Estratto Conto integrato INPS, al via la seconda fase

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L' Estratto Conto Integrato consente di conoscere la propria situazione previdenziale, anche se è composta di diverse Casse o gestioni Inps

Come ricorderete, l’Inps ha avviato l’attivazione, già dallo scorso marzo, di tre nuovi servizi on line per permettere a tutti i lavoratori italiani una maggiore conoscenza del proprio percorso previdenziale e del proprio conto pensionistico.

Leggi anche: Al via tre nuovi servizi telematici per conoscere la tua pensione

Uno di questi servizi è dato proprio dall’Estratto Conto Integrato (ECI) che consente di conoscere con una sola consultazione telematica, la propria contribuzione previdenziale individuale, anche se si hanno contributi previdenziali versati in differenti gestioni Inps o presso diverse Casse previdenziali.

Lo scorso aprile 2013 ha preso avvio la seconda fase dell’operazione E.C.I. (Estratto Conto Integrato), che estende il servizio ad un campione di un milione di lavoratori ripartiti tra gli Enti previdenziali in proporzione al numero di iscritti. Del campione fanno parte circa 650mila lavoratori iscritti all’assicurazione generale obbligatoria, fondi sostitutivi e gestione separata, 150mila iscritti alla gestione dipendenti pubblici, 20mila lavoratori dello spettacolo e altri 180mila iscritti presso altri enti previdenziali.

Con messaggio nr. 8822 dello scorso 30 maggio, l’Inps fornisce le informazioni relative a questa seconda fase:  lavoratori interessati, modalità di accesso e invio delle segnalazioni relative alle eventuali inesattezze o incongruenze riscontrate.

Apertura del servizio Estratto Conto Integrato (E.C.I.) – II Fase

L’E.C.I. contiene le informazioni relative ai periodi assicurativi esposte in ordine cronologico. Se per uno stesso periodo sono presenti contributi versati presso diversi Enti di previdenziali, l’E.C.I. ne riporta l’elencazione senza eseguire sommatorie.

Nel messaggio si specificano le caratteristiche dell’ Estratto Conto Integrato nella prospettazione dei dati. L’utente può consultare l’E.C.I. in via telematica, attraverso il portale dell’ Ente di ultima iscrizione, previo riconoscimento dell’identità attraverso il Pin. L’accesso sarà garantito anche agli intermediari autorizzati attraverso i servizi telematici a loro dedicati.

Leggi anche: Guida: come richiedere il codice PIN Inps per accedere ai servizi online per il cittadino

Il sistema informativo, oltre alla visualizzazione e alla stampa della posizione assicurativa, consente agli iscritti di segnalare inesattezze o incongruenze eventualmente riscontrate. Le segnalazioni saranno inoltrate sempre in via telematica, agli Enti di previdenza competenti.

Il beneficio immediato per gli utenti è la facilità di accesso ai servizi telematici  offerti dal Casellario utilizzando le credenziali già in uso nel dominio dell’Ente previdenziale di riferimento. Tale scelta consente all’Ente di riferimento di mantenere la titolarità dei contatti con l’iscritto per le informazioni previdenziali che lo riguardano ed evita, nel contempo, la ridondanza dei dati.

Il sistema di consultazione consente sia la visualizzazione dell’ECI sia la gestione condivisa delle segnalazioni inviate dagli assicurati a seguito della consultazione.

La procedura E.C.I. consente all’iscritto di inoltrare le richieste di variazione della propria posizione assicurativa direttamente all’Ente presso cui era iscritto  nel periodo per il quale  richiede la variazione.

Il cittadino dopo aver eseguito l’accesso al sistema di consultazione E.C.I., attraverso il portale dell’Ente di riferimento, può consultare l’estratto conto integrato, se riscontra un’inesattezza o una incongruenza che riguardano una o più righe contributive, può selezionare le stesse (attraverso menù guidati) e inoltrare le segnalazioni all’ente competente per il periodo oggetto di modifica selezionando l’Ente da un apposito elenco. Il cittadino potrà verificare la ricezione della segnalazione e consultare lo stato della lavorazione della pratica.

Le richieste che riguardano i lavoratori iscritti alle gestioni citate sono automaticamente inoltrate alla procedura FA.SE. (Fascicolo delle Segnalazioni)

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti