Licenziamento inefficace

Pubblicato in: Argomenti vari


  • Partecipante
    basilico del #44366

    Ciao a tutti , mi spiegate cosa significa bene la cosa..

    Licenziamento inefficace per violazione del requisito di motivazione
    Nel caso in cui il licenziamento sia dichiarato inefficace per VIOLAZIONE DEL REQUISITO DI MOTIVAZIONE di cui all’art. 2 c.2 della L. 604 del 15 luglio 1966, si applicherà il regime del quinto comma, con attribuzione al lavoratore di una indennità risarcitoria onnicomprensiva tra le 6 e le 12 mensilità.

    mi sembra di capire che se la violazione in questo caso è commessa dal datore di lavoro è il lavoratore a pagare…mah


    Partecipante
    spartacus del #46846

    No. L’articolo di cui parli riguarda solo il datore di lavoro. Funzione così: se un datore di lavoro licenzia un dipendente per giustificato motivo, il dipendente può contestare entro 15 giorni le motivazioni addotte dal datore. Entro 7 giorni il datore ha l’onere di provare le sue motivazioni. Il tutto va fatto per iscritto. Se al lavoratore non sta bene può andare davanti al giudice del lavoro che è l’unico che decide se il licenziamento era valido o no, se vi sono gli estremi del reinserimento al lavoro e il quantum del risarcimento.


    Partecipante
    basilico del #46847

    c’è qualcosa che non mi quadra..
    al pezzo di prima mi son dimenticato di aggiungere : con attribuzione al lavoratore di un’indennità risarcitoria onnicomprensiva determinata , in relazione alla gravità della violazione formale o procedurale commessa dal datore di lavoro


    Partecipante
    basilico del #46848

    @spartacus wrote:

    No. L’articolo di cui parli riguarda solo il datore di lavoro. Funzione così: se un datore di lavoro licenzia un dipendente per giustificato motivo, il dipendente può contestare entro 15 giorni le motivazioni addotte dal datore. Entro 7 giorni il datore ha l’onere di provare le sue motivazioni. Il tutto va fatto per iscritto. Se al lavoratore non sta bene può andare davanti al giudice del lavoro che è l’unico che decide se il licenziamento era valido o no, se vi sono gli estremi del reinserimento al lavoro e il quantum del risarcimento.

    Non mi sembra sia quella la cosa?

consulenza
Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.