Assegni familiari per i lavoratori parasubordinati

Gli assegni familiari o meglio, gli assegni per il nucleo familiare per i lavoratori parasubordinati, sono delle prestazioni erogate dall'inps per i nuclei familiari dei lavoratori iscritti alla Gestione separata dei lavoratori autonomi che non siano pensionati e non siano iscritti ad altra forma obbligatoria.

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Gli assegni familiari, o meglio gli assegni per il nucleo familiare per i lavoratori parasubordinati, sono delle  prestazioni erogate dall’inps  per i nuclei familiari dei lavoratori iscritti alla Gestione separata dei lavoratori autonomi che non siano pensionati e non siano iscritti ad altra forma obbligatoria.

A chi spetta

L’assegno spetta ai lavoratori parasubordinati italiani, comunitari ed extracomunitari che lavorano in Italia per il proprio nucleo familiare formato da:

  • richiedente;
  • coniuge non separato legalmente o divorziato;
  • figli ed equiparati minori e maggiorenni inabili;
  • figli ed equiparati studenti o apprendisti tra 18 e 21 anni solo se facenti parte di nuclei numerosi;
  • nipoti minori in linea retta viventi a carico dell’ascendente;
  • fratelli, sorelle e nipoti del richiedente orfani di entrambi i genitori e non titolari di pensione ai superstiti.

I lavoratori extracomunitari hanno diritto solo per i familiari residenti in Italia o in Paesi convenzionati.

Spetta ai lavoratori che hanno un reddito del nucleo inferiore alle fasce reddituali stabilite ogni anno dalla Legge e costituito almeno per il 70% da redditi da lavoro parasubordinato e/o dipendente o assimilati.

Formano il reddito familiare i redditi complessivi assoggettabili all’Irpef, i redditi di qualsiasi natura e quelli esenti da imposta o soggetti ritenuta alla fonte se complessivamente superiori ad Euro 1.032,91.
Non si considera reddito le somme espressamente previste dalla Legge (ad es. i trattamenti di famiglia, i trattamenti di fine rapporto, le pensioni di guerra, le indennità di accompagnamento e le rendite INAIL).

Domanda

La domanda deve essere presentata alla Sede INPS territorialmente competente, sulla base della residenza del lavoratore, dal 1° febbraio dell’anno successivo a quello richiesto. Il relativo modello ANF/GEST SEP (SR 27) è disponibile in fondo a questa pagina o sul sito Internet dell’Istituto www.inps.it.

Documentazione

Gli iscritti alla Gestione separata devono allegare alla domanda:

  • per specifiche situazioni, la documentazione prevista nel modello ANF/GEST SEP (SR 27)
  • Il modulo ANF/FN (SR65) solo nel caso di domanda per figli naturali del richiedente non convivente, riconosciuti da entrambi i genitori.

Quando spetta

L’assegno spetta per i mesi coperti da specifica contribuzione nei limiti della prescrizione quinquennale.

La misura dell’assegno varia in base alla tipologia, al numero dei componenti e al reddito del nucleo familiare: sono previsti importi e fasce reddituali più favorevoli per situazioni di particolare disagio (es. nuclei monoparentali o con componenti inabili).
Importi e fasce sono pubblicati, annualmente, in apposite tabelle denominate “Tabelle livelli reddituali per l’assegno per il nucleo familiare” aventi validità dal 1° luglio di ogni anno al 30 giugno dell’anno seguente.

Link: Tabelle assegni nucleo familiare 2010/2011

Link: Tabelle assegni nucleo familiare 2009/2010

Fonte: www.inps.it

SR27 Mod. ANF/GEST. SEP. - Domanda di ANF
» 158,7 KiB - 9.340 hits - 4 gennaio 2010

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Share.

About Author

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente redattrice di Lavoro e Diritti e impiegata nella PA.

Altri articoli interessanti