Assegno nucleo familiare e assegno di maternità dei Comuni 2013

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Circolare INPS 34 del 28/02 per la rivalutazione 2013, degli assegno per il nucleo familiare e per l'assegno di maternità concessi dai Comuni

L’Inps, con circolare 34 del 28 febbraio scorso, comunica la rivalutazione, per l’anno 2013, degli assegni per il nucleo familiare e per l’assegno di maternità concessi dai Comuni.

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

L’Assegno per il nucleo familiare dei comuni è un assegno al nucleo familiare, concesso dal comune di residenza ma, formalmente erogato dall’INPS  cumulabile con qualsiasi altra prestazione a favore delle famiglie che non costituisce reddito ai fini fiscali e previdenziali. Viene erogato mensilmente per tredici mensilità. Ne hanno diritto i nuclei familiari composti da almeno un genitore e tre figli minori (appartenenti alla stessa famiglia anagrafica), che siano figli del richiedente medesimo o del coniuge o da essi ricevuti in affidamento preadottivo. L’assegno per il nucleo familiare da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2013 è pari, nella misura intera, a Euro 139,49.

Per le domande relative al medesimo anno, il valore dell’indicatore della situazione economica, con riferimento ai nuclei familiari composti da cinque componenti, di cui almeno tre figli minori, è pari a Euro 25.108,71.

Ovviamente, per l’assegno per il nucleo familiare da erogare per il 2012, per i procedimenti in corso, continuano ad applicarsi i valori previsti per il medesimo anno 2012.

ASSEGNO DI MATERNITA’

L’assegno di maternità concesso dai comuni è una prestazione economica a favore delle lavoratrici disoccupate che non sono in possesso dei requisiti contributivi previsti per le lavoratrici dipendenti, parasubordinate e autonome; questa prestazione va richiesta al Comune di appartenenza il quale provvederà a liquidare tramite l’INPS nel caso in cui il reddito della famiglia non superi determinate soglie ISE.

L’importo dell’assegno mensile di maternità, spettante nella misura intera, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1.1.2013 al 31.12.2013 è pari a Euro 334,53 per cinque mensilità e quindi a complessivi ad Euro 1672,65.

Il valore dell’indicatore della situazione economica, con riferimento ai nuclei familiari composti da tre componenti, da tenere presente per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1.1.2013 al 31.12.2013, è pari a Euro 34.873,24.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • alessandro

    Salve, io sono un padre lavoratore, ho mio figlio in affido, invalido civile all’80% a causa di un tumore laringo faringeo, il 31/03 mi scade il contratto di lavoro a tempo determinato e mi è gia stato detto che non verrò rinnovato. Ho diritto ad ASpi? e per gli uomini che vivono soli con i figli non ci sono assegni familiari?

    • Antonio

      Ciao Alessandro, dipende da quanto tempo hai lavorato per l’Aspi o la mini-Asi ti consiglio di rivolgerti ad un patronato per vedere a cosa hai diritto. Invece per gli assegni familiari dipende dal reddito che hai avuto nel 2011, comunque se sono redditi da lavoro dipendente anche in questo caso dovrebbero spettarti, anche sulla eventuale aspi. In ogni caso il mio consiglio è di affidarvi ad un patronato per non fare errori…

  • giovanni

    salve , voglio sapere se posso esufruire del assegno di matenita , le sppiego nella mia vita ho semprelavorato ma sono due anni che la mia vita e andata a picco, in questo ultimo anno ho esufruito della disoccupazione e terminata 3 mesi fa , la mia ultima residenza e stata a verona dopo di che essendo stato licenziato , sono stato sfrattato, o cecato duvunque un lavoro passando tanto tempo anche in strada dopo di che sono venuto in romania con mia moglie , essendo rumena da 3 mesi , abbiamo avuto da 6 giorni una bambina , tra laltro prematura di 7 mesi sono disperato attualmente non so come fare la mia bambina dovra trascorrere molto tempo in ospedale in romania posso esufruire del assegno di maternita dal italia? grazie

  • spartacus

    L’assegno di maternità del comune può essere richiesto dalle cittadine comunitarie che risultino essere residenti in Italia. Non saprei dirle con certezza se le spetta o meno, dovrebbe mettersi in contatto con un patronato o con i servizi sociali del comune in cui risiede in Italia.

  • FRANCESCO

    sono Francesco,un lavoratore agricolo (per 102 giornate all’anno) ho quattro figli, tra questi: due percepiscono l’indennità di frequenza.
    Volevo sapere se gli assegni familiari ( di coloro che percepiscono l’indennità di frequenza) sono uguali a quelli normali ( i membri comuni della famiglia )…