Come diventare Consulente del Lavoro, la guida dei CdL

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


I Consulenti del Lavoro hanno rilasciato una guida su come diventare Consulente del Lavoro. L'ebook racchiude le norme sul tirocinio professionale del CDL

I Consulenti del lavoro sono professionisti dell’area giuridico-economica che esplicano le proprie funzioni soprattutto nell’ambito di realtà imprenditoriali medio-piccole, occupandosi principalmente della consulenza per la gestione del personale, della contabilità lavoro, di tributi, previdenza e di tutti i contatti con Enti di primaria importanza quali INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate e altri. L’attività del Consulente del lavoro si colloca quindi in posizione centrale tra impresa, istituzioni pubbliche e lavoratori, diventando una sorta di dirigente esterno all’azienda.

La professione, inizialmente individuata con legge n. 1815/1939, trova una sua prima specifica regolamentazione con la legge n. 1081/1964 che istituisce l’Albo dei Consulenti del lavoro, mentre nel 1979 vi è stato il pieno riconoscimento dell’Ordine professionale.

Il suo ambito professionale comprende:

  • amministrazione del personale (subordinato, autonomo e parasubordinato);
  • calcolo e asseverazione del costo del lavoro, determinazione e calcolo dell’accantonamento del trattamento di fine rapporto;
  • ammortizzatori sociali (consulenza ed assistenza);
  • risoluzione rapporti (mobilità, licenziamenti collettivi, ecc.);
  • dichiarazione e denunce previdenziali, assistenziali, assicurative e fiscali;
  • contenzioso del lavoro, amministrativo, previdenziale, assicurativo, sindacale, giudiziale e stragiudiziale;
  • contenzioso fiscale, operazioni societarie, dichiarazioni e prestazioni amministrative, contabili, fiscali-tributarie e formazione del bilancio;
  • contrattualistica (contratti, certificazione, conciliazioni, arbitrati);
  • consulenze tecniche di parte (controversie di lavoro, previdenziali, assicurative, di assistenza sociale, fiscali e in atti aventi natura negoziale).

Come diventare Consulente del Lavoro

Per poter accedere alla Professione di Consulente del Lavoro è previsto un periodo di tirocinio, di 18 o 24 mesi, e un esame di abilitazione alla professione, da svolgersi in apposite sessioni annuali, consistente in una doppia prova scritta e poi, se superato lo scritto, in una prova orale presso la Direzione Regionale del Lavoro.

Il Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro in collaborazione con la Fondazione studi ha rilasciato un ottimo ebook, prelevabile gratuitamente dal sito dei Consulenti del Lavoro, che racchiude tutta la normativa sul praticantato (tirocinio professionale del CDL), così come modificata dalla riforma delle professioni.

Abbiamo pensato quindi di condividere questo ebook con i nostri lettori, nella consapevolezza che molti di coloro che ci seguono sono magari in procinto di iniziare un tirocinio, oppure si trovano al termine del loro periodo di studi e da appassionati della materia hanno in mente di avvicinarsi a questa professione.

  Guida praticantato Consulente del Lavoro (666,3 KiB, 5.110 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti