Congedo obbligatorio e facoltativo del padre, pagamento diretto Inps

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Congedo obbligatorio e facoltativo del padre lavoratore, indicazioni per la domanda per il pagamento diretto da parte dell’INPS

Con Messaggio n. 12129 del 26/07/2013 l’Inps da istruzioni alle sedi territoriali e i Patronati, circa il congedo obbligatorio e congedo facoltativo del padre lavoratore nei casi di pagamento diretto da parte dell’istituto.

La legge 92/2012 ha istituito, in via sperimentale per il triennio 2013/2015, per il padre lavoratore dipendente, un congedo obbligatorio (1 giorno) e un congedo facoltativo, alternativo al congedo di maternità della madre (2 giorni), da fruire entro e non oltre il quinto mese di vita del figlio, con diritto a un’indennità, pari al 100 % della retribuzione, corrisposta dal Datore di Lavoro secondo le modalità stabilite dal d.lgs 151/2001 per l’erogazione dell’indennità di maternità.

Indennità corrisposta dall’Inps

L’indennità di cui sopra sarà invece corrisposta direttamente dall’Inps in tutti i casi in cui le disposizioni vigenti prevedono il pagamento diretto dell’indennità di maternità, vale a dire per:

  • i lavoratori stagionali;
  • gli operari agricoli (salva la facoltà di anticipazione dell’indennità, da parte del datore di lavoro, in favore delle operaie agricole a tempo indeterminato);
  • i lavoratori dello spettacolo saltuari o a termine;
  • i lavoratori addetti ai servizi domestici e familiari;
  • i lavoratori disoccupati o sospesi (in Aspi, mini-Aspi, Cassa integrazione a pagamento diretto e mobilità).

L’Inps comunica quindi che e strutture territoriali dell’Inps e i patronati, per il tempo necessario all’Istituto per creare il servizio telematico specifico, sono tenuti ad accettare le domande dei lavoratori appartenenti alle categorie sopra indicate, presentate con il modello Mod. Cong. Padre COD. SR136 che alleghiamo per semplicità in fondo all’articolo.

Istruttoria e pagamento

In attesa del rilascio della procedura di gestione, continua il messaggio, la Sede territoriale dell’Inps che riceverà la domanda per competenza dovrà effettuare l’istruttoria manualmente verificando la sussistenza dei requisiti e liquidando la prestazione mediante la procedura “Pagamenti vari”.

L’indennità sarò pari al 100% della retribuzione giornaliera, che l’Inps calcolerà sulla base delle disposizioni già in uso per i pagamenti diretti di congedo di maternità.

  Mod. Cong. Padre COD. SR136 - Inps (157,9 KiB, 389 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti