Malattia e controllo…

Pubblicato in: Argomenti vari


  • Partecipante
    Davide65 del #45582

    Il lavoratore stressato è ¬ esonerato dalle fasce orarie previste.
    Esiste, allo stato, solo una pronuncia del Tribunale di Treviso del 30 settembre 1993 nella quale si legge che il lavoratore affetto da malattia nervosa non deve rispettare le fasce di reperibilità perché¬ “lo stare a casa equivale ad essere sottoposto agli arresti domiciliari”.

    Può valere anche nel mio caso, io sono inabile al lavoro per obesità, problemi cardiaci e colpi di sonno.
    Anche io mi sento agli arresti domiciliari come sopra?
    Cordiali saluti Davide65


    Partecipante
    Davide65 del #45583

    volevo precisare che la mia è inabilità temporanea e che questa mi è stata data dal medico aziendale, sono stato costretto a chiedere la malattia al mio medico, io non sono malato e vorrei essere libero di uscire di casa quando voglio, è stata l’azienda a dirmi che non posso occupare il mio posto di lavoro, e vorrei sapere se cosa fare alla fine del periodo di comporto.
    grazie per la vs risposta.


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45584

    Ciao Davide non credo che il tuo caso possa rientrare nella casistica che hai citato prima, in ogni caso puoi provare a chiedere al tuo medico di base un certificato che ti esoneri in qualche modo di stare a casa. Cioè il tuo medico dovrebbe certificare che stando a casa il tuo stato di salute peggiora. Non sono certo che si possa fare, magari un sindacato potrebbe esserti di più aiuto.


    Partecipante
    Davide65 del #45585

    purtroppo il sindacato (ACLI) mi ha risposto che non ne sanno niente in materia, e che devo rivolgermi al mio medico, il mio medico mi ha risposto che per lui non c’è niente da fare e non vuole rischiare niente.
    Ora io non so più dove sbattere la testa, per di più convivo con mia madre vedova di 80 anni che ha timore di uscire di casa e quindi ogni volta che la devo accompagnare da qualche parte rischio di brutto.
    Aiuto.


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45586

    Forse tu sei andato da un patronato? Io ti consiglio di rivolgerti ad un sindacato tipo CGIL o CISL, chiedendo di poter parlare con un addetto del tuo settore; questo perchè il sindacato ti può aiutare anche nei confronti del datore di lavoro.

    In ogni caso gli orari di visita che devi rispettare per l’INPS sono: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00 . Negli altri orari non sei obbligato a stare a casa.

    Per quanto riguarda il certificato medico, se non vuole fartelo il medico di base puoi andare a visita privata da un medico specialista proprio per i problemi di salute che mi riferivi prima.

Stai vedendo 5 articoli - dal 11 a 15 (di 15 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.