Le cure termali

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Sono una prestazione che l'Inps può concedere per evitare, ritardare o rimuovere uno stato di invalidità. Sono previste proprio come le ferie, per permettere il recupero psico-fisico del lavoratore.

Sono una prestazione che l’Inps può concedere per evitare, ritardare o rimuovere uno stato di invalidità. Sono previste proprio come le ferie, per permettere il recupero psico-fisico del lavoratore.

Hanno diritto alle cure termali tutti i lavoratori dipendenti e autonomi iscritti all’Inps. La prestazione non spetta né ai familiari degli assicurati né ai titolari di pensione di qualsiasi tipo, a meno che non siano titolari di assegno di invalidità.

Condizioni

  • Per poter fruire delle cure termali è necessario essere iscritti all’INPS da almeno cinque anni e avere tre anni di contribuzione nel quinquennio precedente la domanda.
  • Le cure possono essere praticate per forme bronco-catarrali e reumo-artropatiche e sono previste cure differenti a secondo della patologia riscontrata.
  • Il costo delle cure è a carico del Servizio Sanitario Nazionale; quello del soggiorno è a carico dell’Inps.
  • L’assicurato è tenuto al pagamento del “ticket” nella misura prevista dalla legge.
  • Le spese per il viaggio di andata e ritorno sono a carico dell’assistito.
  • Le cure termali possono essere effettuate soltanto per cinque anni, fatta eccezione per alcuni casi particolari individuati dai medici dell’Inps.

Domanda

La domanda di cure termali va presentata, personalmente anche o tramite uno degli Enti di Patronato riconosciuti dalla legge, alla Sede Inps di residenza del lavoratore entro il 31 dicembre di ogni anno.

Sul modulo di domanda è già inserito un certificato sul quale il medico di fiducia del lavoratore deve indicare la malattia per la quale vengono chieste le cure termali.

Domanda Respinta

Nel caso in cui la domanda di cure termali venga respinta, il lavoratore può presentare una richiesta di riesame.

L’istanza di riesame può essere presentata alla:

  • DIREZIONE GENERALE presso il Coordinamento generale medico legale da tutti gli assicurati; dagli assicurati titolari di assegno di invalidità in caso di accoglimento o di rifiuto corredate della documentazione sanitaria relativa all’accoglimento dell’assegno;
  • DIREZIONE REGIONALE dagli assicurati che hanno superato il quinto anno di cura (in caso di pratiche già accolte dalla Sede) per la decisione definitiva.

Sul sito dell’INPS possono essere visionate annualmente:

  • il calendario dei turni per le cure termali
  • gli elenchi degli alberghi convenzionati

Avvertenze

L’INPS si riserva la facoltà di accogliere la domanda dopo avere accertato l’esistenza dei requisiti contributivi e sanitari. Il/la titolare di pensione INPS (vecchiaia, anzianità, trattamento di pensione anticipata previsto dalle vigenti disposizioni per i diversi settori di attività) – ad eccezione dell’assegno di invalidità – non ha diritto a fruire delle cure termali. Il/la titolare di assegno di invalidità può ottenere la prestazione a condizione che l’invalidità derivi da forme morbose suscettibili di miglioramento con le cure termali.

Non ha diritto a fruire delle cure termali colui/colei che compie l’età pensionabile di vecchiaia prevista dalle disposizioni in vigore (L.23.12.94, n. 724) nell’anno di presentazione della relativa domanda o raggiunge tale età nell’anno di effettuazione delle cure.

Le cure termali sono concesse per le forme reumoartropatiche e per le malattie delle vie respiratorie e non danno diritto all’indennità economica di malattia. Nello stesso anno solare, il/la richiedente può fruire una sola volta della prestazione, a prescindere dall’Ente che ha concesso le cure termali
(INPS,ASL,altri enti o organismi).

Il/la richiedente la cui domanda sarà accolta, potrà effettuare le cure nel turno e presso la struttura alberghiero/termale prescelti.

L’elenco dei turni e quello delle strutture convenzionate, predisposti annualmente dall’INPS, saranno trasmessi in allegato alla lettera di eventuale accettazione della presente domanda e sono consultabili comunque sul sito internet dell’Istituto (www.inps.it).

Fonte: www.inps.it

  Domanda cure Termali INPS (175,8 KiB, 1.993 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti

  • Ugo Balzan

    Articolo molto interessante lo segnalero su uno dei mie blog
    grazie mille
    Ugo
    Hotel ad Abano Terme

    • giorgio

      ho chiamato l'inps, mi anno detto che una volta si poteva usufruire ora non più

      qual'è la verità?

      • giorgio

        anche nei centri termali dicono lo stesso

      • Si può ancora usufruire, ma la domanda va presentata entro il 31 dicembre dell’anno precedente.

  • elena

    a meta dicembre sono andata a presentare la domanda per le cure termali ( inps di san .giorgio di piano (bo)
    mi e stato detto che devo compilare il modulo on line dal 1 di gennaio 2011 e non hanno ritirato quello fatto dal mio medico curante
    sull sito non cè traccia di informazione al riguardo
    sono stata fregata ?!? visto che siamo nell anno nuovo

    buon anno a tutti

    elena

    • Ciao Elena, dal 2011 tutte le vecchie domande cartacee dovranno essere presentate telematicamente, però che io sappia nel 2010 vigeva ancora il vecchio metodo, io personalmente ho presentato domande di disoccupazione cartacee e mi sono state accettate. Prova a telefonare al numero 803164, magari sanno dirti qualcosa di certo… poi facci sapere come è andata!

    • maurizio

      La domanda, compilata in ogni sua parte, deve essere presentata, dal 1° gennaio al 31 ottobre, nell’anno di effettuazione delle cure , all’ufficio Inps di residenza del lavoratore. Può essere anche spedita per posta, con raccomandata con avviso di ricevimento, o presentata tramite un Ente di Patronato, che offre assistenza gratuita.
      Le domande già presentate nel 2009 dovranno essere ritenute valide per l'anno 2010 msg 101/2010. Il modulo di domanda (mod. CT/1 – SR39 -) è comprensivo del certificato sul quale il proprio medico curante deve indicare:

      la malattia per la quale vengono chieste le cure termali;
      le cure accessorie che l'assistito dovrà effettuare

      Consiglio di andare da un patronato che gratuitamente ti aiuterà

  • oras

    salve ho presentato la domanda il01/03/2011 mi chiemaranno prima di questa estate? o il prossimo anno?

  • pina

    pina66 ho chiesto al mio medico di preparare la domanda per fare le cure termali perchè so che da quest'anno va fatto in telematica e andare dal dottore in questo periodo è praticamente quasi impossibile (troppi ammalati) e il medico mi ha detto che per fare la domanda si paga!!! 50euro ma perchè le mie colleghe non ha chiesto niente??? ma si deve pagare o no??? grazie.