MINI-ASPI dubbi in merito


  • Partecipante
    prometeo777 del #44580

    Salve a tutti, sono un ragazzo di 26 anni attualmente disoccupato, volevo sottoporre alla vostra attenzione un quesito riguardo la domanda di Mini-aspi, in quanto ho la seria preoccupazione di rimanere senza alcun sussidio di disoccupazione.
    Allora vi spiego la mia situazione: ho lavorato con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato (full time) dal 4 giugno 2012 al 3 dicembre 2012, poi di nuovo dall’ 8 dicembre 2012 all’ 8 gennaio 2013, in pratica ho lavorato 7 mesi (avendo così superato abbondantemente il requisito delle 13 settimane contributive richieste), tuttavia non ho il requisito assicurativo (una settimana di contributi nel biennio precedente) , requisito necessario per ottenere la vecchia disoccupazione con i requisiti ridotti (anteriormente al 2012) e la mini- Aspi 2012 in regime provvisorio.
    Io ho presentato domanda di Mini-aspi il 6 febbraio 2013, avendo terminato il rapporto di lavoro l’8 gennaio 2013 . Ora il mio dubbio è se la mancanza del requisito assicurativo possa precludermi la concessione del sussidio, oppure avendo terminato il rapporto di lavoro dopo il primo gennaio 2013 è applicabile in toto la mini-aspi che non prevede più tale requisito.
    Spero di ricevere alcuni chiarimenti e vi ringrazio anticipatamente.


    Partecipante
    spartacus del #47621

    Essendo la tua richiesta relata alla mini aspi, non è richiesto il requisito di anzianità contributiva.


    Partecipante
    prometeo777 del #47622

    grazie spartacus…il mio dubbio nasceva dal fatto che un sindacalista a cui mi ero rivolto mi aveva detto che la domanda non sarebbe stata accolta in quanto la quasi totalità delle settimane contributive erano maturate nel 2012, periodo nel quale vigeva il regime provvisorio che richiedeva ancora il requisito assicurativo. Altri addetti ai lavori invece sostengono che io ho il requisito necessario perchè ho terminato il rapporto di lavoro dopo il 1 gennaio 2013 e nei 12 mesi ho le 13 settimane così come prescritto dalla riforma Fornero.
    Nel merito qual è la linea guida che ha stabilito l’Inps???? per evitare appunto interpretazioni divergenti da parte dei sindacalisti e degli stessi impiegati dell’Inps che valuteranno le domande.


    Partecipante
    spartacus del #47623

    I periodi lavorati nel 2012 sono validi per la mini aspi per tutti quei lavoratori che versavano il contributo ds, trasformato dal 2013 in contributo aspi. Versavano questo contributo la totalità dei lavoratori dipendenti con poche eccezioni, tipo gli apprendisti e le coop sociali, coop pescatori e similari.


    Partecipante
    prometeo777 del #47624

    @spartacus wrote:

    I periodi lavorati nel 2012 sono validi per la mini aspi per tutti quei lavoratori che versavano il contributo ds, trasformato dal 2013 in contributo aspi. Versavano questo contributo la totalità dei lavoratori dipendenti con poche eccezioni, tipo gli apprendisti e le coop sociali, coop pescatori e similari.

    non sono apprendista nè ho lavorato in coop sociali ecc, per cui dovrei ricevere il sussidio mini-aspi, sulla base dei requisiti anzidetti, senza alcun problema. La domanda comunque è stata inoltrata all’inps il 6 febbraio ma al momento non ho ricevuto ancora nessuna comunicazione.


    Partecipante
    prometeo777 del #47625

    a proposito c’è un termine del procedimento, in pratica quanto tempo devo aspettare per sapere se la mia domanda è stata accettata o respinta???????????????


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #47626

    Per i tempi dipende molto dalle sedi INPS di competenza e dal lavoro che hanno da svolgere. Se hai compilato la domanda online forse ti conviene telefonare il numero verde 803164 per sapere a che punto è la pratica oppure rivolgerti direttamente alla sportello per vedere se è tutto ok!


    Partecipante
    gabrieledagostino del #47627

    #Prometeo#
    Non si attendi nessuna Mini-aspi dai requisiti che lei ha sostenuto di avere e cioè nel solo periodo 2012 di 7 mesi di attività lavorativa avendo la mancanza del requisito assicurativo e cioè i due anni di anzianità assicurativa e almeno un contributo utile nel biennio precedente la domanda lei non rientrerà con la nuova normativa Mini.Aspi, ma con la rettifica Mini Aspi 2012 che assorbe la totalità della prestazione in questo periodo transitorio.
    La nuova Mini Aspi si attua soltanto per i rapporti di lavoro che intercorreranno dal 2013 in poi quindi le 13 settimane si vanno a trovare nell’anno solare in essere cioè in quello in cui lei inizia a lavorare.
    http://www.dplmodena.it/18-12-12INPS20774.html


    Partecipante
    spartacus del #47628

    Caro amico Gabriele, per quanto abbia letto nel link che hai messo non ho trovato alcuna frase che dicesse che al lavoratore che volesse accedere alla mini aspi ci fosse il requisito per cui il contratto deve essere cominciato nel 2013. Piuttosto fa testo la circolare 142 del 18-12-2012 che, copio testualmente al punto 2.3 dice: – Contribuzione utile ed individuazione del biennio per il diritto: la precedente contribuzione, versata o dovuta, contro la disoccupazione è considerata valida ai fini dell’indennità di disoccupazione ASpI e della mini-ASpI.
    Prosegue poi :
    3.1 – Requisiti
    L’indennità è riconosciuta ai lavoratori che, a partire dal 1° gennaio 2013, abbiano perduto involontariamente la propria occupazione e che presentino i seguenti requisiti:
    a. possano far valere lo status di disoccupato ai sensi dell’articolo 1, comma 2, lettera c), del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, e successive modificazioni;
    b. possano far valere almeno 13 settimane di contribuzione da attività lavorativa negli ultimi 12 mesi precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione, per la quale siano stati versati o siano dovuti contributi per l’assicurazione obbligatoria. omissis
    Si chiarisce che non è richiesto il requisito dell’anzianità assicurativa.
    Per la verifica del requisito contributivo per la prestazione in esame quanto già precisato al precedente punto 2.3.
    Semplificando il tutto secondo me ha diritto alla mini aspi chi è stato licenziato a partire dal 01/01/2013 ed abbia 13 settimane lavorate nell’anno che va ritroso dalla data di licenziamento, quindi sono validi i contributi versati nel 2012 purche risulti versato l’ex contributo ds, cioe per la quasi totalità dei lavoratori esclusi i coop e gli apprendisti, categorie tral’altro che cominciano a versare l’ex ds (oggi contributo aspi) dal 01/01/2013. Aggiungo che, solo per la mini aspi, non è più previsto il contributo di anzianità. Questo per i requisiti. Riguardo al calcolo, per entrambe le indennità prendono in considerazione la retribuzione del biennio dalla data del licenziamento e le dividono per le settimane al calcolo dello stesso periodo ottenendo la media mensile che opportunamente trattata tenendo presente dei massimali, e rapportandola al 75% edividendola per 4,33 uscirà la somma settimanale che , nel caso della mini aspi, verrà erogata per la metà delle settimane lavorate negli ultimi 12 mesi dalla data del licenziamento.
    Qui la circolare completa: http://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20142%20del%2018-12-2012.htm


    Partecipante
    prometeo777 del #47629

    non mi resta che aspettare, tuttavia da quello che dice il testo normativo la mini-aspi spetta a coloro che sono stati licenziati dopo il primo gennaio 2013 senza specificare che le 13 settimane devono esser maturate, per forza, nell’anno 2013, si parla, infatti, solo di “12 mesi precedenti”.

consulenza
Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 30 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.