Dimissioni per giusta causa e vertenza


  • Partecipante
    baibe del #44534

    Buongiorno,
    sto pensando di dimettermi per giusta causa per mancata retribuzione (sono sei mesi che non mi viene pagato lo stipendio). Ho però un dubbio: serve una vertenza a sostegno delle dimissioni?

    Un consulente del lavoro che ha parlato con la mia collega dice che non è necessario. Inoltre, la stessa collega, attraverso il servizio “Inps risponde” ha ricevuto questa risposta:

    Qualora la dimissione sia determinata da mancato pagamento della retribuzione, il lavoratore non dovrà più allegare alcuna dichiarazione da cui risulti la volontà di
    “difendersi in giudizio”. (Msg. N° 16410 del 20/07/2009)

    Io mi sono rivolta a un sindacato e qui mi hanno detto che la vertenza è, invece, necessaria.
    Chi ha ragione?


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #47501

    Ciao Baibe, in questi casi ha sempre ragione l’INPS ;))

    Tu puoi fare domanda di disoccupazione a seguito di dimissioni per giusta causa, ma l’INPS ti chiederà sicuramente un documento che attesti la tua volontà di difenderti in giudizio.

    Per chiedere i soldi arretrati alla tua azienda probabilmente non basteranno solo accordi verbali, dovrai fare formale richiesta scritta, mettendo in mora l’azienda, io penso che già questa richiesta possa essere utile alla domanda di disoccupazione. Ovviamente per fare questa richiesta dovrai chiedere aiuto ad un buon avvocato o un buon sindacato


    Partecipante
    baibe del #47502

    Ciao Antonio,
    grazie per la tua risposta repentina.

    Scusa se ti disturbo ancora, ma voglio essere sicura di aver capito.
    Mi stai dicendo che per le dimissioni non è necessaria una vertenza, ma basta indicare che c’è giusta causa per mancata retribuzione: in questo modo posso godere della disoccupazione da parte dell’Inps; ma che la vertenza si rende necessaria nel momento in cui io voglia recuperare i miei soldi dall’azienda. Giusto?


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #47503

    no baibe, non è questo che sto dicendo!

    La disoccupazione spetta nei casi di dimissione per giusta causa, ma il lavoratore deve procedere nei confronti dell’azienda. Altrimenti farebbero tutti così…

    Per procedere si inizia con la messa in mora del datore di lavoro, cioè significa che gli scrivi una letterina in cui dici, mi devi 6 mensilità, più 13a, 14a, TFR, permessi e ferie residui, se non me li dai entro 2 mesi sono costretto ad adire le vie legali…

    Ovviamente la letterina te la dovrà preparare un sindacato o un avvocato.

    Allo scadere dei 2 mesi il datore di lavoro può essere che ti paghi oppure no, ma tu comunque ti sei dimessa e nel frattempo stai prendendo la disoccupazione.

    Quindi alla domanda di disoccupazione puoi anche allegare questa lettera, credo che basti… in questo modo non significa che hai fatto vertenza al datore, quello è un passo successivo, ma comunque all’INPS hai fornito un “documento che attesta la tua volontà di difenderti in giudizio”


    Partecipante
    baibe del #47504

    Grazie Antonio, tutto molto più chiaro!
    Purtroppo, le informazioni lette o sentite sono molte e spesso non chiare. Mi hai chiarito un po’ le idee. Ora mi rivolgerò a qualcuno di competente per farmi dare una mano.
    Grazie ancora


    Partecipante
    spartacus del #47505

    Posso dirti la mia esperienza personale: invio raccomandata dimissioni giusta causa (mancato pagamento retribuzione, anf ecc..). Ovviamente il datore di lavoro si guarda bene dal contestarle, non gli conviene aprire una vertenza in cui ha tutto da perdere e procede a trasmettere l’unilav delle dimissioni. Una volta nelle mie mani la ricevuta di ritorno della raccomandata, mi scrivo al cpi e poi faccio domanda ds online. Il giorno successivo mi reco all’ufficio Inps portando il cartaceo della domanda e copia della raccomandata con allegata ricevuta postale. Non avranno niente da ridire.


    Partecipante
    cristina73 del #47506

    Salve a tutti, avrei bisogno di informazioni sulle dimissioni per giusta causa. Sono parte del consiglio d’amministrazione di una cooperativa e sono 4 mesi che non percepisco stipendio. Vorrei dimettermi per giusta causa ma non so se posso farlo facendo parte del cda. Ho provato a chiedere informazioni al sindacato, ma le risposte che ho ricevuto sono state contraddittorie e poco risolutive. Voi riuscite a darmi qualche delucidazione in più? Grazie mille


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #47507

    Ciao Cristina purtroppo non posso esserti d’aiuto in quanto non conosco perfettamente la tua situazione. Comunque a mio avviso sarebbero legittime le dimissioni per giusta causa dal rapporto di lavoro dipendente, sempre però che tu agisca poi per via legale nei confronti dell’azienda.

    Comunque ti consiglio di sentire più che un sindacato il parere di un legale.


    Partecipante
    cristina73 del #47508

    Grazie Antonio per la risposta. La mia situazione è quella di una lavoratrice che pur facendo parte del cda della cooperativa non percepisce stipendio da 4 mesi. Comunque seguirò il tuo consiglio e mi rivolgerò ad un avvocato. Grazie mille


    Partecipante
    angelica7221 del #55220

    Ciao a tutti, qualcuno sa aiutarmi? Ho un contratto a tempo determinato di 6 mesi circa, gia’ superato il periodo di prova da contratto, ma purtroppo in questo posto di lavoro mi trovo malissimo a causa del mobbing che diversi colleghi mi fanno, colleghi “anziani” di lavoro in cooperativa, vorrei dimettermi per giusta causa (mobbing) ma sarebbe molto difficile trovare testimoni in quanto han paura di perdere il posto di lavoro… come posso fare? e’ necessario per forza rivolgersi ai sindacati o x vie legali per una dimissione con motivo di giusta causa? non voglio intraprendere nessuna vertenza per due mesi e mezzo di lavoro che mi rimangono ma non posso neppure continuare a subire le vessazioni. Sto cercando altrove, ma nel frattempo come posso fare? non voglio perdere i requisiti per poter chiedere la disoccupazione e quindi non mi posso dimettere normalmente finchè non ho la fortuna di trovare un nuovo posto, oppure subire fino alla fine di settembre? vorrei solo aggiungere che il mio lavoro è in sostituzione ferie, e se aspetto troppo poi non trovo altri posti come OSS, operatrice socio sanitaria.

consulenza
Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.