Voucher baby sitter e nido per autonome e imprenditrici, circolare INPS

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Voucher baby sitter e asili nido, contributo dall'INPS anche per lavoratrici autonome e imprenditrici. Circolare dell'INPS numero 216 del 12 dicembre 2016.

L’INPS ha pubblicato una apposita circolare e un avviso con le istruzioni per l’erogazione dei contributi per l’acquisto di voucher baby sitter e servizi per l’infanzia alle lavoratrici autonome e alle imprenditrici.

La legge di stabilità 2016 ha esteso il beneficio dei voucher per l’acquisto di servizi di baby sitting o del contributo per il pagamento degli asili nido della rete pubblica o dei servizi privati accreditati, anche alle madri lavoratrici autonome o imprenditrici. Il contributo è stato previsto in via sperimentale per l’anno 2016, nel limite di spesa di 2 milioni di euro.

Con la Circolare 216 del 12 dicembre 2016 l’INPS fornisce le istruzioni operative relative alle disposizioni contenute nel decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali del 1° settembre 2016. In particolare descrive l’ambito di applicazione, la misura e la durata del beneficio e le modalità di presentazione della domanda.

Leggi anche: Voucher per baby sitter o asili nido per professioniste e imprenditrici

Voucher baby sitter e asili nido, a chi spetta il contributo

Possono accedere al beneficio dei voucher baby sitter e contributo per asili nido le madri lavoratrici autonome o imprenditrici:

  • coltivatrici dirette, mezzadre e colone;
  • artigiane ed esercenti attività commerciali;
  • imprenditrici agricole a titolo principale, nonché le pescatrici autonome della piccola pesca
    marittima e delle acque interne di cui all’art. 66, comma 1, del decreto legislativo 26 marzo 2001,
    n. 151.

Possono quindi richiedere il contributo le madri lavoratrici autonome o imprenditrici che hanno diritto al congedo parentale. Infatti l’accesso al nuovo beneficio presuppone la rinuncia a mesi di congedo parentale corrispondenti alle mensilità di beneficio concesse.

Importo del contributo

Il contributo ammonta ad un massimo di 600,00 euro mensili, i quali:

  • vengono corrisposti in voucher direttamente alla madre nel caso di voucher per baby sitter
  • alla struttura prescelta in caso di asili nido.

Come fare richiesta

La domanda deve essere presentata all’INPS esclusivamente in modalità telematica direttamente tramite tramite PIN dispositivo del cittadino o tramite patronato.

  Circolare INPS numero 216 del 12-12-2016 (107,9 KiB, 175 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti