Delucidazioni sull'apprendistato

Pubblicato in: Contratti di formazione


  • Partecipante
    Gabri El del #54260

    Buongiorno/buonasera

    Mi chiamo Gabriel, ho 25, tre anni fa sono stato assunto da un’azienda come addetto alle vendite, commesso per intenderci.

    I primi due mesi sono stato assunto full time tramite l’ufficio dell’impiego del mio comune, quindi mi hanno pagato loro e non l’azienda (500€ x 2 mesi)
    A fine di questi due mesi ho firmato il mio contratto di 24 h/settimanali come apprendista e sono rimasto tale fino ad oggi.

    Sta di fatto che io in questi 3 anni non ho “appreso” una beata ceppa, a parte piccole cose che servono per lavorare la merce e per spedirla.

    Io a questo punto non saprei cosa fare, se rinnovare o meno, dato che mi spetterebbe l’indeterminato.
    L’azienda facendomi firmare questo contratto presumo puntino sul formare i giovani per una qualifica migliore, perché con tutta la franchezza non mi va di passare il resto della mia vita a vender magliette e scarpe, aspiro a qualcosa di meglio.

    Comunque non ho neanche una stabilità oraria, nonostante le mie 24 ore il mio (e anche dei colleghi) cambia ogni settimana, ovvero la domenica si sanno gli orari della settimana che viene, impossibile anche organizzare qualcosa.

    Io potrei puntare su questi punti in caso di rinnovo? ovvero:
    – Orari fissi
    – Possibilità di crescita (se non in questa sede, in un’altra)
    o quello che mi propongono è legge, quindi se mi sta bene firmo se no ciao?

    grazie per l’attenzione


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #54262

    Ciao non capisco bene le tue richieste.. il rapporto di apprendistato, se di tipo professionalizzante, serve a “insegnarti” un lavoro, ovvero a qualificarti per una specifica mansione. Nel tuo caso forse la qualifica da raggiungere era commesso di vendita?

    Se ritieni che l’apprendistato e la relativa formazione non sono state eseguite correttamente puoi rivolgerti ad un sindacato o ad un legale, se invece è il lavoro che non ti piace puoi sempre dimetterti oppure comunicare al datore di lavoro, anche verbalmente che desideri non ti sia trasformato il contratto perchè il lavoro non ti piace…

consulenza
Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.