Assegni familiari 2017 – 2018, nuove tabelle INPS con importi e limiti di reddito

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L'INPS ha rilasciato le nuove tabelle Assegni Familiari 2017 - 2018, con limiti di reddito e importi degli assegni per il nucleo familiare

L’INPS ha rilasciato le nuove tabelle Assegni Familiari 2017 – 2018, lo ha fatto con la circolare numero 87 del 18 maggio 2017. Come per l’anno scorso, importi e limiti di reddito contenuti nelle tabelle sono rimasti invariati a causa dell’indice ISTAT negativo.

Le tabelle per il calcolo degli assegni familiari 2017 – 2018 sono rimaste invariate rispetto al periodo precedente, in quanto l’indice ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati è risultato negativo e in questi casi la legge prevede che gli importi anzichè diminuire per via della variazione negativa, rimangano invariati.

Gli assegni per il nucleo familiare, più comunemente detti assegni familiari, anche se lo ricordiamo si tratta di due misure a sostegno del reddito differenti, sono una prestazione dell’INPS a sostegno delle famiglie il cui reddito sia entro certi limiti e derivi prevalentemente da lavoro dipendente.

Tabelle Assegni familiari 2017 – 2018, come funziona il calcolo

Per conoscere l’importo degli assegni familiari 2017 – 2018 spettanti, bisogna fare riferimento alle tabelle rilasciate dall’INPS che trovate allegate a fondo articolo.

Oppure si può usare il nostro strumento gratuito di calcolo degli assegni familiari. Calcolo assegni per il nucleo familiare.

Usare le tabelle è comunque molto semplice:

  1. per prima cosa bisogna scaricarle sul proprio computer;
  2. aprire il file con un programma di calcolo tipo Excel di Office o Calc di OpenOffice;
  3. trovare la propria tabella di riferimento, muovendosi sul menù in basso a sinistra della pagina (es. Tab. 11, Tab. 12 ecc.), le indicazioni su come è composta la famiglia sono inserite invece in alto alla pagina;
  4. una volta trovata la tabella di appartenenza, bisogna individuare la propria fascia di reddito familiare annuo;
  5. sulla linea della fascia di reddito si può individuare l’importo dell’assegno familiare spettante in base ai componenti del nucleo familiare;

Individuazione del Nucleo Familiare

NUCLEI FAMILIARI SENZA FIGLI

  • TABELLA 21A Con i soli coniugi oppure con entrambi i coniugi e almeno un fratello, sorella o nipote e senza componenti inabili.
  • 21C Con i soli coniugi oppure con entrambi i coniugi (di cui almeno uno inabile) e almeno un fratello, sorella o nipote non inabile.
  • 20A Con entrambi i coniugi e almeno un fratello, sorella o nipote inabile.
  • 21B Con il richiedente (non inabile) celibe/nubile, separato/separata, divorziato/divorziata,vedovo/vedova, abbandonato/abbandonata, straniero/straniera ovvero con coniuge residente in un paese estero non convenzionato e con almeno un fratello, sorella o nipote non inabile.
  • 21D Con il richiedente (inabile) celibe/nubile separato/separata, divorziato/divorziata,vedovo/vedova, abbandonato/abbandonata, straniero/straniera ovvero con coniuge residente in un paese estero non convenzionato inabile e almeno un fratello,sorella o nipote non inabile.
  • 20B Con il richiedente celibe/nubile, separato/separata, divorziato/divorziata, vedovo/vedova, abbandonato/abbandonata, straniero/straniera ovvero con coniuge residente in un paese estero non convenzionato e con almeno un fratello, sorella o nipote inabile.

NUCLEI FAMILIARI CON FIGLI

  • TABELLA 11 Con almeno un figlio minore, entrambi i genitori e senza componenti inabili.
  • 14 Con almeno un figlio minore, entrambi i genitori e almeno un componente inabile.
  • 12 Con almeno un figlio minore, un solo genitore e senza componenti inabili.
  • 15 Con almeno un figlio minore, un solo genitore e almeno un componente inabile.
  • 13 Con solo orfani minori titolari di pensione ai superstiti, non inabili.
  • 16 Con solo orfani titolari di pensione ai superstiti di cui almeno un minore e almeno uno inabile.

