Assegno per il nucleo familiare e IMU, chiarimenti INPS

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Assegno per il nucleo familiare. Modalità di computo dei redditi di terreni e fabbricati in riferimento alla tassazione IMU.

Con messaggio n. 9710 del 14 giugno 2013 l’INPS ha fornito dei chiarimenti in materia di Assegno per il Nucleo Familiare e in particolare in riferimento alla nuova imposta IMU, che a decorrere dall’anno 2012 (art.13 D.L n. 201/ 2011) ha comportato una diversa tassazione dei redditi di terreni e fabbricati.

Nel messaggio l’INPS premette che sono pervenute diverse richieste di chiarimento in materia. In particolare all’Istituto è stato richiesto se ai fini della determinazione del diritto e della misura dell’ANF, la nuova procedura di calcolo dell’imposta comporti o meno una modifica degli attuali criteri di computo dei redditi derivanti da immobili e terreni e se i redditi in oggetto mantengano la natura di redditi assoggettabili all’IRPEF.

L’INPS quindi specifica che, fermo restando che ai fini dell’accertamento del diritto e della misura dell’ANF occorre considerare il “reddito complessivo assoggettabile all’Irpef ed i redditi di qualsiasi natura, ivi compresi, se superiori a 1032,91 euro, quelli esenti da imposta o soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta o ad imposta sostitutiva” (art.2 c.9 L.153/88, circ. 12/90); il reddito “assoggettabile” all’IRPEF non coincide necessariamente con il reddito effettivamente “assoggettato” all’imposta stessa.

Quindi, prosegue la nota, ai sensi della disciplina dell’Assegno per il Nucleo Familiare, l’introduzione dell’imposizione lMU non determina alcuna modifica della natura dei redditi in oggetto, né delle vigenti modalità di computo degli stessi.

Tutto ciò premesso, nelle richieste di Assegno per il nucleo familiare per il periodo 01/07/2013 – 30/06/2014, i redditi derivanti da immobili e terreni relativi all’anno 2012, dovranno, quindi, continuare ad essere indicati tra i redditi assoggettabili all‘IRPEF (Tab. A, colonna 2 del Mod. ANF /Dip).

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti

  • Cosimo Campa

    nel mese di agosto 2012, mi sono stati liquidati alcuni arretrati relativi alla ridefinizione della mia pensione, l’entità di questi arretrati ha fatto superare il limite tabellare previsto per lìassegno relarivo al nucleo familiare di 2 persone; in conseguenza di ciò mi è stato revocato il percepimento degli assegni di mia moglie. Considerato che detti arretrati costituiscono il cumulo di ciò che mi avrebbero dovuto corrispondere mensilmente e che qualora lo avessero fatto il mio reddito non avrebbe mai superato quello tabellare, gradirei se qualcuno mi spiegasse se è regolare la revoca degli ANF operata dall’INPS..Grazie