Regole aziendalei per malattie brevi a sfavore di chi ha patologie


  • Partecipante
    Alessandro Panno del #55197

    Salve a tutti e grazie in anticipo per l’aiuto che potrete darmi.
    L’ azienda presso cui lavoro, in accordo con i sindacati, ha decretato che delle nuove regole per le malattie brevi.
    In pratica non appena si supera il numero di 5 volte in un anno di malattie brevi (inferiori ai sei giorni) verranno decurtati 50 euro dal premio di prodduzione pe rogni giorno di malattia fatto.
    Ho chiesto all’ ufficio del personale se vi fossero delle eccezioni per chi come me soffre di cefalea a grappolo e con aura, patologie che costringono a stare immobili a letto per 3-4 giorni imbottendosi di medicinali nel tentativo di far passare il dolore, ma mi hanno risposto picche, ovvero che loro non possono farci nulla e che posso attaccarmi al tram, anche se presentassi una certificazione medica.

    Esiste un modo, una legge, un escamotage per riconoscere l’assurdità della cosa e fare un’ eventuale eccezione?

    Grazie mille per l’aiuto


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #55208

    Ciao, purtroppo se il contratto prevede questa regola e non sono state inserite deroghe vale per tutti, compresi i casi come il tuo. In questi casi a causa di qualcuno che ne ha approfittato in passato pagano anche gli altri. Del resto si tratta di un accordo con i sindacati, quindi sono loro che non hanno tutelato bene queste situazioni. Al massimo potresti vedere se questa regola sia in qualche modo in contrasto con regole generali previste nel CCNL di riferimento.

consulenza
Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.