Qual è la differenza tra l’essere "INOCCUPATO" o "DISOCCUPAT

Pubblicato in: Argomenti vari

  • Partecipante
    ladygaga del #43881

    Qual è la differenza tra l’essere “INOCCUPATO” o “DISOCCUPATO” per l’accesso al Pubblico Impiego?

    E’ vero che per vincere i concorsi pubblici ed essere immessi in ruolo è necessario non essere stati mai assunti da privati, ovvero non aver mai lavorato (eccetto gli anni di servizio prestati presso Pubbliche Amministrazioni) per società private con contratti a tempo determinato, somministrazione (ex-interinale), accessorio?

    E che non si deve avere una partita previdenziale attiva (eccetto gli anni di servizio prestati presso Pubbliche Amministrazioni)? Ovvero non si deve essere registrati come matricola presso INPS – INAIL e quindi non avere neanche una settimana di contributi versati (eccetto gli anni di servizio prestati presso Pubbliche Amministrazioni)? Insomma in altri termini avere un estratto conto pulito senza neanche una registrazione contributiva presso privati (eccetto gli anni di servizio prestati presso Pubbliche Amministrazioni), proprio come una fedina penale?

    E’ vero che se si è già registrati come matricola previdenziale e assicurativa presso INPS – INAIL non è possibile vincere concorsi pubblici poiché non è possibile effettuare un’altra registrazione in quanto la matricola è già esistente, per dirla in breve, registrarsi sopra una matricola già esistente?

    E che differenza c’è inoltre, sempre in termini di registrazione, tra “Gestione separata” ex art. 2 comma 26 L. 335 / 95 e “Regime contributivo e assicurativo ordinario”?

    Che cosa significa conservare lo STATUS di “INOCCUPATO” o “NON OCCUPATO” e nell’altro caso invece avere lo STATUS di “DISOCCUPATO DI LUNGA DURATA”?

    Che differenza c’è tra SOSPENSIONE e CONSERVAZIONE dello STATO DI DISOCCUPAZIONE?

    Partecipante
    gabrieledagostino del #45199

    Carissima ladygaga,magari se esponi i quesiti gradualmente possiamo darti qualche informazione. 😀

    Partecipante
    ladygaga del #45200

    Qual è la differenza tra l’essere “INOCCUPATO” o “DISOCCUPATO” per l’accesso al Pubblico Impiego?

    1) E’ vero che per vincere i concorsi pubblici ed essere immessi in ruolo è necessario non essere stati mai assunti da privati, ovvero non aver mai lavorato (eccetto gli anni di servizio prestati presso Pubbliche Amministrazioni) per società private con contratti a tempo determinato, somministrazione (ex-interinale), accessorio?

    2) E che non si deve avere una partita previdenziale attiva (eccetto gli anni di servizio prestati presso Pubbliche Amministrazioni)? Ovvero non si deve essere registrati come matricola presso INPS – INAIL e quindi non avere neanche una settimana di contributi versati (eccetto gli anni di servizio prestati presso Pubbliche Amministrazioni)? Insomma in altri termini avere un estratto conto pulito senza neanche una registrazione contributiva presso privati (eccetto gli anni di servizio prestati presso Pubbliche Amministrazioni), proprio come una fedina penale?

    E’ vero che se si è già registrati come matricola previdenziale e assicurativa presso INPS – INAIL non è possibile vincere concorsi pubblici poiché non è possibile effettuare un’altra registrazione in quanto la matricola è già esistente, per dirla in breve, registrarsi sopra una matricola già esistente?

    3) E che differenza c’è inoltre, sempre in termini di registrazione, tra “Gestione separata” ex art. 2 comma 26 L. 335 / 95 e “Regime contributivo e assicurativo ordinario”?

    4) Che cosa significa conservare lo STATUS di “INOCCUPATO” o “NON OCCUPATO” e nell’altro caso invece avere lo STATUS di “DISOCCUPATO DI LUNGA DURATA”?

    5) Che differenza c’è tra SOSPENSIONE e CONSERVAZIONE dello STATO DI DISOCCUPAZIONE?

    6) Cosa si intende per “congrua offerta di lavoro” nela caso di lavoro temporaneo (somministrato)?
    ladygaga

    Messaggi: 1
    Iscritto il: oggi, 12:20

    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45201

    1 e 2)E’ vero solo in parte, non puoi lavorare contemporaneamente per pubblico e privato, ma non è che se una volta nella tua vita lavori per il privato poi non puoi più avere un posto pubblico!!

    3) Gestione separata si intende la parte dell’INPS per i collaboratori, le partite IVA ecc. o parasubordinati; l’Ordinario invece gestisce i lavoratori dipendenti o subordinati.

    4) Sei disoccupato quando hai perso un posto di lavoro o cessato un’attività di lavoro autonomo mentre sei inoccupato quando, pur non avendo mai lavorato, ti dichiari disponibile a farlo. Sei disoccupato di lunga durata oltre i 24 mesi…

    5) Perdi lo stato di disoccupato quando vieni riassunto per olt8 mesi in un anno o superi gli 8000 euro di reddito in un anno; la disoccupazione viene sospesa quando superi gli 8000 euro di reddito ma non superi gli 8 mesi

    6) E’ italiano…

    Per favore Ladygaga, non fare troppe domande in una sola, è difficile rispondere così e si fa troppa confusione sul Forum, altrimenti sono costretto a cancellare le tue richieste… 😉

    Partecipante
    ladygaga del #45202

    @antonio wrote:

    1 e 2)E’ vero solo in parte, non puoi lavorare contemporaneamente per pubblico e privato, ma non è che se una volta nella tua vita lavori per il privato poi non puoi più avere un posto pubblico!!

    3) Gestione separata si intende la parte dell’INPS per i collaboratori, le partite IVA ecc. o parasubordinati; l’Ordinario invece gestisce i lavoratori dipendenti o subordinati.

    4) Sei disoccupato quando hai perso un posto di lavoro o cessato un’attività di lavoro autonomo mentre sei inoccupato quando, pur non avendo mai lavorato, ti dichiari disponibile a farlo. Sei disoccupato di lunga durata oltre i 24 mesi…

    5) Perdi lo stato di disoccupato quando vieni riassunto per olt8 mesi in un anno o superi gli 8000 euro di reddito in un anno; la disoccupazione viene sospesa quando superi gli 8000 euro di reddito ma non superi gli 8 mesi

    6) E’ italiano…

    Per favore Ladygaga, non fare troppe domande in una sola, è difficile rispondere così e si fa troppa confusione sul Forum, altrimenti sono costretto a cancellare le tue richieste… 😉

    1) Che vuol dire che se una volta nella vita lavoro per il privato poi non posso più avere un posto pubblico? Spiegati meglio.
    Mettiamo il caso che io accetti un contratto di somministrazione (lavoro temporaneo) con una delle note agenzie, come faccio poi ad accedere al pubblico impiego? Non è meglio lavorare con i buoni lavoro così da non perdere lo status di inoccupato e non rovinarsi i 40 anni di contribuzione? Una volta accettato un contratto di somministrazione da quando iniziano a decorrere i 40 di contributi da versare all’INPS? Con i buoni lavoro decorre invece qualcosa visto che risulto essere inoccupata?
    Rischio insomma di pregiudicarmi una futura pensione alla luce anche della simulazione tolta di recente dal sito INPS dal presidente Mastropasqua con la quale il calcolo della pensione per i precari rischiava di innescare un sommovimento sociale?

    4) Esiste anche lo stato di inoccupazione di lunga durata?