NUCLEI FAMILIARI SENZA FIGLI MINORI

  • TABELLA 17 Con entrambi i genitori ed almeno un figlio maggiorenne inabile.
  • 18 Con un solo genitore ed almeno un figlio maggiorenne inabile.
  • 19 Con solo orfani maggiorenni inabili, titolari di pensione ai superstiti.

Importo del reddito familiare per il calcolo degli assegni familiari

Il reddito del nucleo familiare da prendere in considerazione per calcolare l’importo degli assegni familiari spettanti è dato dalla somma dei redditi lordi del richiedente l’ANF e dei familiari che concorrono alla composizione del nucleo.

Ad esempio nel caso in cui entrambi i genitori producano reddito, bisogna fare la somma dei due.

Il periodo di riferimento è quello dell’anno precedente il 1° luglio dell’anno per il quale viene effettuata la richiesta di assegno ed ha valore per la corresponsione dell’assegno fino al 30 giugno dell’anno successivo.

Ad esempio per gli assegni familiari 2017 – 2018 il reddito lordo da considerare è quello prodotto nel 2016. La richiesta vale dal 1° luglio 2017 al 30 giugno 2018.

Requisito essenziale è che il reddito familiare sia formato almeno per il 70% da reddito da lavoro dipendente.

A chi vanno richiesti gli assegni familiari

La domanda degli assegni familiari 2017 – 2018 va compilata a cura del lavoratore, che può riempire il modello personalmente o con l’aiuto di un patronato.

Questa va quindi presentata da un solo componente del nucleo familiare al proprio datore di lavoro oppure all’INPS nei seguenti casi:

  1. per i pensionati (con pensioni da lavoro dipendente);
  2. percettori di NASPI, Mobilità o Cassa Integrazione a pagamento diretto dell’INPS;
  3. lavoratori parasubordinati iscritti alla gestione separata;
  4. colf, badanti e baby sitter con contratto di lavoro domestico.

Gli assegni familiari vengono pagati mensilmente in busta paga dal datore di lavoro, il quale recupera le somme dall’INPS, o dall’INPS mensilmente nei casi di cui al punto 2 o semestralmente nei casi indicati ai punti 3 e 4.

Se la persona avente diritto dimentica di presentare la domanda, come detto sopra, ha comunque 5 anni di tempo per chiedere il pagamento compresi gli arretrati.

Leggi anche: ANF arretrati, come richiedere il pagamento

Autorizzazione Assegni familiari, quando è necessaria

Fino allo scorso anno per la legge italiana l’unica famiglia riconosciuta a cui potevano essere pagati gli assegni familiari era quella composta da madre, padre e eventuali figli o famiglie monogenitoriali.

Dopo la Legge Cirinnà sono state introdotte importanti novità che riguardano gli Assegni per il Nucleo familiare e gli assegni familiari per le convivenze di fatto e le Unioni civili fra persone dello stesso sesso.

Leggi anche: ANF per convivenze di fatto e Unioni civili, chiarimenti INPS

In tutti i casi che non rientrano nella canonica famiglia Madre, Padre e Figlio il richiedente gli assegni familiari dovrà richiedere l’autorizzazione ANF43 all’INPS tramite modello ANF42.

L’autorizzazione ANF43 ad esempio va richiesta nel caso di genitore single o legalmente separato, nei casi di inclusione di figli del coniuge o altri casi simili.

Leggi a riguardo la nostra guida: autorizzazione ANF come e quando richiederla

Tabelle Assegni familiari 2017 – 2018

Corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare. Nuovi livelli reddituali per il periodo 1° luglio 2017 – 30 giugno 2018. Ecco le tabelle INPS.

Approfondimenti: INPS

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti