore di lavoro di almeno 10gg lavorati.
    7° contratto: inizio 01/08/2012 scadenza 31/01/2013 con impegno del datore di lavoro di almeno 100 gg lavorati.
    8° contratto: inizio 01/02/2013 scadenza 30/06/2013 con impegno del datore di lavoro di almeno 100 gg lavorati.

    Da notare come a partire dal penultimo rinnovo contrattuale è aumentato il numero dei gg garantiti dal datore di lavoro.
    Inoltre negli ultimi due contratti è stata inserita una clausola fino ad allora inesistente,cioè la seguente:
    deroga al diritto ex art. 23 comma 1 ccnl applicato ,le parti concordano di derogare al diritto ex art. 23 comma 1 del ccnl applicato al rapporto di lavoro.In forza di tale deroga il lavoratore che superi le 180 giornate di effettivo lavoro,nell’ arco di 12 mesi,non potrà esercitare la facoltà di richiedere la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato.
    Preciso che questa clausola è stata inserita nel contratto dal datore del lavoro senza che le parti abbiano concordato la cosa.
    Da quello che ho potuto capire io avendo superato le 180 giornate lavorative avrei dovuto fare una richiesta per poter usufruire della trasformazione a tempo indeterminato,ma non sapendo di questa possibilità perchè non ne ero a conoscenza ,l’ azienda ad un certo punto per tutelarsi ha inserito questa clausola,deroga.
    Ciò che mi preme sapere è se la clausola/deroga in questione rigurdante l’ art. 23 comma 1 del ccnl agricoltura è legale o meno e se comunque nonostante aver firmato gli ultimi due rinnovi contrattuali con questa deroga si può richiedere la trasformazione a tempo indeterminato.
    Chiedo,gentilmente,anche in base alla legge Fornero, se l’ azienda può fare in eterno questo contratto a tempo determinato e la clausola/deroga inserita.
    Grazie.


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #47059

    Ciao, personalmente non mi sono mai occupato di lavoro in agricoltura e sono pressochè a digiuno in materia…

    Il mio consiglio è di rivolgerti ad un sindacato per valutare con loro e carte alla mano la tua situazione…


    Partecipante
    Anonymous del #47060

    grazie mille del consiglio pensavo comunque che in qualche modo su questo forum potesse aiutarmi qualcuno.
    Complimenti per il servizio,ben fatto,ottimo sito.

consulenza
Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.