Inps: presentazione telematica delle domande per la mobilità ordinaria

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Dal 1 gennaio 2011 la presentazione delle domande di indennità di mobilità ordinaria dovrà avvenire o telematicamente, tramite patronato o attraverso il contact center inps.

L’Inps con circolare nr. 171 del 31 dicembre 2010 con la quale si fa presente che, a partire dal 1 gennaio 2011 la presentazione delle domande di indennità di mobilità ordinaria dovrà avvenire attraverso uno dei seguenti canali:

  • WEB –  servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto;
  • contact center integrato  – n. 803164;
  • patronati/intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Inoltre, è prevista la possibilità per i lavoratori che siano comunque in possesso dei requisiti per il diritto alla disoccupazione ordinaria, di richiedere la liquidazione provvisoria dell’indennità di mobilità ordinaria per la durata di 120 giorni.

Presentazione della domanda di mobilità ordinaria direttamente da cittadino tramite WEB.

Il servizio è disponibile sul sito internet dell’Istituto (www.inps.it) attraverso il seguente percorso: Al servizio del cittadino – Autenticazione con PIN – Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito – Cessazione rapporto di lavoro – Mobilità ordinaria.

Una volta inviata la domanda per via telematica, sarà possibile stampare:

  • la ricevuta di presentazione, sulla quale verranno evidenziate le integrazioni del cittadino e le ulteriori informazioni ricavate in automatico dalla procedura (titolarità di pensione ecc.);
  • il modello DS21 Telematico per verificare la correttezza dei dati immessi. Trattandosi di modello telematico non dovrà essere presentato all’Istituto.

E’ resa disponibile, inoltre, la possibilità di simulare il calcolo dell’importo della prestazione e verificare lo stato delle domande in corso, accedendo alla apposita opzione.

Presentazione della domanda di mobilità ordinaria tramite Patronato.

Il servizio è stato reso disponibile per i Patronati con l’implementazione delle funzioni che consentono la trasmissione delle domande.

Presentazione della domanda di mobilità ordinaria tramite Contact Center.

Il servizio di acquisizione delle domande di mobilità ordinaria da Contact Center integrato Inps-Inail, è disponibile telefonando al numero verde 803 164.

Le domande potranno essere acquisite con o senza PIN del cittadino.

Nel caso in cui l’utente non sia dotato di PIN,  verranno acquisiti dal Contact Center i dati essenziali della domanda. Successivamente copia di questa, con gli estremi identificativi, verrà inviata a stretto giro di posta all’utente che provvederà a firmarla, eventualmente integrarla e a farla pervenire, corredata di copia del documento d’identità, a mezzo Fax al n. 800.803.164 o per posta alla Struttura INPS competente.

Qualora l’utente, con o senza PIN, abbia manifestato all’operatore di contact center  l’intenzione di richiedere l’ANF e/o le detrazioni d’imposta per familiari a carico, allo stesso dovrà essere inviata per posta la necessaria modulistica che dovrà debitamente compilare e inoltrare attraverso una delle due modalità sopra indicate.

Liquidazione provvisoria della Mobilità Ordinaria.

L’introduzione della liquidazione provvisoria della mobilità ordinaria ha lo scopo di non far pesare sul cittadino i tempi tecnici, che mediamente superano i 120 giorni, necessari alle Commissioni Tripartite Regionali per deliberare le iscrizioni nelle liste di mobilità.

Tale opportunità è prevista unicamente per coloro che hanno i requisiti per la disoccupazione ordinaria (anzianità assicurativa, requisito contributivo pari a 52 settimane nel biennio, disponibilità all’impiego e DID).

Qualora non dovesse essere deliberata l’iscrizione nelle liste di mobilità ai sensi della legge n. 223 del 1991 la domanda verrà trasformata in una disoccupazione ordinaria con i requisiti normali.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • ina

    ciao volevo chiedere come fare ad ottenere il pin dall' inps…
    io ho la residenza in una regione diversa da quella di domicilio e di lavoro allora mi chiedevo in quale dei due devo presentarmi per dichiarare lo stato di disoccupazione una volta finito il mio contratto di lavoro???
    conto in una risposta. in attesa vi ringrazio anticipatamente. ina