liste di mobilità e procedure per l’iscrizione


  • Partecipante
    linux99 del #44109

    Buongiorno a tutti!
    Innanzitutto tanti complimenti per il sito che, oltre ad essere ben gestito, risulta davvero molto utile e ricco di informazioni.
    Mi sono appena iscritto poichè avrei bisogno di aver alcune delucidazioni in merito alle procedure e ai requisiti necessari per l’iscrizione nelle liste di mobilità.
    L’azienda per cui lavoro da più di tre anni chiuderà per cessata attività il 31/12/2011, e ciò è stato dovuto al mancato rinnovo della principale “commessa”.
    Nel giugno di quest’ anno l’azienda ha già richiesto ed ottenuto una cassa integrazione in deroga, che terminerà appunto il 31/12.
    Anche se si tratta di un licenziamento per “giustificato motivo oggettivo” dovuto alla cessazione dell’attività, non si avvierà la procedura di mobilità indennizzata poichè, essendo il personale composto da 22/23 dipendenti part-time, il numero totale dei dipendenti non supera le 15 unità full-time equivalenti. Per tale motivo, l’unica forma di sostegno al reddito che ci spetta è l’assegno di disoccupazione, con la possibilità di iscrizione nelle liste di mobilità senza pero’ percepire la relativa indennità.

    Premesso che sono stato assunto nel 2008 con contratto a tempo indeterminato, precisamente CCNL del Commercio – V livello ( part-time), e che la mia azienda risulta regolarmente iscritta nel registo imprese, avrei bisogno di trovare una risposta alle seguenti domande:

    1) Per chiedere l’iscizione nelle liste di mobilità al Centro per l’Impiego, è necessario che il contratto a tempo indeterminato che si è concluso sia full-time o va bene anche part-time?

    2) Poiche le liste di mobiltà sono regionali, questo significa che solo le aziende presenti nella regione di appartenenza possono godere degli sgravi contributivi nel caso di nuove assunzioni? Oppure possono usufruire delle agevolazioni previste anche le aziende che non sono presenti sul territorio regionale?

    3) Mediamente quanto tempo trascorre tra la pesentazione della domanda e la comunicazione ufficiale dell’inserimento o meno nelle liste?

    Gazie in anticipo a tutti coloro che mi aiuteranno a risolvere i miei dubbi! 🙂

    Buon lavoro

    Luca


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45845

    Ciao Linux… complimenti per il nickname.. rispondo in ordine alle tue domande:

    1) Si, può fare comunque iscrizione, l’importante è la motivazione del licenziamento
    2) Le agevolazioni per la futura assunzione valgono su tutto il territorio nazionale, indipendentemente dalla regione in cui si è iscritto il lavoratore
    3) C’è una apposita commissione regionale che delibera o meno l’iscrizione e si riunisce una volta al mese… (almeno nella mia regione è così), quindi il periodo è soggettivo ma comunque in media un mese circa, anche l’iscrizione parte dal momento in cui si presenta la domanda

    Il mio consiglio è comunque di rivolgersi direttamente al centro per l’impiego o da un buon patronato per chiarire ogni dubbio in merito 🙂


    Partecipante
    linux99 del #45846

    Grazie mille!
    Gentilissimo ed esauriente 🙂
    Buon lavoro


    Partecipante
    giu58 del #45847

    Buongiorno a tutti.
    Sto cercando informazioni sul modo di procedere per iscriversi alle liste di mobilità nella mia situazione: lavoro in un’azienda con sede nella Regione Campania, ma risiedo nel Lazio.

    Poichè la mia azienda ha più di 200 dipendenti ed è in crisi profonda quasi certamente aprirà per alcuni di noi già in CIGS la procedura di mobilità. Sapreste dirmi, visto che le liste di mobilità saranno comunicate dall’azienda alla Regione Campania, io che risiedo nel Lazio dove dovrò presentare la domanda di iscrizione nelle liste di mobilità? Vi sarei molto grato se riuscirete a darmi una risposta; la situazione è già molto difficile e questa incertezza mi crea ulteriore disagio; non vorrei avere problemi poi quando dovrò accedere alle liste di mobilità.

    Vi ringrazio anticipatamente. 🙄


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45848

    @giu58 se la tua azienda ha più di 200 dipendenti molto probabilmente avvierà la procedura di mobilità di concerto con i sindacati, quindi dovrebbero essere loro a pensare a tutto. Comunque per ogni consiglio di questo tipo ti consiglio di sentire il sindacato interno per evitare di sbagliare qualcosa 🙂

consulenza
Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.