rifiuto rinn contratto


  • Partecipante
    davide77 del #44065

    ciao a tutti !!
    mi scuso in anticipo se l’argomento e’ forse gia’ stato trattato!!
    io fino a gennaio dello scorso anno ero in cassa integrazione ,poi ho trovato una ditta che ha voluto assumermi e per usufruire dei benefici statali la stessa mi ha fatto andare in disoccupazone per poi assumermi con un contratto di un anno che scadra a gennaio 2012!!!
    il problema e’ che in questa azienda non ci sto bene per motivi riguardanti ad un mancato rispetto di norme igieniche del tipo fumi di saldatura e polveri di ferro che non sono appunto aspirate a dovere!!
    il fatto e’ che la ditta sicuramente mi rinnovera’ il contratto in quanto il mio lavoro lo faccio a dovere !!
    ora mi domando :
    se io rifiuto di firmare il contratto che la ditta sicuramente mi rinnovera’ avro diritto alla dissocupazione oppure rifiutandolo e ‘ come se mi fossi licenziato io???
    come devo agire per avre la disoccupazione !!!
    grazie molte


    Partecipante
    gabrieledagostino del #45704

    In un momento di grave crisi come quello che stiamo vivendo lei mi parla di rifiuto del rinnovo di contratto,per entrare nel mondo precario e degli ammortizzatori sociali,mi auguro sia uno scherzo!


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45705

    Per il rinnovo nessuno può obbligarti, dato che si tratta di un contratto a termine ci sarà bisogno di un nuovo accordo fra le parti per prorogarlo, quindi tu puoi benissimo dire di no. Non dovresti avere problemi neanche con la disoccupazione, però qui non posso darti la certezza assoluta perchè dipende da fattori di cui io non sono a conoscenza. Per evitare problemi visto che c’è molto tempo ancora ti consiglio di rivolgerti ad un patronato per vedere la pratica con loro.


    Partecipante
    gabrieledagostino del #45706

    Il trattamento non spetta in caso di dimissioni con esclusione delle dimissioni per giusta causa effettivamente regolamentato dalla circolare Inps n.97/2003,e di risoluzione consensuale del rapporto tranne nei casi indicati dalla circolare inps,n.108/2006 che le allego il link;
    http://www.inps.it/circolariZip/Circolare%20numero%20108%20del%2010-10-2006.pdf
    Quindi sicuramente,constatando la sua posizione lavorativa,trattasi di condizioni lavorative non conforme alle norme igenico sanitarie sui luoghi di lavoro,trovando un accordo con il suo datore di lavoro sicuramente troverete una soluzione,ma stando ai fatti in essere,lei può rescindere il suo contratto consensualmente con il proprio datore,proprio perchè trattasi di cotratto a termine.


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45707

    Ciao Gabriele, quello che dici è giusto ma non si applica in questo caso. Infatti Davide non vuole dimettersi, semplicemente in fase di rinnovo si rifiuterà di firmare il nuovo contratto. In questo caso vale l’ultimo rapporto che si considera chiuso per fine contratto. Quindi si ha diritto alla disoccupazione.

consulenza
Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.