    6) E’ italiano.
    lo stato di disoccupazione viene sospeso nel caso di accettazione di un’offerta a lavoro a tempo determinato o di lavoro temporaneo (somministrazione) di durata inferiore a otto mesi (quattro se giovani; per giovani si intende di età compresa fra i 18 e 25 anni se diplomati, 29 se con diploma universitario di laurea).
    Se il reddito non supera la soglia minima soggetta a imposizione, prevale la regola della conservazione.
    lo stato di disoccupazione si perde se si rifiuta, senza giustificato motivo, una “congrua” offerta di lavoro a tempo pieno ed indeterminato o determinato o di lavoro temporaneo (somministrazione) con durata superiore a otto mesi (quattro se giovani). In questo caso non sarà possibile riacquistare lo stato di disoccupazione per i successivi quattro mesi. Non si perde se il luogo di lavoro dista più di 50 Km dal domicilio (o più di 15 Km se non è raggiungibile con i mezzi pubblici) ovvero è raggiungibile in un tempo superiore all’ora utilizzando i mezzi pubblici. Se la persona è disoccupata, è congrua l’offerta che rispetta le disponibilità del lavoratore e la cui retribuzione non sia inferiore del 10% rispetto a quella percepita prima di diventare disoccupato (15% dopo sei mesi di disoccupazione). Se la persona è inoccupata è congrua l’offerta che rispetta le disponibilità espresse dal lavoratore o attinente alla formazione professionale); se si percepisce un reddito da lavoro annuale superiore al reddito minimo personale escluso da imposizione;

    Partecipante
    ladygaga del #45203

    @antonio wrote:

    Per favore Ladygaga, non fare troppe domande in una sola, è difficile rispondere così e si fa troppa confusione sul Forum, altrimenti sono costretto a cancellare le tue richieste… 😉

    Poiché le domande che ho posto riguradano lo stesso argomento, allora ti invito, prova tu ad inserirle nelle diverse sezioni del forum alle quali tu credi facciano riferimento!
    Non si creerebbe più confusione postando troppi argomenti?

    P.S.: Perché l’argomento della/e mia/e domanda/e è stato s-postato nella sezione “argomenti vari” e non in un’altra sezione del forum?

    Partecipante
    ladygaga del #45204

    Ad oggi non ho avuto nessuna risposta in merito.

    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45205

    @ladygaga wrote:

    Ad oggi non ho avuto nessuna risposta in merito.

    Cara/o Ladygaga, questo Forum non è un Ente Pubblico, quindi non è pagato con le tue tasse! Questo Forum non ti manda la parcella a casa!! Prova a rileggere la discussione dall’inizio e vedi se si capisce qualcosa… quindi come vedi si sta creando confusione.

    I 2 anni abbiamo risposto a centinaia di persone, quindi non è non vogliamo rispondere a te, ma non puoi pretendere di fare un corso accelerato di Diritto del Lavoro in un forum, ecco perchè ti avevo chiesto di dividere la domanda in più parti, ma forse tu non hai tempo e ne voglia, figurati noi di risponderti!!!

    Partecipante
    ladygaga del #45206

    la domanda come vedi è stata numerata e quindi divisa in più parti, non sono io che non ho voglia di fare ciò che tu mi hai richiesto, forse sarà vero il contrario.
    Mi hai addirittura additato di non conoscere italiano, ma la domanda da me posta, anche se in termini giuridici (“congrua offerta di lavoro”) ( di questo credo si occupi questo forum), è chiarissima.
    Non ho intenzione di fare un corso accelerato di diritto del lavoro, a questa possibilità dovresti pensare tu visto che il tuo forum si chiama lavoroediritti.
    Questo Forum non è un Ente Pubblico, quindi non è pagato con le mie tasse?
    Forse non sarà pagato con le mie tasse, ma finanziato da quegli illustri giuslavoristi, consulenti del lavoro e da quelle lobby di agenzie di lavoro che lucrano sulla pelle dei lavoratori e finanziate con soldi pubblici, sicuramente sì.

    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45207

    Che faccia tosta, a questo punto mi dispiace anche solo aver provato a rispondere alle tue domande…

    ps il sito è finanziato solo dal nostro lavoro e dal nostro studio, prova a fare altrettanto!!

Stai visualizzando 10 post - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Il topic ‘Qual è la differenza tra l’essere "INOCCUPATO" o "DISOCCUPAT’ è chiuso a nuove risposte.