Una tantum per cocopro


  • Partecipante
    giuseppe del #43903

    nel 2010 ero cocopro tutto l’anno fino al 31-12-10 poi 2 mesi di disoccupazione.
    Ho letto che i mesi di contributi del 2010 devono essere di monocommittenza min. 3 max 10. Se ho capito bene in questa condizione sarei escluso.
    Però:
    l’azienda per la quale ho lavorato ha omesso il versamento di qualche mese (ora è sulla via del fallimento), quindi di fatto ci sarebbero versati + di 3 mesi ma meno di 10. Questa condizione come mi pone per l’una tantum?
    2 quesito) se ne ho diritto il 30% su che cosa? sul totale delle buste paga che ho ricevuto, o sul totale delle busate paga che ho INCASSATO (differenza non da poco perchè di fatto sto ancora aspettando 5 mensilità, che non dovrebbero essere indicate sul CUD che ancora non ho) Vale il principio di cio che ho incassato o ciò che avrei maturato(buste paga lo rivelano).
    Perchè nel caso valessero gli importi CUD(che rappresentano il percepito effettivo)oltre ad essere a credito dall’azienda (quindi necessità maggiore di sostegno), avrei dall’inps sostegno ridotto. PER CONCLUDERE COSA MI SPETTA?


    Amministratore del forum
    Antonio Maroscia del #45294

    Ciao Giuseppe in questi casi è d’obbligo fare comunque la domanda, tanto cos’hai da perdere? Magari puoi allegare un promemoria, scritto e sottoscritto da te in cui spieghi il tutto… in questo modo sarà l’INPS che se la vedrà con l’azienda. Allega tutta documentazione in tuo possesso, soprattutto le buste paga se ne hai, ma anche contratto, CUD ecc.

    Se proprio non ti senti sicuro ti consiglio di far seguire la pratica da un patronato, loro sono abituati a risolvere questi casi.

    In bocca al lupo e magari tienici aggiornati…


    Partecipante
    giuseppe del #45295

    la domanda l’ho fatta all’inps, ma mi sono venuti dubbi, dopo che 2 impiegate (avevo 2 quesiti diversi) e direttore (dio li fa e poi li accoppia), prima ancora di sapere chi ero e cosa volevo hanno intensamente tenuto a dimostrare la loro scarsa educazione e rispetto per l’utenza. Ora cerco conferme per altre vie.


    Partecipante
    gabrieledagostino del #45296

    La modifica introdotta dalla Legge Finanziaria (legge n. 191 del 23 dicembre 2009) prevede che per gli anni 2010 e 2011 è riconosciuto, solo per i collaboratori a progetto, nei casi di fine lavoro un contributo una tantum pari al 30% percepito l’anno precedente e comunque non superiore a 4.000 euro.
    L’indennità verrà erogata solo a particolari condizioni che escluderanno ancora una volta la maggioranza dei co.pro. dal riconoscimento del contributo:

    •avere svolto la propria attività esclusivamente per un unico committente (la monocommittenza si riferisce all’ultimo rapporto di lavoro per il quale si è verificato l’evento di fine lavoro)
    •avere guadagnato nell’anno precedente fra i 5.000 e i 20.000 euro
    •avere almeno 3 mesi di versamenti contributivi nella Gestione separata Inps nell’anno precedente e almeno 1 mese nell’anno in corso
    •non avere un contratto di lavoro da almeno due mesi

    Circolare INPS n. 36/2010.

    Legge 191/09 (estratto).

    Legge 2/09 (estratto).


    Partecipante
    lucav del #45297

    salve a tutti,
    il mio dubbio è questo e spero possiate aiutarmi.
    Ho lavorato come cocopro fino a dicembre 2010 .
    Ho presentato domanda una tantum a marzo 2011 e credo di avere tutti i requisiti , reddito monocommittenza etc , l unico dubbio che ho riguarda gli accrediti richiesti ovvero tre nell’anno precedente(2010?) (li ho ) E UNO NELL ANNO IN CORSO CHE SIGNIFICA?
    Io nel 2011 non ho avuto rapporti con il committente , non ne ho diritto quindi? ho chiesto all inps ma non mi sanno dire molto oltre al fatto che sono ormai 4 mesi che nonstante i miei solleciti non evadono la mia domanda .
    Grazie mille anticipatamente

consulenza
Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.