Differenza Bonus Renzi tra buste paga uguali


  • Partecipante
    Chiara1982 del #44841

    Buonasera,

    rieccomi dopo tanto tempo con i miei soliti quesiti.
    Al momento ho un contratto subordinato a tempo determinato dal 30/06/2014 al 16/08/2014.

    Oggi ricevo la busta paga del giorno 30/06 e leggo

    Credito art. 1 DL66/2014 – 2014 e la corrispondente cifra di 28,05€.
    Premetto che la mia retribuzione oraria è di 9,11€ e che sono inquadrata come Educatore a livello D2.
    Lo stesso tipo di inquadramento, di livello e di retribuzione oraria ce l’ha anche una mia collega che ha iniziato come me il 30/06.

    Ma lei sotto la voce Credito art.1 ecc.. ha 36€

    Vorrei capire il perchè di questa differenza. Qualcuno sa aiutarmi?

    L’unica condizione diversa tra me e lei è che nell’anno solare 2014 lei non ha svolto altri lavori, io invece si per un totale di reddito derivante dal precedente impiego di 3135,89€ netti, per una parte di mini ASPI percepita pari a 511,37€ netti e ASPI pari a 1500-1600€ (questa cifra non me la ricordo esattamente).

    La differenza con la collega di 8€ da cosa deriva?

    Inoltre perchè cosi tanto per un solo giorno del mese?

    Chiedo inoltre: perchè ad alcuni è stato chiesto se volessero usufruire del Bonus Renzi in busta paga o recuperarli nella futura dichiarazione dei redditi e a me no, mettendoli in busta paga (col rischio che dovrò restituirne una parte visto che vengono calcolati in base all’anno solare)?
    Grazie
    Chiara Giardini


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #48740

    Ciao Chiara mi spiace ma sotto a 10 euro non diamo aiuti!!

    Scherzo ovviamente 😀

    Il mio dubbio più sulla differenza fra il tuo credito e quello della collega è sul fatto che per un solo giorno di retribuzione ti abbiano accreditato quella cifra..

    Per avere il conto esatto del credito il datore di lavoro, se è la prima volta che ti inquadra quest’anno, dovrebbe essere portato a conoscenza dei redditi pregressi avuti durante l’anno. Siccome non può saperli è il lavoratore che dovrebbe fornirgli i CUD o una autocertificazione.

    Il calcolo del credito Irpef infatti funziona così: 640 € / 365 x i giorni di calendario da lavoro dipendente (quelli utili per le detrazioni che si trovano sui CUD).

    Quindi per la differenza posso pensare che o la tua collega ha già lavorato per la stessa azienda, o ha fornito i dati all’azienda dei lavori pregressi, oppure cosa più probabile c’è stato un errore nel calcolo, visto che l’importo è così alto…

    Comunque a tutto c’è rimedio, l’importante è che alla fine dell’anno i conti tornino, ma comunque si potrà riavere la eventuale differenza mancante con il 730 dell’anno prossimo.


    Partecipante
    Chiara1982 del #48741

    Grazie Antonio.

    Mi sono posta anche io la domanda che il datore di lavoro avesse dovuto chiedermi una certificazione dei redditi precedenti avuti nell’anno 2014, ma non l’hanno fatto.
    La mia collega so per certo che non ha nè lavorato mai, nè lavorato per la stessa azienda.

    Mi pongo solo una domanda: il datore di lavoro, deduco, sta facendo supposizioni sul mio reddito 2014 e dunque l’anno prossimo in sede di 730 dovrò restituire una parte della cifra.
    E non ritengo giusto doverlo fare visto che nessuno mi ha messo (o meglio SI E’ MESSO) nelle condizioni di fare il calcolo corretto.

consulenza
Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.