requisiti per messa in mobilità chi ha la precedenza ?


  • Partecipante
    lavoratore64 del #44315

    Ciao,
    sono nuovo del forum e spero di trovare risposta a questa domanda :

    La mia azienda ha intenzione di aprire una procedura di mobilita che riguarda una buona parte dei lavoratori in forza.
    In assenza di accordo sindacale mi sembra di aver capito che l’azienda puo porre in mobilità i lavoratori attenendosi alle leggi vigenti che stabiliscono delle precise regole
    quali la situazione familiare l’anzianita etc. per scegliere un lavoratore piuttosto di un altro. La mia domanda è molto semplice, a parita di tutti gli altri requisiti,
    un lavoratore separato o divorziato, ha una classifica “migliore” rispetto ad un altro
    con stesso reddito stesso numero di figli stessa anzianità etc. ❓ ??


    Partecipante
    lavoratore64 del #46676

    Nessuno sa rispondermi ❓


    Partecipante
    gabrieledagostino del #46677

    Sicuramente la composizione del nucleo familiare incide molto sulle scelte dell’azienda di porre in mobilità i lavoratori, l’anzianità lavorativa è anche un fattore pregnate, ma se consideriamo l’assenza dell’esame congiunto con le parti sociali,e l’esame congiunto con la direzione provinciale del lavoro, l’azienda può fare come meglio crede quindi anche non considerando il nucleo familiare,e l’anzinità lavorativa.

consulenza
Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.