proroghe contratto a tempo determinato


  • Partecipante
    Loredana del #43980

    Lavoro da due anni e tre mesi presso un’azienda del settore abbigliamento come commessa. Sono stata assunta con un contratto a tempo determinato di nove mesi che mi è stato prorogato due volte per altri nove mesi, adesso l’azienda mi ha fatto una terza proroga a 7 mesi, per un totale di 34 mesi. Ho letto il d.lgs 368/2001 in cui viene menzionata una sola proroga che non superi un periodo di 36 mesi e mi chiedo come sia possibile fare tre proroghe consecutive. E’ normale tutto ciò? Inoltre il mio contratto scadeva il 30 di giugno ed io ho appreso il 1 luglio che mi era stato rinnovato di altri 7 mesi e ad oggi non ho ancora firmato nulla. Cosa dovrei fare?
    Grazie, Lory


    Partecipante
    gabrieledagostino del #45489

    Ti consiglio se hai un buon rapporto con il tuo datore di lavoro di chiedere un incontro e discutere la cosa in maniera palese,e spiegandole che tu sei a conoscenza dei criteri che il legislatore stabilisce vedi il decreto da te citato il 368/2001,se la volontà è quella di venirti in contro e conciliare la cosa in maniera concordata tra le parti bene,altrimenti se vedi che esita o magari ti minaccia di licenziamento a scadenza contratto,cosa che superati orami i 3 anni non può più fare,ti consiglio di rivolgerti ad un giuslavorista,dove come tuo diretto tutore legale invia una missiva per poter sistemare la chiusura di questo contratto,con un nuovo contratto a temp.indeterminato.


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45490

    Ciao Loredana, probabilmente quelle di cui parli tu non sono proroghe, ma rinnovi ossia di nuovi contratti a termine. In questo caso il datore di lavoro si trova in regola se fra un contratto e l’altro sono avvenuti degli stacchi regolari, cioè entro 6 mesi di lavoro 10gg oltre i 6 mesi di lavoro 20gg. Infine per ogni contratto a termine si può fare una proroga. Quindi devi stare attenta al tipo di contratto o comunicazione che viene fatta, solo così si può stabilire se il contratto può essere impugnato o meno.


    Partecipante
    Loredana del #45491

    Antonio, ti assicuro che si tratta di proroghe messe nero su bianco e che tra un contratto e l’altro non c’è mai stato uno stacco, altrimenti avrei parlato di rinnovi e non di proroghe. So che i rinnovi possono essere infiniti, ma è ammessa una sola proroga che non superi i 36 mesi. Spero comunque di trovare un accordo con il titolare con cui ho intenzione di parlare.


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45492

    Ok Loredana, scusami se ho dubitato di quello che hai detto… 🙂 è facile confondere le due cose, dopo un po’ di anni nel ramo lo so bene..

    Comunque se è così è palese l’errore dell’azienda che ti lascia ampio margine per chiedere la conversione, ovviamente il primo passo è parlare col datore di lavoro, con molto tatto e senza farlo sentire all’angolo… noi non vogliamo litigare!

    Ovviamente in caso negativo ti consiglio di far seguire la pratica ad un avvocato, o ancora meglio da un buon sindacato (a volte fanno più paura..)

consulenza
Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.