Lettera di richiamo

Pubblicato in: Argomenti vari


  • Partecipante
    fabmas del #44723

    Ciao a tutti,
    a breve perderò il mio lavoro e quindi l’impiego della mia compagna almeno per un po’ diventerà indispensabile. Purtroppo i problemi non arrivano mai da soli, infatti anche nella società per cui lei lavora a tempo indeterminato da 14 anni, il clima è diventato insopportabile. Molte persone, all’interno dell’azienda, sono state obbligate a scegliere il licenziamento e l’atmosfera è rovinata da episodi di mobbing e bossing. Proprio oggi Ale ha ricevuto una lettera di richiamo ufficiale, il motivo di essa è legato ad un errore nella compilazione di una richiesta di iscrizione all’albo dei fornitori di un’azienda. Per maggior precisione l’errore consisteva nel fatto che a firma del suddetto documento inseriva i nomi del Consiglio di amministrazione, invece che dei soli Soci. Credo che sia inutile dirvi che il suo comportamento e l’efficienza lavorativa non è mai venuto a mancare e che tale errore si è verificato solo per la maledetta fretta con cui le vengono imposti determinati incarichi. In ogni caso concludo dicendo che mi sembra davvero eccessivo arrivare a tale provvedimento. Vengo alla domanda, a cosa può portare questa lettera e infine come potrebbe comportarsi? Grazie di cuore a chi ci darà qualche consiglio 😐 . Fabio


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #48183

    Ciao Fabio, purtroppo la situazione generale è disastrosa, per tutti i lavoratori privati.

    Per quanto riguarda il caso specifico della tua compagna si potrebbe interpretare in molti modi, in quanto non conosco i modi di agire dell’azienda. Tuttavia in questi casi, non essendo un richiamo disciplinare l’unica conseguenza che mi viene in mente potrebbe essere legata al rendimento del lavoratore.. cioè dopo errori più o meno gravi si potrebbe richiamare il lavoratore per scarso rendimento. Ovviamente è solo un’ipotesi e non voglio allarmare nessuno..


    Partecipante
    angeloferrari del #48184

    Se non erro dopo tre lettere di richiamo in due anni l’azienda può richiedere il licenziamento. Ovviamente dipende per quale motivo un dipendente prende la lettera di richiamo. E’ tutto legato alla gravità della situazione…e sinceramente questa non credo sia così grave. Piuttosto la definirei una tirata d’orecchie.

consulenza
Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.