Trattamento speciale in edilizia


  • Partecipante
    gabrieledagostino del #44412

    Un lavoratore che ha lavorato nel periodo 2011 per un totale di 23 settimane e nel periodo 2012, ha lavorato 21 settimane nel settore adile ha diritto a percepire la disoccupazione speciale per l’edilizia? – il richiedente nel 2011 ha usufruito della disoccupazione con i requisiti ridotti, ma studiando bene la cosa, per poter usufruire di tale prestazione si ha bisogno di 43 contributi settimani nel biennio precedente la data di licenziamento nel settore dell’edilizia, maturando i requisiti nel 2012 è più consigliabile procedere con la disoccupazione speciale edile? o con la dis.con i requisiti ridotti , sotto l’aspetto economico la disoccupazione edile da diritto ad una indennità fissa di euro 549,74.
    Poi se il contratto è a tempo determinato può essere erogato ugualmente oppure deve essere a tempo indeterminato e licenziato per utilmazione dei cantieri,riduzione di personale allora cosi avrà diritto alla DS speciale edile, o il contratto dovrà essere per forza a tempo indeterminato.


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #46968

    Ciao Gabriele, io ti consiglio di fare la domanda per la speciale edile, questa va presentata come l’ordinaria entro 68 giorni dalla scadenza dell’ultimo contratto. Anche se l’importo è più basso è una buona possibilità perchè questo periodo se non sbaglio viene conteggiato anche ai fini della pensione come se lavorato.

    La requisiti ridotti dal 2013 non esisterà più sostituita dalla mini-aspi, ora c’è solo il dubbio se entro marzo si potrà comunque presentare l’ultima domanda, ma qui non ho la certezza.


    Partecipante
    spartacus del #46969

    Solo per aggiungere che la mini aspi non si dovrà richiedere solo nel periodo Gennaio /Marzo, ma in qualsiasi periodo dell’anno, anche per più volte l’anno. L’unico requisito, oltre a quello di anzianità è aver lavorato per almeno 13 settimane prima di venire licenziato.


    Partecipante
    gabrieledagostino del #46970

    Grazie per le risposta e delucidazioni che mi avete dato, volevo aggiungere l’importo della dis.speciale edile viene erogato per 90 giorni con un importo fisso di 549.74€ circa,
    si Antonio per quanto riguarda l’aspetto cotributivo la DS speciale edile viene considerata come periodo lavarativo a differenza del trattamento ordinario di disoccupazione, dà diritto ad una contribuzione figurativa valida anche ai fini del diritto al trattamento pensionistico di anzianità.
    Quindi la Mini-Aspi andando in atto dal 1 Gennaio 2013 non ci sarà la DS con i requisiti ridotti, l’importo della mini aspi è uguale all’aspi cioè il 75% della retribuzione globale, in un’unica soluzione, la DS speciale edile invece 549.74€ per 3 mesi che fanno 1649€ rispetto alla mini-aspi su un importo di 1250€ che è lo stipendio percepito del soggetto in essere che sono 937€ circa..
    Datemi qualche dritta….vorrei utilizzare la miglior soluzione per il cliente.


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #46971

    @spartacus wrote:

    Solo per aggiungere che la mini aspi non si dovrà richiedere solo nel periodo Gennaio /Marzo, ma in qualsiasi periodo dell’anno, anche per più volte l’anno. L’unico requisito, oltre a quello di anzianità è aver lavorato per almeno 13 settimane prima di venire licenziato.

    Grazie per le precisazioni spartacus, ne ero a conoscenza ma ho ancora qualche dubbio in merito, fino a che non farò qualche pratica… uno dei tanti è, ma chi ha maturato i requisiti quest’anno e poi non trova più lavoro, non può fare la mini aspi che ancora entra in vigore e non può fare nemmeno la requisiti ridotti che sarà abrogata? Io spero ancora in una proroga dell’ultimo momento per evitare grosse ripercussioni su migliaia e migliaia di lavoratori stagionali che si troveranno senza questo aiuto l’anno prossimo!

    @gabriele, come hai ben capito dalla discussione, se non fa ora la domanda per la speciale edile entro 68 giorni dal licenziamento perderà tutto, poi non potrà fare più nulla, visto che la disoccupazione requisiti ridotti non esiste più e la mini-aspi non si presenta dal 1 gennaio al 31 marzo, ma a fine rapporto di lavoro, quindi è evidente che visto che ancora si può presentare la domanda non ne ha sicuramente diritto!!!


    Partecipante
    spartacus del #46972

    Per quanto ho capito, a differenza dell’aspl ordinaria (già si parla di proroga), la mini aspl entrerà in vigore comunque dall’01/01/2012. Tutti quelli che hanno raggiunto i requisiti per la ds ridotta, entreranno nella mini, con le stesse regole che c’erano finora. I diritti acquisiti non verranno perduti comunque. Dal primo aprile entrera a regime la nuova mini: 13 settimane, di contrattoa, il solito requisito di anzianità, cambierà il trattamento economico: ti indennizzano il 75% della retribuzione globale del 2012 per un numero di giorni uguale alla meta di quelli lavorati nell’anno. Il pagamento avverrà mensilmente come per la ds ordinaria. L’unica differenza con la ridotta è che per usufruire della mini-aspl si deve essere iscritti al cpi. Se dopo aver finito la mini si trova lavoro per almeno 13 settimane e poi essere licenziati, si può di nuovo fare la mini da subito senza aspettate gennaio dell’anno successivo.


    Partecipante
    gabrieledagostino del #46973

    @spartacus, forse lei non ha afferrato il mio tema, la funzione dell’aspi so come funziona la ringrazio per la delucidazione, ma era avendo un dubbio, un lavoratore edile che nel 2011 ha lavorato per 23 settimane, e che in questo periodo ha usufruito della DS con i requisiti ridotti, lavorando nel 2012 per 21 settimane sempre nel settore edile e maturando le 44 settimane di lavoro nel biennio nel settore edile, è consigliabile presentare istanza per la DS speciale edile considerato che hai fini contributivi viene considerata giorni lavorativi a tutti gli effetti e che da diritto per la maturazione hai fini pensionistici,o rispetto all’importo che si percepirà con la DS con requisiti ridotti,stando alla DS speciale edile sono 549€ per 3 mesi,mentre la DS con requisiti ridotti il 35% della retribuzione globale di fatto.


    Partecipante
    spartacus del #46974

    Signor Gabriele, avevo capito benissimo la sua domanda e pensavo che la sisposta del signor Antonio fosse stata esaustiva: o la chiedi entro 68 giorni o non puoi farlo più. Penso sia chiaro che non puoi aspettare Gennaio per fare la richiesta. Conviene farla subito. Se nel caso nel biennio avesse anche 8 settimane lavorate nel settore non edile, si può fare l’ordinaria. Poi a Gennaio non è detto che non possa anche chiedere la ridotta o che dir si voglia la mini aspl, con le vecchie regole si poteva fare.


    Partecipante
    gabrieledagostino del #46975

    Rispetto all’importo della Mini-Aspi, secondo voi conviene presentare la DS speciale edile, anche perchè questo ormai valida fino 31 Dicembre 2012, poi sostituita dalla Mini Aspi, in ogni caso ritengo sia conveniente presentare la DS speciale sul piano contributivo e retributivo.

consulenza
Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.