Inps: domande telematiche per malattia e congedo parentale per iscritti alla gestione separata

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Dal 1 aprile, per gli iscritti alla gestione separata, le domande di malattia/degenza e di congedo di maternità/paternità e parentale, si presentano on line

L’Inps con le circolari n. 52 e 53 dello scorso 6 aprile 2012, fornisce  indicazioni sull’attivazione dal 1° aprile 2012, della modalità di presentazione telematica delle domande di malattia/degenza ospedaliera  e di quelle di congedo di maternità/paternità e parentale per i lavoratori iscritti alla Gestione separata.

Come al solito, le domande potranno essere presentate attraverso uno dei seguenti canali:

  • WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto – servizio di “Invio Online di domande di Prestazioni  Sostegno del reddito”;
  • Patronati – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi;
  • Contact Center Multicanale – attraverso il numero verde n. 803164.

In merito alla presentazione telematica delle domande di malattia/degenza ospedaliera, la circolare precisa che che tale innovazione non riguarda l’invio dei certificati di degenza ospedaliera o di malattia eventualmente redatti in modalità cartacea. I suddetti certificati, infatti, non potranno essere inviati come allegati alla domanda  ma dovranno continuare ad essere trasmessi all’Inps nelle tradizionali modalità in attesa dell’implementazione del sistema telematico di invio della certificazione di malattia.

Una volta completata e confermata l’acquisizione, la domanda viene protocollata e il sistema produce in modo automatico la ricevuta di presentazione della stessa e il rispettivo modello precompilato con i dati inseriti. Tali documenti sono scaricabili e stampabili dal richiedente.

Il richiedente ha la possibilità di acquisire la domanda in modo parziale, in tempi diversi, ed inviarla all’INPS solo al momento della conferma finale; fino a detta conferma, difatti, la domanda è considerata ‘in bozza’. Si fa presente che ogni bozza sarà mantenuta dal sistema per 3 giorni.

E’ previsto un periodo transitorio fino al 30 aprile 2012, durante il quale le domande inviate attraverso i canali tradizionali saranno considerate validamente presentate, ai fini degli effetti giuridici previsti dalla normativa in materia.

Alla scadenza del periodo transitorio la modalità di presentazione telematica, attraverso l’uso di uno dei tre canali sopracitati,  diventerà esclusiva.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • guido

    Salve sono un professionista senza cassa di appartenenza, sono entrato tramite pin dispositivo nella procedura per la richiesta di “malattia ordinaria”, ma nella sezione in cui c’e’ da inserire il tipo di attività ci sono solo due scelte che
    -COLLABORATORI A PROGETTO
    -TITOLARI DI ASSEGNO DI RICERCA
    quindi manca Professionista. Come mi devo comportare per il buon esito della richesta ? Grazie