Bonus Nido di 1000 euro, domande all’INPS dal 17 luglio

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L'INPS ha rilasciato la circolare 88 del 22 maggio 2017 con le istruzioni operative per la presentazione della domanda del Bonus Nido di 1000 euro

L’INPS ha rilasciato la circolare 88 del 22 maggio 2017 con le istruzioni operative per la presentazione della domanda del Bonus Nido di 1000 euro così come previsto dalla Legge di Bilancio 2017.

Come detto in un precedente articolo pubblicato su questo sito, il Decreto Attuativo (DPCM 17 febbraio 2017) del cosiddetto Bonus Nido di 1000 euro o Bonus Asilo Nido 2017 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 18 aprile scorso e la domanda di adesione sarebbe dovuta partire entro il 18 maggio.

Con qualche giorno di ritardo l’INPS pubblica quindi le istruzioni operative su come richiedere il Bonus Nido di 1000 euro e i relativi requisiti e documenti necessari.

Bonus Nido di 1000 euro, cos’è

Il Bonus Nido di 1000 euro è una misura a sostegno delle famiglie introdotta dalla Legge di Bilancio 2017 e consiste in un contributo pari a 1000 euro annui versato in 11 mensilità di circa 91 euro dall’INPS, su richiesta del genitore, per il pagamento delle rette di asili nido pubblici e privati oppure per far fronte a forme di supporto presso la propria abitazione in favore dei bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche.

Bonus Nido 2017, requisiti

Per richiedere il bonus asilo nido 2017 i requisiti necessari riguardano principalmente i dati anagrafici del bambino per il quale si fa richiesta. Infatti si potrà richiedere il bonus per i:

  • Bambini nati dal 1 gennaio 2016;
  • Bambini da 0-3 anni;

Relativamente al richiedente:

  • Cittadinanza italiana;
  • residenza in Italia;
  • per Contributo per forme di supporto presso la propria abitazione, il richiedente deve coabitare col bambino;
  • relativamente al Bonus Nido il richiedente dev’essere colui che paga la retta.

Inoltre per richiedere il bonus asilo non sarà necessario presentare l’ISEE, infatti l’INPS provvederà al pagamento a prescindere dal reddito della famiglia del richiedente. Inoltre il bonus nido di 1000 euro è compatibile anche con il Bonus Mamma Domani 2017 a patto che siano rispettati tutti i requisiti.

Bonus Nido 2017 come richiederlo

L’INPS comunica che la domanda potrà essere presentata a partire dal 17 luglio 2017 al 31 dicembre 2017. Le domande dovranno essere trasmesse all’Istituto solo in via telematica con le modalità di seguito indicate:

  • WEB – direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’Istituto. Per accedere si potrà usare anche il sistema SPID o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).
  • Contact Center Integrato – numero verde 803.164 gratuito da rete fissa o numero 06 164.164 da rete mobile a pagamento;
  • Patronato.

Pagamento del bonus asilo nido

Il pagamento avverrà come detto sopra mensilmente per 11 mensilità. Il richiedente potrà decidere di ricevere il pagamento tramite gli uffici postali, oppure con accredito sul proprio:

  • conto corrente postale;
  • conto corrente bancario;
  • carta prepagata con IBAN;
  • libretto postale con IBAN.

In caso di accredito diretto bisogna presentare all’INPS il modello SR163 nel quale la Banca o la Posta attestano che il conto corrente, il libretto o la carta prepagata sono effettivamente intestati alla persona che fa la richiesta.

  Circolare INPS numero 88 del 22-05-2017 (118,9 KiB, 994 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti