Assegno nucleo familiare e assegno di maternità dei Comuni 2013

Circolare INPS 34 del 28/02 per la rivalutazione 2013, degli assegno per il nucleo familiare e per l'assegno di maternità concessi dai Comuni

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

L’Inps, con circolare 34 del 28 febbraio scorso, comunica la rivalutazione, per l’anno 2013, degli assegni per il nucleo familiare e per l’assegno di maternità concessi dai Comuni.

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

L’Assegno per il nucleo familiare dei comuni è un assegno al nucleo familiare, concesso dal comune di residenza ma, formalmente erogato dall’INPS  cumulabile con qualsiasi altra prestazione a favore delle famiglie che non costituisce reddito ai fini fiscali e previdenziali. Viene erogato mensilmente per tredici mensilità. Ne hanno diritto i nuclei familiari composti da almeno un genitore e tre figli minori (appartenenti alla stessa famiglia anagrafica), che siano figli del richiedente medesimo o del coniuge o da essi ricevuti in affidamento preadottivo. L’assegno per il nucleo familiare da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2013 è pari, nella misura intera, a Euro 139,49.

Per le domande relative al medesimo anno, il valore dell’indicatore della situazione economica, con riferimento ai nuclei familiari composti da cinque componenti, di cui almeno tre figli minori, è pari a Euro 25.108,71.

Ovviamente, per l’assegno per il nucleo familiare da erogare per il 2012, per i procedimenti in corso, continuano ad applicarsi i valori previsti per il medesimo anno 2012.

ASSEGNO DI MATERNITA’

L’assegno di maternità concesso dai comuni è una prestazione economica a favore delle lavoratrici disoccupate che non sono in possesso dei requisiti contributivi previsti per le lavoratrici dipendenti, parasubordinate e autonome; questa prestazione va richiesta al Comune di appartenenza il quale provvederà a liquidare tramite l’INPS nel caso in cui il reddito della famiglia non superi determinate soglie ISE.

L’importo dell’assegno mensile di maternità, spettante nella misura intera, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1.1.2013 al 31.12.2013 è pari a Euro 334,53 per cinque mensilità e quindi a complessivi ad Euro 1672,65.

Il valore dell’indicatore della situazione economica, con riferimento ai nuclei familiari composti da tre componenti, da tenere presente per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1.1.2013 al 31.12.2013, è pari a Euro 34.873,24.

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente redattrice di Lavoro e Diritti e impiegata nella PA.

Altri articoli interessanti